Gli Aristogatti

Gli Aristogatti

Gli Aristogatti
Gli Aristogatti

Gli Aristogatti, La parte che più mi ha colpito del cartone è quella in cui si canta tutti quanti voglio fare Jazz, subito dopo, la coppia di gatti si apparta sui tetti. Un’altra scena molto simpatica e quella in cui apparentemente il topino, Groviera rincorre i gatti, alla scena assiste esterrefatto un anziano signore che dà la colpa al vino che stava bevendo copiosamente, dell’apparente inversione dei ruoli. Per riassumere queste due scene ho deciso di creare un doppio biscotto a forma di gatto, su un pentagramma.
Il biscotto che rappresenta, Duchessa e glassato bianco, in mezzo alla coppia di biscotti ho inserito della di confettura di Habanero red Savina.
I musicisti avranno notato che la chiave di violino e al contrario, con questa inversione ho voluto rappresentare il topo che insegue i gatti.

Ingredienti per 4 persone

Ingredienti per i biscotti

  • 220 gr di farina per frolle.
  • 100 gr di burro a temperatura ambiente
  • 50 gr di zucchero semolato
  • 50 gr di miele
  • 3 gr di lievito in polvere
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • La buccia di un limone biologico
  • 150 gr di zucchero a velo

Preparazione per i biscotti

Lavorate il burro e il miele, aggiungete, piano piano, la farina e il lievito, che avrete setacciato, aggiungete l’uovo, amalgamate bene, infine aggiungete il pizzico di sale e scorza del limone, cercate di non intaccare la parte bianca perché più amara.
Amalgamate, formate una palla, fate riposare lontano da fonti di calore per una trentina di minuti.
Passato questo tempo spianate a formare una sfoglia di circa 4 mm, aiutandovi con una formina tagliate i biscotti a forma di gatti, cuocete un biscotto dal diritto e uno dal rovescio, a 180 gradi finché la superficie non ha raggiunto il colore di Romeo.
Accoppiate due biscotti inserendo all’interno, poca, confettura di Habanero.
Sciogliete lo zucchero a velo con dell’acqua fate intiepidire e versatela nella parte destra del biscotto, quello che rappresenta Duchessa.

Preparazione Biscotti
Preparazione Biscotti

Ingredienti Crema all’Habanero Orange

  • 200 ml di panna fresca
  • 300 ml di latte fresco
  • 150 gr. di zucchero
  • 20 gr. di farina
  • 1 peperoncino Habanero Orange
  • 1 bacca di vaniglia
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale

Preparazione Crema all’Habanero Orange

 Per la preparazione della crema ho utilizzato un peperoncino Habanero Orange, perché adoro il profumo e non colora la crema.
Mette in un contenitore la panna e il latte inserite il peperoncino privato dei semi e lasciate in frigo per circa 20 minuti.
Aprite la bacca di vaniglia per lungo tirate fuori i semi.
Mettete una pentolina sul fuoco con dentro il latte e la panna, che si saranno insaporiti con l’Habanero Orange, dopo qualche un minuto togliete il peperoncino e aggiungete al composto semi e bacca di Vaniglia e portate quasi a bollore.
Mentre panna e latte scaldano, in un altro pentolino sbattete bene uova con lo zucchero e il pizzico di sale, aggiungete la farina setacciata, mescolate bene.
Aggiungete a questo composto il latte e la panna filtrando con un colino fine.
A fuoco basso mescolate fino a quando il composto avrà raggiunto la consistenza desiderata, versate nei piatti a formare lo strato di base del dolce.

Ingredienti per il Pentagramma

  • 150 gr di cioccolato fondente

Preparazione del Pentagramma

Disegnate su un foglio di carta il pentagramma e la chiave di violino, separati, sopra la carta inserite un foglio di carta forno, fissate bene il tutto su un tagliere.
Sciogliete a bagno maria la cioccolata, inseritela in nella sac à poche, con una bocchetta tonda fine, ricopiate il disegno.
Mettete il foglio di carta forno nel freezer per circa 15 minuti, magari utilizzando un supporto rigido.

Ingredienti per la confettura di Habanero Red Savina

  • 500 kg di Habanero red Savina freschi
  • 500 gr di peperoni rossi
  • 450 gr di zucchero
  • 1 bicchiere di acqua
  • il succo di ½ limone

Preparazione confettura di Habanero Red Savina

Con queste percentuali viene fuori una confettura discretamente piccante, variando il rapporto peperoni/Habanero potete regolare la piccantezza, tenete conto che lo zucchero abbassa la percezione di piccante.
Lavate i peperoncini, privateli del picciolo, e tagliateli a metà, io non tolgo tutti i semi, voi regolatevi come meglio credete.
Pulite i peperoni e tagliateli a tocchetti, mettete peperoni e peperoncini in una pentola capiente,  versate lo zucchero l’acqua e il succo del ½  limone, cuocete per almeno una mezzora mescolando di tanto in tanto.
Alla fine della cottura versate il composto nei barattoli di vetro, vi consiglio di utilizzare dei vasetti piccoli, perché normalmente non se ne usa tantissima quindi un barattolo grosso potrebbe andare a male.
Sterilizzate come meglio credete, io li faccio bollire in una grossa pentola con il fondo e le pareti ricoperta di stracci, per evitare di far rompere i vasetti, copro tutti i vasi con abbondante acqua e li faccio bollire per 45 minuti.

Impiattamento

A questo punto avete tutto il necessario, nei piatti avete la crema, sopra deponete le righe del pentagramma e la chiave di violino, ricordatevi che va al contrario, in alto inserito i biscotti, con i due protagonisti e siete pronti

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

https://www.youtube.com/user/calorifi1/

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.