Stinco di maiale alla birra

Lo stinco di maiale alla birra è un secondo piatto molto gustoso, una ricetta popolare nel Nord Europa e specialmente in Germania: tenero, succulento e con la carne che si stacca perfettamente dall’osso, lo stinco di maiale alla birra è un piatto rustico e appetitoso, perfetto da servire per una cena tra amici. Se lo accompagnate poi con delle patate novelle e delle cipolline cotte nella stessa teglia, lo stinco di maiale alla birra acquista ancor più gusto e vi consente di portare in tavola un secondo con contorno economico e di sicuro successo. Lo stinco di maiale alla birra, per risultare tenero e cotto a puntino, necessita di una cottura lenta: per questo se avete una slowcooker, ossia una pentola elettrica per le cotture lente e a bassa temperatura, questo è il momento di utilizzarla. Se non ce l’avete niente paura: con qualche accorgimento lo stinco di maiale si può cuocere anche in forno, avendo l’accortezza di bagnarlo spesso con la birra, in modo che non si asciughi. Altra cosa importante è lasciar marinare la carne a lungo nella birra e negli aromi, se avete tempo anche una notte, in modo che si insaporisca e rimanga più tenera. Per le dosi, considerate che generalmente si serve uno stinco a persona, ma se avete intenzione di inserire lo stinco di maiale alla birra all’interno di un menu già ricco, uno stinco in due può essere sufficiente.

stinco di maiale alla birra ricetta al forno e con la pentola slowcooker il chicco di mais
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    3 ore
  • Porzioni:
    2-4 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

Per lo stinco di maiale alla birra

  • 2 Stinchi di maiale
  • 660 ml Birra (per me senza glutine; se usate la slowcooker ne basteranno 300 ml)
  • 2 spicchi Aglio
  • 2 rametti Timo
  • 2 rametti Rosmarino
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe
  • 3 cucchiai Olio extravergine d’oliva

Per accompagnare

  • 600 g Patate novelle
  • 150 g Cipolle borettane

Preparazione

Per cuocere lo stinco di maiale alla birra al forno (3 ore):

  1. Per preparare lo stinco di maiale alla birra al forno, iniziate facendo marinare gli stinchi nella birra assieme a uno spicchio di aglio sbucciato, un rametto di timo e uno di rosmarino. Mettete tutto in una ciotola e fate riposare in frigorifero almeno 4 ore, meglio se tutta la notte. Trascorso il tempo della marinatura, prendete gli stinchi e asciugateli con un po’ di carta assorbente, quindi salateli e pepateli uniformemente; non buttate via la marinatura.

    Rosolateli in una padella antiaderente con un filo di olio da tutti i lati, quindi alzate la fiamma e sfumate con un mestolino o due del liquido di marinatura.

    Trasferite gli stinchi, assieme al fondo di cottura, in una teglia da forno leggermente unta di olio. Disponetevi anche le patate, uno spicchio di aglio in camicia e le cipolline; salatele, aggiungete un altro po’ di timo e di rosmarino e irrorate il tutto con metà della marinatura rimasta.

    Cuocete lo stinco di maiale alla birra nel forno già caldo a 170° (statico), coprendo la teglia con un foglio di alluminio, per 2 ore. Ogni mezz’ora all’incirca, bagnate la carne con un po’ della marinatura rimasta. Dopo 2 ore togliete la carta stagnola e proseguite la cottura per un’altra ora. Lo stinco di maiale alla birra è pronto quando il grasso si sarà sciolto e la carne si staccherà bene dall’osso.

    verticale_stinco di maiale alla birra ricetta al forno e con la pentola slowcooker il chicco di mais

Per cuocere lo stinco di maiale nella slowcooker (6-12 ore):

  1. Per preparare lo stinco di maiale alla birra con la slowcooker le operazioni preliminari sono le stesse della cottura al forno: fate marinare la carne con la birra, un po’ di rosmarino, un po’ di timo e uno spicchio di aglio per almeno 4 ore. Quindi prelevate gli stinchi senza buttar via la marinatura, asciugateli con un po’ di carta da cucina (1), salateli e pepateli accuratamente da tutti i lati (2). Poiché i cibi cotti nella slowcooker non vengono belli dorati, proprio a causa della cottura a basse temperature, prima di rosolare la carne passate in padella anche le patate: ungete una padella antiaderente con un filo di olio e aggiungete le patate novelle (3).

  2. Fatele rosolare per 2-3 minuti da tutti i lati, quindi unitevi anche le cipolline e fate in modo che prendano colore (4). Salatele, toglietele dal fuoco e tenetele da parte. Nella stessa padella fate rosolare gli stinchi (5) girandoli bene da tutti i lati. Quando saranno dorati, alzate la fiamma e sfumate con un mestolo della marinatura alla birra (6).

    stinco di maiale alla birra ricetta al forno e con la pentola slowcooker il chicco di mais 2 rosolare lo stinco
  3. Lasciate evaporare e spegnete il fuoco. Ungete con un filo di olio la pentola slowcooker e preriscaldatela, quindi sistematevi le patate novelle, le cipolline e uno spicchio di aglio in camicia (7). Sopra le verdure disponete gli stinchi condendo il tutto con un altro po’ di timo e di rosmarino; versatevi infine tutta la marinatura rimasta (8). Mettete il coperchio e cuocete lo stinco di maiale alla birra per 12 ore in modalità low, oppure 6 ore in modalità high. A fine cottura il grasso si sarà sciolto e la carne si staccherà dall’osso (9). Prelevate carne e verdure e tenetele al caldo, versate il fondo di cottura in una padella e fatelo bollire per 5-6 minuti per addensarlo.

    stinco di maiale alla birra ricetta al forno e con la pentola slowcooker il chicco di mais 3 cuocere lo stinco con patate
  4. Servite lo stinco di maiale alla birra assieme alle patate novelle e alle cipolline.

    stinco di maiale alla birra cotto nella slowcooker

Note

Se ti è piaciuta la ricetta dello stinco di maiale alla birra segui il Chicco di Mais anche su Facebook e Twitter e Google+ mentre qui trovi tutti i secondi di carne.

Precedente Pardulas o formaggelle sarde Successivo Menu per Pasqua 2018

2 commenti su “Stinco di maiale alla birra

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.