Crea sito

Frittura di gamberi e calamaretti

La frittura di gamberi e calamaretti è un classico piatto che si ordina al ristorante quando si è al mare. Eppure vedrete che è possibile prepararlo anche a casa.

Approfitto di questa ricetta per parlarvi della frittura che, come metodo di cottura, utilizzo con moderazione perchè calorica e ricca di grassi (soprattutto se non preparata correttamente). Resta il fatto che la amo molto perchè tutto ciò che è fritto è buonissimo. 😉

Friggere significa immergere gli alimenti in un grasso bollente (in genere olio) ad una temperatura che varia tra i 160° e i 190° C, a seconda di ciò che si vuole preparare e dalle sue dimensioni. I cibi prima di essere fritti possono essere infarinati, impanati o passati in pastelle per renderli più croccanti.

Per avere un risultato perfetto basta seguire alcune regole:

friggere all’ulitmo momento per garantire che gli alimenti siano fragranti e croccanti. Dopo un po’ di tempo sennò la frittura si ammoscia assorbendo acqua.

– la temperatura dell’olio deve essere costante per tutta la cottura, sennò il cibo si impregna di grasso, rendendolo sgradevole e poco sano. Meglio quindi friggere piccole quantità di alimento poco per volta.

– l’olio migliore da utilizzare è quello extravergine di oliva, perchè ricco di acidi grassi monoinsaturi che gli consentono di conservare le proprie caratteristiche anche ad alte temperature, cosa che non accade con quelli di semi. Fa eccezione l’olio di semi di arachidi che ha anche il vantaggio di essere più economico.

La preparazione della frittura di gamberi e calamaretti è squisita, semplice e veloce; l’unico problema è che alla fine bisognerà pulire bene i fornelli dalle goccioline di unto che saranno schizzate… ma ne vale assolutamente la pena!

Frittura di gamberi e calamari
  • DifficoltàBassa
  • CostoCostoso
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 ggamberi rosa
  • 250 gcalamaretti piccoli interi
  • q.b.olio extravergine d’oliva o di semi di arachide
  • q.b.farina di grano duro
  • q.b.sale

Strumenti

  • Pentola da bordi alti per friggere
  • Schiumarola per fritti
  • Carta paglia
  • Coltello
  • 2 Sacchetti di plastica per alimenti
  • Carta assorbente
  • Colino o setaccio
  • Termometro da cucina a immersione

Preparazione

  1. Frittura di gamberi e calamari

    Sciacquare i gamberi.

    Pulire i calamari e separare il mantello dai tentacoli, che friggerete separatamente.

    Asciugare entrambi con carta assorbente.

    Attenzione: se avete trovato calamari più grandi tagliateli ad anelli.

    Mettere i calamari in un sacchetto di plastica con qualche cucchiaio di farina di grano duro rimacinata e scuotere in modo siano completamente ricoperti dalla farina.

    Fare la stessa cosa con i gamberi, facendo attenzione a non romperli.

    Scaldare abbondante olio nella pentola per friggere. Portarlo a 170°C.

    Mentre l’olio si scalda, rovesciare prima i calamaretti e poi i gamberi in un colino (o un setaccio) e scuotere per rimuovere la farina in eccesso.

    Tuffare i calamaretti un po’ alla volta nell’olio bollente e lasciarli dorare pochi minuti.

    Scolare i calamari con un mestolo forato ed adagiarli su fogli di carta paglia affinché s’asciughino dall’olio in eccesso.

    Friggere, anche i gamberetti.

    Consiglio: se potete friggete i calamari e i gamberi contemporaneamente in 2 pentole diverse.

    Salare la frittura e servire ancora calda.

    Attenzione: se vi piace il limone, non spremerlo mai nel piatto sul fritto perchè lo rende meno croccante ma lasciate fette intere che oguno può spremere a piacere.

Altre ricette

Se vi è piaciuta questa ricetta, potrebbero interessarvi anche moscardini novelli fritti, i latterini fritti, le acciughe impanate e fritte e le acciughe fritte alla ligure.

Se vi piacciono le mie ricette mi trovate anche su  YouTube,  FacebookInstagramPinterestTwitter Telegram.

4,6 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.