…..e ce n’ hai uno d’ arti’olo!!!!

…..e ce n’ hai uno d’ arti’olo!!!!

.....e ce n' hai uno d' arti'olo!!!!
…..e ce n’ hai uno d’ arti’olo!!!!

Vi spiego il titolo, mi chiama Lorenzo, un amico Fiorentino, invitato a cena, a casa mia a Livorno,
Lorenzo: ciao, per questa sera tutto ok, senti è arrivata un’amica di mia figlia, può venire alche lei
Io: certamente nessun problema
Lorenzo: le piacerebbe assaggiare il 5 e 5.
Io: nessun problema Vado da Gagarin e ne prendo un po’, poi faccio due melenzane sotto il pesto.
Lorenzo: no perché è allergica all’olio di semi.
Io: Ok allora faro qualcosa io con i ceci ma non il 5 e 5, quello è un’istituzione e si fa solo così.

Lorenzo: ma vorrebbe sentire anche il sapore del mare, ma è allergica al pesce.
Io: …..e ce n’ hai uno d’ arti’olo!!!!, l’esclamazione esce spontanea, Lorenzo non ha capito, voleva che ripetessi, niente niente a questa sera.

Ingrediente per 4 persone
350 gr di ceci secchi
4 panini (io ho usato delle tartarughe)
200 gr di salicornia
200 gr di pistacchi tostati sgusciati
1 cucchiaio di Crema di peperoncino, io ho utilizzato crema di Cayenna Suriano
2 noci
1 costa di sedano
1 carota
1 cipolla
Olio EVO q.b.
1 cucchiaino di crema di peperoncino
Sale q.b.

Preparazione

Lasciate per 12 ore i ceci in ammollo in abbondate acqua. Passate le 12 ore, metteteli a cuocere con 1 litro abbondante di acqua poco salata per circa 60 minuti, con la costa di sedano, la carota e la cipolla.
Fate raffreddare e con una forchetta schiacciate i ceci, dovete rompere il chicco ma lasciando dei pezzetti.
Aggiungete ai ceci schiacciati, un cucchiaino di crema di peperoncino, se non la avete pestate in un mortaio il peperoncino annum, con poco sale grosso e dell’olio evo, dopo aver aggiunto il pesto, aggiustate di sale e amalgamate bene.
Aiutandovi con un coppapasta preparate delle rondelle alte circa un centimetro e mezzo, disponetele su carta forno e infornate per circa, 15 minuti a 160 gradi e 10 minuti a 200 gradi, serve a dare consistenza e formare la crosticina.
Mentre i ceci sono in forno, pulite la salicornia e le noci e con un coltello riduceteli in un battuto fine.
Spezzettate ¾ dei pistacchi, a formare una granella.
Passate la salicornia sul pane deponete sopra la polpetta di ceci, coprite con altro pesto e sopra deponete la granella di pistacchi.
I ceci ci sono, il sapore non manca, con la salicornia il mare si sente, missione compiuta

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://plus.google.com/u/0/
https://twitter.com/@calorifi
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

Ceci e Crema di peperoncino
Ceci e Crema di peperoncino
Formazione polpette
Formazione polpette
Polpetta formata
Polpetta formata
Polpette Pronte
Polpette Pronte
Precedente Tteepee dal cuore Dolce Piccante Successivo Centinaio, su Ceta vogliamo capire

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.