Crea sito

Acciughe (alici) marinate al limone senza rischio anisakis

Le acciughe marinate al limone sono un antipasto leggero e gustoso che piace a tutti. La ricetta è molto semplice e non prevede cottura perchè il pesce viene cotto dall’acidità dei limoni.

Le alici si possono, come abbiamo già visto nel blog, cucinare in mille modi: fritte, in padella, nei sughi o nelle torte salate (vedi ricette nelle note). Il loro sapore è buonissimo, sono delicate, leggere e ricchissime dei famosi omega3.

Purtroppo, però, se si vogliono consumare crude, c’è il rischio anisakis: un pericoloso parassita (verme nematode) che dall’intestito di alcuni pesci (tra cui le acciughe) passa alle carni e se ingerito può creare grossi problemi all’uomo. L’unico modo per ucciderlo è il freddo o una cottura profonda.

Per questo motivo in molti hanno smesso di preparare a casa le alici marinate. Rinunciare però è un vero peccato!

Con il decreto del 17 luglio 2013, il Ministero della Salute introduce la possibilità di utilizzare per il pesce crudo non solo l’abbattitore ma anche il congelatore domestico contrassegnato da tre o più stelle. Il pesce prima di essere consumato deve essere preventivamente congelato per almeno 96 ore a -18° C.

Ecco, quindi, che seguendo passo passo le istruzioni, potrete preparare questa prelibatezza anche a casa… proprio come al ristorante!

Acciughe marinate
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo5 Giorni
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gAcciughe (alici) pulite
  • 5Limoni
  • Sale
  • Origano
  • Pomodorini
  • OlioEVO

Strumenti

  • Congelatore a tre o più stelle
  • Contenitore
  • Spremiagrumi
  • Tagliere
  • Carta assorbente

Preparazione

  1. Acciughe marinate al limone

    Pulire e congelare le acciughe.

    Tenere la testa con due dita, staccarla all’altezza delle branchie, tirandola verso di voi. Estrarre ora le interiora con un dito.

    Aprire delicatamente le alici a libro ed togliere la lisca dorsale del pesce.

    Lavarle sotto l’acqua corrente fredda ed asciugarle su di un tagliere tamponandole con carta assorbente.

    Metterle in un contenitore chiuso nel congelatore domestico almeno per 96 ore (mi raccomando meglio un po’ di più che meno!)

  2. Acciughe marinate al limone

    Trascorso questo tempo, tirare fuori le alici e farle scongelare. Tamponarle con carta assorbente.

    Spremere i limoni (la quantità è indicativa perchè dipende dalle loro dimensioni).

    Disporle a strati nel contenitore. Su ogni strato mettere il sale e il succo di limone. Quando avete finito l’ultimo strato coprite il tutto con il succo di limone rimasto. Fare in modo che tutte le alici possano marinare in abbondante succo.

    Coprire il contenitore e metterlo in frigorifero: io lo lascio almeno sei ore. Date un’occhiata ogni tanto per vedere se le alici diventano belle chiare, cotte dal limone.

    Tirarle fuori e accomodarle in piatto da portata, salarle un po’, aggiungere i pomodori a dadini, l’origano e condire con olio EVO.

    Sono pronte per essere servite. Buon appetito!

Altre ricette

Potrebbero interessarvi anche: il tortino di acciughe, le acciughe fritte alla ligure, le acciughe impanate e fritte , le acciughe gratinate al forno , le acciughe in padella al limone e il sugo veloce di acciughe fresche e pomodorini.

Se vi piacciono le mie ricette mi trovate anche su  YouTubeFacebookInstagram,  Pinterest,  Twitter Telegram.

4,2 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.