Liquore al cioccolato

Il liquore al cioccolato non può mancare tra le nostre coccole home-made di fine giornata, ottimo da sorseggiare sul divano mentre si legge un buon libro o si guarda un film.

Il suo gusto è dolce e la consistenza è così cremosa che conquista tutti, in particolare gli amanti della cioccolata.

Una graziosa bottiglietta di questo liquore non deve mai mancare per concedersi ogni tanto un po’ di dolcezza, da soli o in compagnia. Per me è un modo di volersi bene!

Il liquore al cioccolato si può gustare caldo, freddo oppure per arricchire dolci al cucchiaio. E’ da provare sul gelato fiordilatte, come bagna per i dolci (vedi il rotolo tiramisù) o per correggere il caffè.

Insomma, cosa aspettate? Se avete gli ingredienti e un quarto d’ora di tempo, tra pochi giorni potrete già avere la vostra coccola già pronta. Mi raccomando scegliete bottigliette carine… 😉

Liquore al cioccolato
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo3 Giorni
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni1,5 l di liquore
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gZucchero
  • 125 gCacao amaro in polvere
  • 150 mlAlcol 95°
  • 200 mlpanna fresca (senza carragenina)
  • 1 llatte

Strumenti

  • Pentola
  • Mestolo
  • Imbuto
  • Bottigliette di vetro con tappo
  • Setaccio
  • Frusta a mano

Preparazione

Attenzione: fate attenzione in etichetta che la panna fresca non contenga carragenina (una sostanza addensante) che farebbe solidificare il liquore.
  1. Liquore al cioccolato

    Versare lo zucchero in una pentola con il cacao amaro setacciato.

    Mescolando bene con la frusta, aggiungere il latte e la panna.

    Scaldare sul fuoco, sempre mescolando, e appena bolle spegnere. Lasciare raffreddare completamente.

    Aggiungere l’alcool. Amalgamare bene.

    Imbottigliare. Etichettare e far riposare qualche giorno. Poi potrete assaggiare questa delizia.

    Il liquore si conserva in frigorifero per circa 6 mesi.

Altre ricette

Se siete interessati ai liquori fatti in casa, potrebbero interessarvi: limoncello, fragolino, liquore al caffè o alla melagrana. Oppure l’uvetta e le albicocche secche sotto grappa.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,   Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.