Ragù di salsiccia

Il ragù di salsiccia è uno di quei condimenti, dal gusto deciso e inimitabile, che sta bene con tutto: polenta, pasta corta, pasta all’uovo o fette di pane abbrustolito.

La salsiccia è un insaccato di carne, tipico di molte zone d’Italia, famoso e consumato in tutto il mondo. Sembra che questo gustoso prodotto debba il proprio nome al termine latino salsicia, fusione di salsus e insicia che tradotto significa rispettivamente salato e ripieno. A seconda di come viene condito e della sua zona di provenienza prende varie denominazioni: salamella, salamina, bardiccio, zazzicchia, salamino, luganega

L’origine è antica e le prime tracce storiche arrivano dai Lucani (l’antica Lucania coincide con l’attuale Basilicata) che impiegavano il budello di maiale per infagottare la carne (solitamente un misto di carni magre e grasse tagliate a dadini o tritate) assieme alle spezie e al sale.

La salsiccia cotta con la salsa di pomodoro e i sapori ci fa sognare ad occhi aperti quindi, cucchiai alla mano, pronti a cucinare il nostro ragù!

Ragù di salsiccia
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1carota
  • 1gambo di sedano
  • 1cipolla
  • 400 gsalsiccia
  • 400 gpassata di pomodoro
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • Mezzo bicchierevino rosso
  • 1 cucchiainosemi di finocchio
  • 1 cucchiainozucchero
  • 1 bicchierinoacqua

Strumenti

  • Casseruola
  • Cucchiaio di legno
  • Tritatutto
  • Pelapatate
  • Coltello

Preparazione

  1. Ragù di salsiccia

    Tritare le verdure lavate e pulite (carota, sedano e cipolla).

    Metterle in una casseruola con olio e la salsiccia spellata a tocchetti. Mescolare con un cucchiaio di legno e far soffriggere 5 minuti. Sfumare con il vino e aggiungere i semi di finocchio. Far evaporare per 5 minuti a fuoco vivace.

    Unire la passata di pomodoro, l’acqua, il sale e lo zucchero.

    Cuocere a fuoco lento per circa 50 minuti, mescolando di tanto in tanto.

    Consiglio: se si asciuga troppo aggiungere un po’ di acqua. Spegnere il fuoco e aggiustare di sale. Utilizzare a piacere.

Altre ricette

Potrebbe interessarvi anche il ragù alla bolognese, la pasta al ragù bianco e piselli, il ragù di lenticchie rosse, il tocco de funzi (sugo di funghi secchi) e il tocco alla genovese (sugo di carne).

Per non perdere le mie ricette, potete seguirmi su YouTube, su Facebook, su Instagram, su Pinterestsu Twitter e su Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.