GELO ALLA CANNELLA (Ricetta siciliana)

Qualche sera fa, chiacchierando come sempre di cucina con mia cugina, ho scoperto di non aver mai scritto sul blog il procedimento di uno dei dolci più noti in Sicilia, il gelo alla cannella! Su sua richiesta, mi sono perciò subito messa all’opera per rimediare a questa mancanza! E come si direbbe in questi casi, ho preso due piccioni con una fava, accontentando un desiderio di una persona a cui voglio bene e sopperendo all’esigenza di arricchire il mio blog di un’ulteriore ricetta della mia amata terra. In fondo, non dimentichiamoci che parlare di cucina non è semplicemente fornire i dosaggi e il procedimento, ma entrare in un patrimonio effettivo di conoscenze! Ecco perché voglio prima di tutto fare una precisazione doverosa per quanti coloro ignorano il significato dietro al nome di questo dolce tipico. L’appellativo gelo infatti, può far intendere che si tratti di una sorta di gelato o di sorbetto, invece non è altro che un’espressione siciliana riferibile a un budino. Il gelo infatti ha una consistenza gelatinosa, dovuta all’aggiunta dell’amido di mais tra i pochi ingredienti di cui è composto. Ne esistono diverse varianti in base alle disponibilità stagionali, come quello al melone o alla pesca d’estate, e alle mandorle d’inverno. In questo caso è fortemente aromatizzato alla cannella. Quindi, se siete amanti di questa versatile e preziosa spezia, non potrete assolutamente perdervi il procedimento per realizzarla! Io ho scelto di guarnire il mio gelo con farina di pistacchi rigorosamente di Bronte, perché così vuole la tradizione, ma nulla vieterà di servirla con della panna montata o ciò che più la fantasia vi suggerirà!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Porzioni10 formine
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 1 lacqua
  • 25 gcannella in stecche
  • 70 gamido di mais (maizena)
  • 160 gzucchero di canna
  • 1 cucchiainocannella in polvere

Ingredienti per guarnire:

  • q.b.farina di pistacchi
  • Qualchepistacchio di Bronte DOP intero
  • Qualche fogliamenta

Preparazione:

  1. Mettete le stecche di cannella a macerare per almeno 8 h in 1 litro di acqua. Io le ho messa la sera prima per il giorno dopo (fig. 1).

  2. Trascorso questo tempo, trasferite tutto in una capiente pentola e portate a bollore (fig. 2).

  3. Abbassate la fiamma e fate bollire pochi minuti, quindi spegnete e lasciate raffreddare completamente a temperatura ambiente. Ci vorranno c.a 2 h (fig. 3).

  4. Quindi eliminate le stecche di cannella e versate l’infuso in una pentola, mescolandola all’amido setacciato (fig. 4).

  5. Unite al composto lo zucchero, porre la pentola sul fornello a fiamma moderata e mescolate con un cucchiaio di legno (fig. 5).

  6. Aggiungete anche un cucchiaino di cannella e continuate a mescolare (fig. 6).

  7. Quando il gelo alla cannella avrà raggiunto il punto di ebollizione, lasciate sobbollire a fiamma dolce un paio di minuti ancora (fig. 7).

  8. Dovrà assumere una consistenza vischiosa, quindi toglietelo dal fuoco (fig. 8).

  9. Io ho spolverizzato il fondo dei miei stampi con della farina di pistacchi, ma è un passaggio assolutamente facoltativo (fig. 9).

  10. Trasferite il gelo in alcune coppette o stampini a seconda del modo in cui vorrete servirlo (fig. 10).

  11. Lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente prima di trasferirlo in frigo (fig. 11).

  12. Una volta tiepido, trasferire il gelo alla cannella in frigorifero per il tempo necessario affinché assuma più o meno la consistenza di un budino. Ci vorranno c.a 1-2h (fig. 12).

  13. Guarnite con farina di pistacchi, pistacchi interi e foglie di menta.

  14. E voilà…il vostro gelo alla cannella è pronto per essere gustato!

  15. Buon Appetito dalla cucina di FeFè!

CONSIGLIO:

Potrete guardare anche la video ricetta del gelo alla cannella sul mio canale YouTube

Potrete conservare in frigo per massimo 2/3 gg.

Post correlati:

Gelo alle mandorle

Gelo all’anguria

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.