Stroscia

La Stroscia è una specialità tipica di Pietrabruna, piccolo borgo ligure dell’Imperiese.

Si chiama così dal verbo “strosciare” che in dialetto ligure significa rompere, strappare.

E’ infatti un dolce ligure friabile che da non si taglia con il coltello, bensì si spezza con le mani.

Gli ingredienti della Stroscia sono pochi, ma devono essere di ottima qualità: farina, lievito, zucchero e olio extravergine di olive taggiasche.

Anticamente per fare lievitare leggermente l’impasto si usava il “levau“, ossia farina impastata con acqua e lasciata riposare per 5 giorni sotto delle coperte.

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

500 g farina
1 bustina lievito in polvere per dolci
150 g zucchero
1 bicchiere marsala
2 cucchiai zucchero

Strumenti

1 Teglia
oppure

Passaggi

Unire la farina, il lievito e lo zucchero, aggiungere poco olio al centro e impastare.

Continuando ad impastare, aggiungere, alternandoli, l’olio e il marsala.

Oliare la teglia (tonda 60 cm), versare il composto per una altezza di 1 cm. Spargere sopra i due cucchiai di zucchero.

Cuocere in forno a 180°, statico, per 30 minuti.

Tagliare – con le mani – solo una volta raffreddata.

Link affiliato #adv

Accostamento perfetto con la Stroscia: un vino ligure come il Pigato.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da viaggiandomangiando

Classe 1980, ligure, ha pubblicato tre romanzi e altrettante raccolte di poesia, diplomata al Centro Sperimentabile di Cinematografia in sceneggiatura e produzione fiction televisiva, si occupa dell'organizzazione degli eventi artistico/culturali dell'associazione di cui è presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.