INSALATA NIZZARDA

Amici, oggi vi propongo una ricetta che, come un passaparola, mi è stata suggerita da un’amica che a sua volta ha scoperto della sua esistenza grazie ad un’altra sua amica! Insomma, sapete come accadono queste cose quando ci si trova tra donne!? Si scambiano, idee, suggerimenti, consigli, e il risultato è sempre molto stimolante e particolarmente costruttivo. In questo caso, grazie a loro, ho potuto conoscere l’insalata nizzarda, in francese salade niçoise, un piatto tipico appunto della Costa Azzurra e in particolare di Nizza. Questa insalata tuttavia, si è diffusa ormai in tutta l’area mediterranea, seppur con molte varianti. La versione più conosciuta in Italia, per esempio, è quella ligure che prende il nome di condiglione. Indubbiamente, il comune denominatore è sempre un piatto fresco, perfetto in estate per risolvere un pranzo o una cena quando le temperature iniziano a salire! Protagonisti indiscussi i fagiolini, ormai già presenti nei banchi della frutta e verdura, ma anche l’insalata verde, le patate, il tonno, i pomodori, le uova, talvolta le acciughe e tanto altro, conditi con una generosa dose di vinaigrette a base di olio extravergine d’oliva e aceto. Insomma, si un’insalata, ma dall’apporto proteico indiscusso e dal gusto ricco che attribuisce a questo piatto una definizione decisamente più ampia di semplice contorno! Insomma, un tripudio di colori e sapori, un pasto nutriente ed equilibrato che lo elevano ad antipasto se non addirittura a piatto unico! Portatelo con voi al mare, in un pic nic all’aperto o da consumare magari in giardino quando si ha poca voglia di cucinare, perché, a parte pochi ingredienti, si taglia velocemente tutto e si aggiunge a crudo!

Se le insalate sono il vostro pane quotidiano, provate anche queste alternative ricche e golose, tutte da scoprire:

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaVaporeBollitura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera, Estate e Autunno

Ingredienti:

400 g fagiolini
1/2 cespo lattuga
200 g pomodorini
3 patate (medie)
1 cetriolo
10 ravanelli
2 carote
4 uova sode
150 g tonno al naturale (peso sgocciolato)
8 mozzarelline ciliegine
6 olive nere
6 olive verdi in salamoia
q.b. origano secco
Qualche foglia basilico

Ingredienti per la vinaigrette:

60 ml olio extravergine d’oliva
30 ml aceto
1 pizzico sale

Strumenti:

⚠ IN QUESTA RICETTA SONO PRESENTI UNO O PIU’ LINK DI AFFILIAZIONE. I prodotti che consiglio sono gli stessi che uso io nelle mie ricette; acquistarli attraverso il mio blog contribuisce a sostenere me ed il mio lavoro, mentre a voi non costerà nulla di più!

1 Coltello
3 Ciotole
1 Vaporiera
1 Insalatiera

Passaggi:

Iniziate lavando e spuntando i fagiolini.

Lavate, strizzate bene la lattuga e tagliatela a julienne.

Occupatevi anche dei ravanelli, lavandoli ed eliminando il picciolo.

Tagliateli a fettine molto sottili con l’aiuto di un coltello.

Una volta raffreddate, sgusciate le uova sode e dividetele in 4 parti.

Sbucciate le carote, tagliatele a nastro con l’aiuto di un pela patate e tagliate il cetriolo a rondelle.

Lavate e tagliate i pomodorini a fette oppure a spicchi.

Lavate, sbucciate e tagliate le patate a cubetti. Fatele cuocere al vapore insieme ai fagiolini o, in alternativa, lessateli in abbondante acqua non salata, per circa 15′ a partire dall’ebollizione, ma vi consiglio di infilzare i rebbi di una forchetta per valutare il grado di cottura che gradite. In ogni caso non devono essere scotti, ma più tendenti ad una cottura al dente.

Componete la vostra insalata, disponendo alla base di una capiente insalatiera la lattuga, i fagiolini spezzati e le patate ormai freddi, le carote a nastro, i pomodorini, i ravanelli, le uova sode e completate con le olive denocciolate, i filetti di tonno ben sgocciolati e le mozzarelline. Guarnite con foglie di basilico, una spolverata di origano a piacere e condite con la vinaigrette, miscelando l’olio e l’aceto con una presa di sale all’interno di un barattolo. Vi basterà agitarlo per pochi secondi e versare direttamente nell’insalata.

E voilà…la vostra insalata nizzarda è pronta per essere gustata!

L’insalata nizzarda può essere assemblata in anticipo e conservata in frigo coperta da pellicola per alimenti fino a un massimo di 2 giorni per poi essere condita all’ultimo minuto.

🟣 Come ogni ricetta della tradizione, gli ingredienti che compongono la Nizzarda sono ben definiti, ma esistono diverse varianti in base alle città del sud della Francia. La base, su cui tutti sono d’accordo, sono i fagiolini e la lattuga. Non possono poi mancare le uova sode tagliate in quattro spicchi, i pomodori, una manciata di olive nere e il tonno sott’olio. Sull’aggiunta del peperone invece ci sono delle diatribe tra chi lo aggiunge e chi no, e se viene aggiunto, alcuni dicono che debba essere rigorosamente crudo. In altre varianti si trovano poi anche le acciughe sott’olio, il cetriolo, cosa che ha trovato immediatamente il mio assenso per quel tocco di freschezza che dona all’insieme, o ancora fave oppure ravanelli.

🟣 Potrete comunque personalizzare questo piatto con contaminazioni italiane, perché no, ad esempio aggiungendo anelli di cipolla rossa di Tropea oppure capperi di Pantelleria, o addirittura sostituire i pomodori con pomodorini ciliegino di Pachino ecc.

Tutte le ricette e le fotografie sono di mia creazione e proprietà, pertanto protette dal diritto d’autore. L’uso dei contenuti del mio sito è consentito previa ed esplicita autorizzazione e conseguente citazione del sito e del relativo link.


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.