Crea sito

Margherite di zucca e patate al sugo di funghi porcini

Oggi margherite di zucca e patate al sugo di funghi porcini. So già quello che stai pensando: “no, no troppo complicato, non fa per me”, ebbene, ti farò ricredere. Certo, fare i ravioli in casa potrebbe spaventare, a partire dalla preparazione della sfoglia che deve essere liscia e setosa e poi bisogna tirarla a regola d’arte, non troppo spessa ma neanche troppo sottile. Ma è tutto fattibile, perlomeno ci proviamo, con le tecniche giuste e con tanta volontà otterrai ravioli perfetti, rimboccati le maniche e segui i miei consigli, vedrai che la preparazione di questi buonissimi ravioli sarà non solo facile ma anche divertente !

Margherite di zucca e patate ai funghi porcini
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti margherite di zucca e patate

Per la pasta

  • 300 gfarina 00
  • 3uova (medie)
  • 5 gsale (q b)
  • 100 gfarina di semola di grano duro rimacinata (per spolverizzare)

Per il ripieno

  • 300 gpatate
  • 200 gzucca
  • 150 gprovola (o scamorza)
  • 30 gparmigiano Reggiano DOP
  • 1tuorlo
  • 1 pizziconoce moscata
  • 5 gsale
  • maggiorana (facoltativo)

Per il sugo

  • 300 gfunghi porcini
  • 1 ciufforucola
  • 30 golio extravergine d’oliva
  • 50 gburro
  • 40 gparmigiano Reggiano DOP
  • 1 spicchioaglio
  • sale (qb)
  • pepe (qb)

Strumenti

  • Vaporiera
  • Pentola
  • Padella
  • Schiacciapatate
  • Macchina per pasta
Consigli per gli acquisti: Imperia macchina per la pasta

Preparazione Margherite di zucca e patate

  1. Per preparare le margherite zucca e patate iniziate dal ripieno in quanto è opportuno farlo riposare in frigorifero per averlo ben sodo al momento di usarlo.

    Quindi mondate la zucca, eliminate la buccia, i semi e i filamenti interni, tagliatela a tocchetti e mettetela in una vaporiera. Se non avete una vaporiera potete usare uno scolapasta di acciaio da mettere sopra una pentola con acqua che bolle. Oppure cuocerla al forno normale o in microonde. Comunque vi sconsiglio di lessare la zucca in acqua perché ne assorbirebbe troppa. Un altro sistema valido è quello di cuocere sia le patate che la zucca (magari insieme)nel forno a microonde, basta tagliare il tutto a dadini piccoli.

  2. Quando patate e zucca sono cotte, passatele nello schiacciapatate oppure schiacciatele con i rebbi di una forchetta. Unite il formaggio grattugiato, un pizzico di noce moscata, il sale e a piacere qualche fogliolina di maggiorana tritata.

    Aggiungete anche il tuorlo e la provola precedentemente tritata. Amalgamate il tutto e il ripieno per i ravioli è pronto, riponetelo in frigo fino al momento di usarlo.

  3. A questo punto procedete con la preparazione della pasta all’uovo. Formate una fontana con la farina setacciata e mettendo al centro le uova oppure sbattete le uova in una ciotola con 2 pizzichi di sale e aggiungete la farina continuando a mescolare per amalgamare i due ingredienti.

  4. Appena le uova sono state incorporate alla farina, iniziate a impastare con le mani sopra un piano di lavoro o sopra una spianatoia di legno. Impastate energicamente tirando la pasta per poi arrotolarla di nuovo finché l’impasto risulterà liscio e omogeneo. In aggiunta, a seconda di come risulti alla fine l’impasto, potete aggiungere qualche cucchiaio di acqua.

  5. Ora formate un panetto e copritelo con un canovaccio oppure capovolgete la stessa ciotola in cui avete impastato. Lasciate rilassare l’impasto per circa un’ora a temperatura ambiente.

