Pasta con sugo di salsiccia e scarola

La pasta con sugo di salsiccia e scarola è nata aprendo il frigo di casa senza avere le idee chiarissime su cosa preparare per cena. Avevo una bella scarola fresca, due strisce di salsiccia avanzate e pochissimo tempo.

Ho pensato di abbinare questi due ingredienti per condire una pasta veloce, visto che con la salsiccia vi avevo già proposto alcuni sughetti, tutti realizzati con qualche verdura (broccolo, cavolfiore e zucca) e molto apprezzati per il sapore e i tempi rapidissimi. Il sugo, infatti, può cuocere contemporaneamente alla pasta.

La scarola è una verdura leggermente amarognola, poco calorica e ricca di acqua, di sali minerali, fibre e vitamine, soprattutto A e K. Migliora le funzioni dell’apparato digerente (stomaco e intestino), previene il colesterolo e ha potere disintossicante. Si può mangiare sia cruda (spesso abbinata in insalata all’indivia riccia) che cotta, come in questo caso.

Nella pizza di scarola, questa verdura si cucina con l’uvetta e i pinoli. E così li ho aggiunti anche in questo sughetto, dopo aver rosolato la salsiccia con la verdura.

Il risultato ci è piaciuto molto ed è stato un modo per fare mangiare un po’ di verdura al mio adolescente preferito 😉 che ha brontolato come sempre ma poi ha finito il piatto di pasta in un baleno!

Pasta con sugo di salsiccia e scarola
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 gpasta corta
  • 350 gScarola
  • 250 gSalsiccia
  • Una manciata di pinoli
  • 40 gUvetta
  • q.b.Olio EVO
  • q.b.Sale e pepe

Strumenti

  • Wok o padella antiaderente
  • Cucchiaio di legno
  • Ciotola piccola
  • Tagliere
  • Coltello
  • Centrifuga
  • Pentola e scolapasta

Preparazione

Guardate anche la videoricetta.
  1. Pasta con sugo di salsiccia e scarola

    Lavare la scarola nella centrifuga e tagliarla a striscioline.

    In una ciotolina, mettere l’uvetta a bagno in acqua tiepida.

    Eliminare il budello dalla salsiccia, farne dei piccoli tocchetti e rosolarli in uno wok con un filo di olio per 5 minuti. Eliminare il grasso in accesso.

    Aggiungere la scarola, farla appassire e asciugare a fuoco lento per 5 minuti.

    Poi unire anche uvetta e pinoli e cuocere ancora 2 minut1. Aggiustare di sale e pepe.

    Nel frattempo cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla al dente e passarla nello wok con il sugo. Servire calda.

    Consiglio: il sugo si salsiccia e scarola è ideale con una pasta corta tipo penne o maccheroni.

Consigli e altre ricette

Vi potrebbero interessare anche gli spaghetti al pomodoro, le busiate al ragù di tonno e cannellini, le linguine con alici fresche, pomodorini e pane croccante, la pasta con taccole e zucchine e la pasta caprese.

In questa ricetta ho utilizzato l’olio extravergine di oliva ROI.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.