Puntarelle e uova in insalata

Puntarelle e uova in insalata sono un piatto leggero e gustoso che tiene d’occhio le calorie e aiuta a stare in foma. Può essere servito come antipasto, secondo piatto o piatto unico per un pranzo light!

Le puntarelle sono i germogli di una varietà di cicoria catalogna (detta anche spigata) a forma di cespo con foglie verde intenso e forma allungata. Dentro al cespo si trovano i talli, chiamati appunto  puntarelle che assomigliano a dei piccoli asparagi bianchi.

Questa cicoria ha numerose proprietà benefiche per il nostro organismo ed è ricca di fibre, sali minerali e vitamine. Solitamente si consuma cruda, come in questa insalata, ma si può consumare anche cotta come, ad esempio, nei tortiglioni con le puntarelle romane.

germogli hanno una consistenza croccante e un sapore amarognolo che ben si sposa con le uova sode e le acciughe. Io ho aggiunto qualche ravanello per una nota di piccantezza e colore e ho condito l’insalata con una gustosa vinaigrette.

Puntarelle e uova in insalata
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione12 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura9 Minuti
  • Porzioni1 persona
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 4uova
  • 8acciughe sott’olio
  • 4ravanelli
  • 1 cespocatalogna spigata per puntarelle
  • Mezzo spicchioaglio senza anima
  • 4 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiaiaceto (vino bianco o rosso)
  • q.b.sale e pepe

Strumenti

  • Pentola
  • Coltello
  • Tagliapuntarelle (facoltativo)
  • Ciotola acqua e ghiaccio
  • Barattolo

Preparazione

  1. Puntarelle e uova in insalata

    Eliminare le foglie esterne alla catalogna.

    Staccare ogni puntarella, passarla sotto l’acqua corrente, tagliarla in due per il lungo e di ogni parte ricavare delle striscioline. Se avete il tagliapuntarelle si farà molto rapidamente senza nemmeno dover tagliare i germogli a metà ma semplicemente premendoli contro la griglia e si taglieranno da soli.

    Immergere le striscioline immediatamente in una ciotola di acqua e ghiaccio. Lasciare a riposare almeno mezz’ora o anche più.

    Consiglio: non buttate via le foglie più verdi che potrebbero servirvi da ripassare in padella (vedi mia ricetta sulla catalogna).

    Nel frattempo, mettere le uova con il guscio lavato in un pentolino e farle bollire 8/9 minuti dall’ebollizione. Poi passatle sotto l’acqua fredda e sgusciarle.

    Eliminare la parte verde e la radichetta dei ravanelli. Lavarli e tagliarli a fettine sottili. Spellare l’aglio e metterlo in un barattolo con 4 acciughe tritate a coltello, l‘olio, l’aceto, sale e pepe.

    Scolare e asciugare le puntarelle e suddividerle nei piatti. Poi aggiungere i ravanelli, i filetti di acciuga rimasti e le uova tagliate in 4 parti.

    Chiudere il barattolo e agitare con decisione in modo da emulsionare la vinaigrette. Eliminare l’aglio e condire l’insalata.

Consigli e altre ricette

Per rendere le puntarelle ancora più croccanti e meno amare è bene lasciarle, appena lavate e tagliate, per almeno un’ora in acqua e ghiaccio. Per tagliarle io ho comprato un attrezzo molto economico che si chiama tagliapuntarelle e si trova anche facilmente online.

Se vi piacciono le insalate. cliccate su questo LINK per leggere tutte le mie ricette. Potete sostituire la vinaigrette con la mia ricetta della citronette.

Per non perdere le mie ricette, potete seguirmi su YouTube, su Facebook, su Instagram, su Pinterestsu Twitter e su Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.