Cheesecake salata al pesto

La cheesecake salata al pesto è una torta molto originale, fresca e ottima da servire nella stagione calda. Sì perchè non dovrete assolutamente accendere il forno per prepararla!

Per cucinarla servono pochi e semplici ingredienti. Il più importante è un buon pesto alla genovese. Se volete potete trovare la mia ricetta cliccando su questo link.

Per renderla più scenografica potrete decorarla con verdure estive. Io, per esempio, ho usato pomodorini colorati, pinoli e qualche foglia di basilico.

Lasciatevi trasportare dalla fantasia e la vostra cheesecake sarà un vero successo. Più sarà colorata è più sarà bella e i vostri ospiti rimarranno a bocca aperta.

La cheesecake salata al pesto può essere servita come antipasto freddo o come secondo piatto. Difficilmente ne avanzerà ma, se dovesse accadere, si conserva in frigo per due giorni.

Cheese cake salata al pesto
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Base

  • 100 ggrissini
  • 20 gpinoli
  • 80 gburro morbido

Ripieno

  • 100 gpesto alla Genovese
  • 250 gricotta
  • 5 ggelatina in fogli
  • 100 grobiola o formaggio spalmabile
  • 50 gpanna fresca liquida

Decorazione

  • pomodorini colorati
  • foglie di basilico
  • pinoli
  • sale
  • olio evo

Strumenti

  • Tortiera ad anello di 22 cm
  • Robot da cucina o ciotola con pestello
  • Cucchiaio
  • Coltello
  • Pentolino

Preparazione

Base

  1. cheese cake salata

    In un robot da cucina (o in una ciotola con un pestello) sbriciolare i grissini, poi aggiungere i pinoli e il burro ammorbidito (se volete prima scaldatelo un pochino in microonde).

    Mescolare bene in modo che si ottenga un composto che stia insieme e si possa compattare.

    Trasferirlo sul fondo della tortiera ad anello (22 cm) e schiacciarlo col dorso del cucchiaio.

    Lasciarlo riposare in frigo. Nel frattempo preparare il ripieno.

Ripieno

  1. Cheese cake salata al pesto

    Mettere la gelatina a bagno in acqua fredda per 5 minuti.

    Nel robot da cucina o in una ciotola, amalgamate mescolando la ricotta, la robiola (o formaggio spalmabile) e il pesto.

    Far sciogliere nella panna in un pentolino, a fuoco basso, la gelatina strizzata. Aggiungere al ripieno e mescolare bene.

    Versare questa crema al pesto sulla base della cheese cake, livellare la superficie e lasciare riposare fuori dal frigo per un’oretta e poi in frigo per almeno due ore.

Decorazione

  1. cheese cake salata

    Prima di servirla, decorare a piacere. Nel mio caso ho lavato e tagliato dei pomodori rossi varietà piccadilly, li ho disposti sulla torta salata insieme a pomodorini gialli interi, qualche pinolo e foglie di basilico.

    Poi salare e irrorare con un filo di olio evo.

Altre ricette

Se vi è piaciuta questa ricetta potrebbero interessarvi anche la crostata salata morbida, le cupolette di tonno e patate, la brisé al fomaggio broccoli e pomodorini, la frittata di catalogna,  quella di topinambur, di bietole, di zucchine o di preboggion. Vi consiglio anche gli asparagi in sfoglia.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,   Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.