  6. Trascorso il tempo di riposo, stendete l’impasto. Potete farlo sia con il matterello che con una macchina sfoglia pasta chiamata anche nonna papera, oppure usare quella elettrica per un lavoro super veloce.

    Quindi prelevate un pezzetto di impasto, infarinatelo e appiattitelo, fatelo passare nei rulli della macchinetta regolata nella misura di maggiore spessore. Ripiegate la striscia e passatela di nuovo regolando la manopola sul penultimo spessore, con l’ultimo la sfoglia risulterebbe troppo sottile e rischiereste che i ravioli in cottura si rompano.

  7. Stendete le strisce di sfoglia su un piano spolverizzato con farina di semola e sistemate palline di ripieno a circa 4 cm di distanza le une dalle altre. A questo punto spennellate i bordi con un pennello da cucina intriso nell’albume avanzato. Questo è il trucco che vi aiuterà quando stenderete la seconda sfoglia sopra il ripieno, l’albume farà da collante e le due sfoglie si attaccheranno alla perfezione.

  8. Ma prima di sigillare le due sfoglie fate uscire l’aria tra un mucchietto di ripieno e l’altro, pressando intorno ad essi con le dita, per evitare che in cottura si aprano facendo fuoriuscire il ripieno. Premete bene intorno al ripieno per far aderire le due sfoglie quindi con un tagliapasta rotondo da 8-10 cm tagliate le margherite. Premete i bordi con i rebbi di una forchetta per sigillare ulteriormente le due sfoglie.

  9. Continuate allo stesso modo con tutta la sfoglia a disposizione e man mano che sono pronti sistemate i ravioli su un vassoio o canovaccio spolverati di semola.

    E’ ora di mettere sul fuoco una pentola capiente con acqua salata ( con 10 g. di sale). Nel frattempo che l’acqua raggiunga il bollore preparate il condimento sciogliendo il burro insieme all’olio in una padella ampia. Aggiungete anche l’aglio intero schiacciato e i funghi porcini tagliati a fette o a pezzetti. Aggiustate di sale e pepe a piacere e fate cuocere per un paio di minuti.

  10. Margherite di zucca e patate
  11. Quando l’acqua avrà raggiunto il bollore tuffate le margherite, cuoceranno in 2-3 minuti. Quindi scolatele con una schiumarola mettendole direttamente nella padella del condimento. Aggiungete un po’ di acqua di cottura e saltatele mescolandole delicatamente. Mettete anche il formaggio grattugiato e per ultime le foglioline di rucola. Le vostre margherite di zucca e patate al sugo di funghi porcini sono pronte per essere gustate.

    Buon appetito !

Consigli

Consumare le margherite di zucca appena pronte, ben calde. Se dovessero avanzare, potete conservarle in frigorifero per un giorno al massimo.

Le margherite si possono congelare da crude distanziate su un vassoio e poi, una volta indurite si sistemano nei sacchetti gelo. In questo caso al momento di cuocerle si tuffano in acqua ancora congelate e poche per volta.

Varianti

Potete variare il condimento a vostro gusto magari condire le vostre margherite semplicemente con burro e salvia oppure omettere la rucola se non gradita.

Potete variare il ripieno con altro formaggio di vostro gusto, magari sostituire la provola con del formaggio asiago o del provolone del Monaco per dare ai vostri ravioli un gusto più deciso !

Nota

Nella pagina sono presenti link di affiliazione su cui si ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

13 Risposte a “Margherite di zucca e patate al sugo di funghi porcini”

  1. Eh la pasta fatta in casa è tutta un’altra cosa! Complimenti sono fantastiche queste margherite e il sugo con i porcini una prelibatezza. Stanno benissimo insieme 😀

  2. complimenti per questa ricetta fantastica da leccarsi i baffi! ho indetto per il mese di Novembre un contest che ha per tema la zucca, ti va di venire a dare un’occhiata? Ti aspetto 🙂 Un bacione, Alessia

  3. grazie mille per il commento! sono contenta che l’idea del nostro contest ti piaccia! Lascio a te la scelta delle ricette da inviare, un bacione e a presto, Alessia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.