Marmellata di prugne



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lavorare per avere soddisfazione: questo è il mio motto quando preparo le marmellate e i sughi fatti in casa…

Ieri ho fatto la crostata ed ho usato questa marmellata, nei prossimi giorni farò un semifreddo e la utilizzerò nuovamente…in più per colazione sulle fette biscottate è un’ottima soluzione!

Ingredienti:

per 2 kg di prugne snocciolate aggiungere 1 kg di zucchero

i bicchiere d’acqua

Lavare le prugne, snocciolarle e metterle in una pentola capiente. Aggiungere un bicchiere d’acqua e mettere sul fornello a fuoco alto. Portare ad ebollizione e continuare la cottura per 10 minuti a fuoco dolce. Togliere dal fuoco, aggiungere lo zucchero e amalgamare bene mescolando con il cucchiaio di legno. Rimettere sul fuoco e proseguire la cottura per 15 minuti, mescolare spesso. Spegnere il fuoco lasciare intiepidire un po’ (non è obbligatorio, come siete più comode) e passare il composto con il passaverdure.

Dopo di che rimettere il composto nella pentola e fate cuocere per due ore, quando vedete in superficie una schiumina toglietela con un cucchiaio e mescolate.

Il tempo di cottura può variare in base alla qualità della prugna, cioè se è più o meno succosa, comunque quando mescolate vi accorgete della consistenza della marmellata, per sicurezza potete vuotarne un cucchiaio in un piattino e  provare a inclinarlo, non deve scivolare troppo velocemente.

Preparate i vasetti (all’incirca sei), io ho usato quelli terminati delle marmellate acquistate con il tappo ovviamente che si abbassa, riempiteli con la marmellata bollente (appena spenta!)  utilizzando l’imbuto ed il mestolo, chiudete con i tappi e avvolgeteli in una coperta di lana, il tutto posizionato in una bacinella.

Quando si saranno raffreddati i tappi si saranno abbassati, la sterilizzazione sarà avvenuta con successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.