Crea sito

Taccole (o piattoni) al pomodoro

Le taccole al pomodoro sono un contorno primaverile ed estivo, saporito e originale, facile da preparare e ottimo per accompagnare secondi a base di carne, pesce, formaggi e uova.

Le taccole, simili ai fagiolini ma dal bacello schiacciato, sono chiamate anche piattoni e si consumano intere, buccia compresa.

A livello botanico sono delle Leguminose ma a livello nutrizionale sono più vicine alle verdure che ai legumi, per l’alto contenuto di acqua e fibre che le rendono molto preziose per la salute intestinale e non solo. Ricche anche di vitamine, ferro e caroteni sono un vero toccasana per il nostro benessere.

Quando si comprano, bisogna fare attenzione che siano belle verdi, intere e sode. In Liguria si trovano da fine maggio a ottobre.

In cucina si prestano ad essere cucinate in diversi modi. Oggi ve le presento nella ricetta più classica: in padella con il pomodoro. Provatele e fatemi sapere se vi sono piaciute… 😉

Taccole in padella con pomodoro
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura12 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gtaccole
  • 150 gpassata di pomodoro
  • 1cipolla di Tropea o bianca fresca
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe
  • foglioline di basilico

Strumenti

  • Padella
  • Coltello
  • Pentola
  • Scolapasta
  • Tritatutto
  • Cucchiaio di legno

Preparazione

  1. Taccole in padella con pomodoro

    Pulire le taccole, lavarle e privarle delle estremità. Tagliarle a pezzi di circa 5 cm.

    Scottarle in acqua, scolarle al dente e passarle sotto l’acqua fredda perché non perdano il loro bel colore verde brillante.

    In una padella, rosolare la cipolla tritata finemente in olio extravergine d’oliva.

    Aggiungere la passata di pomodoro e qualche fogliolina di basilico. Cuocere per cinque minuti a fuoco medio.

    Consiglio: a me non piacciono troppo rosse ma se volete potete aggiungere più passata. Dipende dal vostro gusto personale.

    Aggiungere le taccole scottate e salare. Far cuocere finché le taccole non sono morbide e il sugo ben asciutto (5/10 minuti).

    Aggiungere, a piacere, del pepe macinato al momento e qualche fogliolina di basilico fresco.

    Servire nei piatti come contorno.

Note e altre ricette

Io le ho acquistate (fagiolini marconi) appena raccolte dall’azienda gli Orti di Staglieno.

Potrebbero interessarvi anche altre ricette di contorni freddi o tiepidi come la trevigiana marinata, i peperoni con capperi in agrodolce, i peperoni al forno con acciughe salate, le verdure gratinate al forno, i fagiolini speziati, i finocchi alla orientale, gli agretti al vapore e gli asparagi mimosa.

Se vi piacciono le mie ricette mi trovate anche su   YouTube,   Facebook,   Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.