GAMBERI SAGANAKI (Ricetta greca)

Chi mi ha seguita sui social sa che questa estate ho trascorso le mie vacanze in Grecia, ed esattamente a Creta, un’isola meravigliosa, ricca di storia e luoghi incantevoli ed incontaminati! A dire il vero, le isole greche sono diventate la nostra meta preferita, tant’è che poco prima della pandemia, io e mio marito eravamo stati anche a Santorini, molto più piccola e suggestiva. Attraverso la loro cucina, molto semplice ed economica, ho scoperto dei piatti tipici che una volta rientrata a casa avrei voluto replicare per condividerli con voi. I gamberi saganaki fanno proprio parte di questa tradizione! E se siete amanti della gastronomia greca come me, dovete assolutamente provarli! La ricetta è appunto a base di gamberi o gamberetti rigorosamente freschi, sebbene potrebbero essere impiegati anche quelli congelati, ma lo sconsiglio perché verrebbe a perdersi tutto il sapore autentico di questo succulento piatto! L’aggiunta della feta, di cui i greci fanno tanto uso e che a molti farà storcere il naso per l’accostamento con il pesce, è invece l’ampia dimostrazione che certi abbinamenti possono essere fatti, ottenendo risultati davvero gradevolissimi! In effetti il contrasto tra questi due ingredienti è notevole ma credo anche squisitamente perfetto, poiché la dolcezza dei crostacei abbraccia in modo sorprendente la sapidità di questo formaggio locale. E come vi accennavo, essendo gli ingredienti della cucina greca piuttosto semplici, vi basterà aggiungere a questo secondo piatto di mare qualche pomodorini fresco, una cipolla, dell’abbondante prezzemolo e dell’olio extravergine di oliva, e il gioco è fatto! Otterrete un sughetto a prova di scarpetta che sarà perfetto, volendo, anche per condirci due spaghetti allungandolo con un paio di mestoli di acqua di cottura! Una ricetta semplicissima dalla grande resa finale sia nel gusto che nella presentazione.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaGreca
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti:

600 g gamberi (o gamberetti già sgusciati)
400 g pomodorini (freschi)
320 g salsa di pomodoro
2 cucchiai concentrato di pomodoro
150 g feta
prezzemolo tritato (abbondante)
20 ml olio extravergine d’oliva
q.b. sale
q.b. peperoncino in polvere

Strumenti

Passaggi

Prima di preparare questo piatto succulento, procedete a compiere un’operazione molto delicata ovvero quella di pulire i gamberi, eliminando l’intestino interno (fig. 1).

Incidete quindi il dorso dei gamberi con un coltellino o uno stecchino ed eliminate i budellini tirandoli delicatamente, cercando di non romperli (fig. 2).

Una volta puliti, sciacquate abbondantemente sotto l’acqua corrente (fig. 3).

Tamponateli con della carta assorbente da cucina e tenete da parte. In una padella capiente, fate dorare con un bel giro di olio una cipolla trita finemente per un paio di minuti a fiamma vivace (fig. 4).

Aggiungete i pomodori precedentemente lavati e tagliati a pezzetti (fig. 5), unite anche il concentrato di pomodoro e lasciate cuocere per 5′ coperto con un coperchio a fiamma dolce (fig. 6).

Aggiungete anche la salsa di pomodoro e cuocete ancora altri 5′ sempre con un coperchio (fig. 7). Trascorso questo tempo, completate unendo anche i gamberi (fig. 8).

Lasciate insaporire altri 5′ a fuoco dolce , quindi aggiustate di sale, spolverizzate con abbondante prezzemolo trito finemente, pepate a piacere e spegnete (fig. 9)

Trasferite il sughetto leggermente intiepidito all’interno di una teglia* (fig. 10).

Unite anche la feta tagliata a cubetti e proseguite la cottura in forno

Una volta intiepidito, spolverizzate con altro prezzemolo a piacere.

Pronti per la prova scarpetta.

E voilà…i vostri gamberi saganaki sono pronti per essere gustati!

Buon Appetito dalla Cucina di FeFè!

Conservazione

👉 Potrete conservare i gamberi saganaki in frigo coperti da pellicola per alimenti per 2 giorni. Potreste optare per preparare il sugo il giorno prima e infornare il giorno dopo al momento di servire.

Consigli

🟣 * Per praticità, potreste utilizzare un wok e proseguire la cottura direttamente al suo interno, anche dopo l’aggiunta della feta. In tal caso chiudete con un coperchio e lasciate cuocere 20′ a fuoco dolce.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.