Crea sito

Il pesto di cavolo nero

Il pesto di cavolo nero è un condimento per la pasta molto saporito e originale.

Da ligure potete immaginare quanto io sia affezionata al pesto genovese con il nostro basilico genovese DOP . Praticamente lo mangiamo almeno una volta a settimana, soprattutto quello che fa nonna Adriana. A casa mia ne vanno matti!

Spesso, però, mi piace provare qualcosa di diverso, sempre utilizzando prodotti biologici o di alta qualità. In questo caso il cavolo nero, l’olio extravergine, l’aglio di Vessalico, il parmigiano reggiano, il sale di guérande e i pinoli.

Il cavolo nero è un ortaggio della tradizione toscana. Come vi ho già scritto nella ricetta della polenta con il cavolo nero, si tratta di una verdura buonissima e molto salutare.

Il cavolo nero, infatti,è un ortaggio con tantissime proprietà; un alimento ricco di vitamine, sali minerali, antiossidanti ed omega 3. Previene i tumori (soprattutto al seno ed al colon), protegge il cuore, gli occhi e le ossa e fa diminuire il colesterolo.

Questa salsa è adatta per condire qualsiasi tipo pasta secca. Per ammorbidire un po’ il gusto ho un po’ modificato le proporzioni tra gli ingredienti rispetto al pesto genovese.

Inoltre consiglio di cuocere insieme alla pasta due patate tagliate a fettine. Consiglio prima di condire il tutto di diluire il pesto con un po’ di acqua calda di bollitura oppure di ripassarlo in padella con la pasta perché il calore ne esalta il sapore.

Siete pronti? Via!

Pesto di cavolo nero
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 100 gFoglie tenere di cavolo nero
  • 80 gParmigiano Reggiano DOP
  • Mezzo spicchioAglio di Vessalico (Facoltativo)
  • 30 gPinoli
  • 100 mlOlio EVO
  • q.b.Sale

Strumenti

  • Frullatore / Mixer

Preparazione

  1. Pesto di cavolo nero

    Lavare le foglie tenere del cavolo nero e togliere la parte centrale più dura. Per farlo, prendere la foglia dalla base e tirare. In un attimo, la parte verde più tenera vi rimarrà tra le mani. Sbollentare le foglie per pochi minuti. Scolarle, passarle sotto l’acqua fredda e strizzarle bene.

    Grattugiare il parmigiano in un mixer. Poi inserire anche le foglie di cavolo, i pinoli, lo spicchio di aglio (facoltativo) e il sale. Frullare finemente. Aggiungere l’olio e farlo amalgamare in modo che il pesto sia bello cremoso.

    Se avete un mortaio si può preparare nello stesso modo del pesto normale.

    Prima di usarlo per condire la pasta, sciogliere il pesto di cavolo nero con due cucchiai di acqua bollente della pasta.


Agli di Vessalico

L’aglio di Vessalico si caratterizza per il suo aroma gradevole e delicato che lo rende molto digeribile. La zona di origine è la Valle Arroscia, in Liguria, che costituisce un passaggio obbligato per tutti gli scambi commerciali tra la regione Piemonte e la Liguria.

Altri tipi di pesto con verdure

Molti di voi mi hanno inviato nuove ricette di pesto a base di verdure. Per esempio si può fare con la borragine o con le cime di rapa. Sempre sbollentando le verdure e passandole poi sotto l’acqua fredda prima di strizzarle e procedere con il pesto.

Pinoli o noci

Alcuni di voi per il pesto di cavolo nero ritengono i pinoli troppo delicati come gusto e usano le noci o con le mandorle.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.