INSALATA DI POLPO E PATATE (Ricetta base)

Vi confesso che ero molto titubante nel proporre sul blog questa ricetta! In fondo chi non ha mai cucinato nella sua vita una semplice insalata di polipo con le patate? Eppure, di recente, ho scoperto quanto questo non sia propriamente vero! I dubbi e le domande sono ancora parecchi e attuali, poiché cuocere questo piatto così semplice presenta tuttavia non poche insidie! E allora proverò a sfatare qualche falso mito in merito! L’interrogativo principale è legato soprattutto allo stato del polpo. Molti si chiedono se non sia meglio acquistare il mollusco fresco piuttosto che congelato! Il polipo è l’eccezione che conferma la regola. In realtà, le temperature fredde restano il modo più ottimale per snervare le sue carni. Ecco perché il mio consiglio, che è poi in primis quello di coloro che lo pescano, è di congelare il polipo fresco in freezer per almeno due giorni, per poi scongelarlo e cucinarlo. Solo in questo modo, dopo la sua cottura, il polipo non risulterà affatto gommoso, ma al contrario, tenero e digeribile, ottenendo così il massimo rendimento! Ovviamente, una volta decongelato, il polpo andrà consumato entro le 24 ore. Una volta fatto congelare, sappiate inoltre che tuffare il polpo tre volte nell’acqua bollente per arricciare i suoi tentacoli, sarà assolutamente inutile! Un’altra cosa da sapere, è che bollendolo in tanta acqua si disperde il sapore. Quindi, a seconda del peso sappiatevi regolare. I tempi di cottura sono abbastanza lunghi, circa 50 minuti*, che si riducono a poco più di una ventina in pentola a pressione. Non salatelo mai prima, ma semmai alla fine, quando sarà cotto, e senza esagerare. Quando potrete affondare i rebbi di una forchetta o uno stecchino all’attaccatura fra i tentacoli e la testa, avrete la certezza che sarà pronto! Spegnete e lasciatelo raffreddare completamente nella sua acqua di cottura. Solo allora potrete prelevarlo e realizzare le vostre ricette. Dunque, la fase della preparazione è alquanto delicata, ma se seguirete questi piccoli trucchetti, sarà impossibile sbagliare e porterete in tavola in maniera impeccabile uno dei piatti più gustosi della nostra tradizione culinaria. E buon appetito!

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 1 kgpolpo scongelato e già pulito
  • 4patate medie
  • 3 fogliealloro
  • 4 baccheginepro
  • 550 mlbrodo vegetale
  • 1succo di limone
  • 1 ciuffoprezzemolo
  • 80 mlolio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • q.b.pepe nero

Preparazione:

  1. In un tegame, portate a ebollizione il brodo vegetale senza salare, aggiungendo le foglie di alloro e le bacche di ginepro. Una volta raggiunto il bollore, immergete il polpo nell’acqua bollente (fig. 1).

  2. Abbassate la fiamma, coprite e lasciate cuocere per c.a 50′. In ogni caso, prima fate la prova stecchino. Salate e lasciate intiepidire il polpo nella sua acqua di cottura per almeno 1 h (fig. 2).

  3. Nel frattempo, lavate le patate e lessatele in un altro tegame per c.a 25′. Spegnete, fatele intiepidire, privatele della buccia e tagliatele a tocchetti regolari (fig. 3).

  4. Scolate il polpo, dividetelo a metà e tagliatelo a pezzetti, compresa la testa (fig. 4).

  5. Uniteli alle patate all’interno di una capiente insalatiera (fig. 5).

  6. Preparate una citronette con l’olio, il succo di limone, un pizzico di sale e pepe. Aromatizzate con il prezzemolo tritato e mescolate delicatamente per insaporire (fig. 6).

  7. Servite a temperatura ambiente.

  8. E voilà…la vostra insalata di polpo e patate è pronta per essere gustata!

  9. Buon Appetito dalla cucina di FeFè!

*IMPORTANTE:

Per una cottura ottimale ricordate sempre che per ogni 500 grammi di polpo occorrono circa 20-25 minuti.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.