SCHIACCIATA DOLCE SETTEMBRINA ALL’UVA

Anche se qui in Sicilia le temperature non sembrano affatto settembrine, l’aria è decisamente più piacevole e respirabile e accendere il forno diventa persino una piacevole coccola! A maggior ragione se è per un’occasione speciale come l’appuntamento con la rubrica Il Granaio, dove ho scelto di preparare un lievitato con la frutta di stagione che io amo molto, l’uva! Si tratta di un dolce tipico della Toscana, soprattutto delle zone di Prato e Firenze, che trae la sua dolcezza più dal frutto che ne è protagonista, che dallo zucchero che viene aggiunto tra una superficie e l’altra nell’impasto! Infatti questa focaccia prevede due strati con un cuore soffice e delicato che vi conquisterà al primo morso! Sarà perfetta in qualsiasi momento della giornata, a colazione, a merenda o a fine pasto! Tuttavia, dovete credermi sulla parola se vi dico che la gusterete ancor di più se la abbinerete all’interno di un aperitivo informale con i formaggi! Noi in famiglia abbiamo fatto questa meravigliosa scoperta, cenando con questa focaccia dolce a fette insieme a del formaggio spalmabile che ci stava una meraviglia! Vi invito a rimboccarvi le maniche e a sperimentarla subito! Non rimarrete delusi, promesso!

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore 30 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni6
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 200 gfarina 0
  • 200 gfarina Manitoba
  • 230 mlacqua (a temperatura ambiente)
  • 8 glievito di birra fresco (o 5 gr. di lievito secco)
  • 2 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 1 pizzicosale

Ingredienti per la farcia e per guarnire:

  • 70 gzucchero di canna
  • 200 guva nera
  • q.b.olio extravergine d’oliva (o 2 cucchiaini di miele)

Preparazione:

  1. Lavate l’uva abbondantemente sotto l’acqua corrente (fig. 1).

  2. Staccate gli acini uno ad uno eliminando se è possibile anche i semini interni (fig. 2).

  3. Sciogliete il lievito di birra con poca acqua presa dal totale (fig. 3).

  4. In una capiente terrina, versate le farine setacciate, quindi aggiungete l’olio e il lievito sciolto (fig. 4).

  5. Iniziate a lavorare con un mestolo di legno versando a filo il resto dell’acqua appena tiepida (fig. 5).

  6. Lavorate gli ingredienti, e solo quando si saranno amalgamati, unite il sale (fig. 6).

  7. Impastate quindi direttamente in ciotola (fig. 7).

  8. Poi trasferite su un piano di lavoro non infarinato (fig. 8).

  9. Impastate a lungo fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico, trasferitelo in una ciotola e copritelo con la pellicola (fig. 9).

  10. Fate lievitare per 2 h o fino al raddoppio del suo volume (fig. 10).

  11. Rovesciate l’impasto su una spianatoia infarinata e dividetelo in due parti (fig. 11).

  12. Stendete delicatamente il primo panetto su una teglia ben oliata, aiutandovi con le mani anch’esse leggermente oliate (fig. 12).

  13. Distribuitevi metà dei chicchi d’uva, io li ho tagliati a metà, spolverizzando con metà dello zucchero di canna e irrorando con un filo di olio (fig. 13).

  14. Stendete quindi il secondo panetto con le mani (fig. 14).

  15. Sovrapponetelo sulla base della focaccia fino a far aderire i bordi con quello sotto e sigillate (fig. 15).

  16. Distribuite sulla superficie gli acini d’uva e lo zucchero rimanenti, quindi irrorate con un altro filo di olio o se vi piace, due cucchiai di miele (fig. 16).

  17. Coprite e fate lievitare almeno 30′ o anche 1 h in un luogo asciutto e lontano da correnti d’aria (fig. 17).

  18. Fate cuocere in forno preriscaldato a 190°C per c.a 40′ o fino a completa doratura (fig. 18).

  19. Sfornate la schiacciata dolce all’uva e fate intiepidire.

  20. Potrete servirla con del miele in superficie o accompagnata da formaggi spalmabili o a pasta molle. Una delizia!

  21. E voilà…la vostra schiacciata dolce settembrina all’uva è pronta per essere gustata!

  22. Qui un particolare ravvicinato della focaccia tagliata a fette.

  23. Buon Appetito dalla cucina di FeFè!

Per chi lo desiderasse può consultare i passaggi sella ricetta anche sul mio canale YouTube. Qui la ricettaschiacciata dolce settembrina all’uva

CONSIGLIO:

Potrete conservare la focaccia a temperatura ambiente all’interno di un contenitore a chiusura ermetica per 2/3 giorni.

E adesso, vi invito a dare una sbirciata alla pagina Facebook della rubrica, dove potrete ammirare tutte le nostre incredibili ricette, passate e spero future!

Qui invece vi lascio le altre fantastiche proposte dell’uscita di questo mese di Ottobre. Sono tutte veramente meritevoli di essere replicate al più presto. Lasciatevi ispirare mi raccomando:

Carla: ciabatta con semola di grano duro

Sabrina: Muffin con farina di riso, gocce fondenti e ananas

Simona: Plum cake di mais glassato con carote e nocciole

Zeudi: Pizza rossa in teglia

Potrebbero interessarvi anche:

Focaccia veloce con olive e rosmarino

Focaccia arrotolata con spinaci…

Focaccia primavera

Focaccia all’avena

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

8 Risposte a “SCHIACCIATA DOLCE SETTEMBRINA ALL’UVA”

  1. Mamma mia, Federica, questa focaccia dolce ha un aspetto meraviglioso, non l’ho mai preparata né assaggiata, ma devo dire che sei riuscita a convincermi della sua bontà con queste foto!!! Ciao e a presto.

    1. Mi fa piacere cara Zeudi, è una di quelle ricette che anche se non fa parte della mia tradizione regionale, ho desiderato fare da tempo e finalmente ci sono riuscita! Con nostra grande soddisfazione a tavola insieme ai formaggi, quindi la consiglio vivamente ☺

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.