Sgombri marinati al bergamotto, in olio Evo e zeste di Bergamotto

Sgombri marinati al bergamotto, in olio Evo e zeste di Bergamotto

Sgombri marinati al bergamotto in olio e zeste di Bergamotto
Sgombri marinati al bergamotto in olio e zeste di Bergamotto

Questo è il periodo in cui, si trovano gli sgombri di buone pezzature, a prezzi intono a 6 €uro, quindi molto convenienti. Oggi vi dico come utilizzo il filetti del pesce. Le prime volte che preparavo questo piatto, utilizzavo solo il sale grosso, ma non ottenevo, un buon risultato, il sapore era molto aggressivo.
Dopo diverse prove, ho trovato questo metodo, che permette di ottenere un risultato ottimale.

Ingredienti 

8 Sgombri grossi
4 Bergamotti la buccia
900 gr Sale fine
600 gr Zucchero

Preparazione

Dopo aver pulito il pesce lavate e asciugate bene i filetti, aiutandovi con la pinzetta, eliminate tutte le spine.
fate una miscela con 60% di sale e 40% di zucchero, in un contenitore mettete uno strato di composto e poggiate i filetti con la pelle rivolta verso il basso, sopra i filetti grattugiate le zeste di 3 bergamotti coprite il tutto con il resto del composto.
Coprite il tutto con della pellicola e in frigo nella parte alta, o fuori dal frigo in un posto lontano da fonti di calore, per 20-24.
Con l’aiuto di un pelapatate bel affilato togliete la buccia del quarto bergamotto, eliminate tutte le parti bianche e fateli asciugare in forno per 1 ora a 50 gradi.
Passate le 24 ore togliete dal frigo, i filetti, sciacquate e asciugateli bene,
Nella parte della cosa essendo la carne più fine i filetti risulteranno più duri.
Dividete i filetti la parte più dura da una parte e quella più tenera da un’altra.
Mettete tutto sott’olio Evo, in due contenitori separati, per un paio di giorni, insieme alle zeste che avete seccato in forno.
La parte delle code la possiamo usare per fare delle creme il resto per delle tartine.

Buon appetito

Se volete preparare delle ricette con pesce non perfettamente cotto, qui potete vedere cosa con viene fare per evitare problemi.
 http://blog.giallozafferano.it/peperonciniedintorni/anisakis/

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://plus.google.com/u/0/
https://twitter.com/@calorifi
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

 

Precedente Arriva in libreria "Che mondo sarebbe" Successivo Fiore di Scorfano, e la sua pelle, marinato al Bergamotto e olive nere al forno

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.