Borragine in pastella croccante

Borragine in pastella croccante

Borragine in pastella croccante, un’idea finger food per intrattenere i nostri ospiti per la cena della vigilia o in attesa del grande cenone di San Silvestro !!

La Borragine appartiene alla famiglia delle Borraginaceae ed è una pianta selvatica molto utilizzata in cucina. Si utilizzano le foglie, in genere dopo la bollitura, per eliminare la peluria. Le foglie più tenere sono ottime fritte con la pastella oppure utilizzate per riempire ravioli e tortellini o per arricchire  una semplice frittata. Possono inoltre essere usate per aromatizzare le varie pietanza con il loro sapore asprigno che ricorda vagamente il cetriolo. La borragine è una pianta assai diffusa in Italia nei campi, nelle vicinanze di vecchi muri, e si può trovare sia in pianura che in montagna fino ai 1000 m.  La borragine è ricca di tannino, resina, saponina, nitrato di potassio, di calcio, di mucillagine e questo le conferisce proprietà emollienti, antiflogistica, decongestionante, depurativa, tonica e diuretica.

Da qualche anno, vista la sua utilità per le molteplici proprietà, la si coltiva anche in serra ed è reperibile tutto l’anno sui banchi dei nostri mercati insieme alle verdure che consumiamo più frequentemente.

Specialmente in questo periodo, noi napoletani ne consumiamo tantissima. Da noi il giorno di Natale si mangia la minestra maritata e la borragine, insieme alla cicoria, alla scarola e altre verdure finisce (si marita) in un brodo di carni miste.

La borragine ha molte proprietà salutari: è indicata per combattere le malattie dell’apparato respiratorio, nelle infiammazioni del cavo orale, contro i calcoli della bile e  sembra possedere proprietà in grado di suscitare il buon umore (Ciò non è stato provato) Naturalmente vi consiglio di fare  infusi e decotti con le foglie che avete raccolto durante l’estate, lontano da strade, dove non c’è smog o comprarla già essiccata in erboristeria facendovi consigliare sulle quantità e sulle modalità di utilizzo.

La ricetta è semplicissima, basta preparare la pastella almeno mezz’ora prima e tenerla in frigo perché più fredda è e meglio verrà il fritto.

 

Borragine in pastella croccante

Ingredienti

  • 1 cespo di borragine
  • 150 g di farina 00
  • 1 bicchiere di acqua frizzante ghiacciata
  • 1 bicchiere di birra  ghiacciata
  • 1 cucchiaino di semi di papavero o di sesamo (facoltativi)
  • sale qb
  • olio di arachidi qb

Preparazione borragine in pastella croccante

Preparate la pastella unendo in una ciotola la farina, la birra, l’acqua e i semi (se avete deciso di usarli), mescolate con una forchetta fino ad ottenere un impasto liscio. Lavate le foglie di borragine e asciugatele tamponandole delicatamente con carta da cucina. Immergete le foglie di borragine nella pastella fino a coprirle completamente e tuffarle velocemente in olio bollente lasciandole dorare. Man mano che saranno pronte, sgocciolarle e passarle su carta da cucina per asciugare l’olio in eccesso. Spolverizzate con un pizzico di sale, adagiatele su un piatto e servitele subito ben calde.

Borragine in pastella croccante

 

 

 

 

Se le mie ricette ti piacciono seguimi anche su Facebook mettendo “MI PIACE” alla mia pagina → QUI

Seguimi anche su → Twitter  su  → Google+  su Pinterest  e su → Instagram

 

 

 

 

 

Precedente Tronchetto di Natale - Buche de Noel Successivo BUON ANNO

13 commenti su “Borragine in pastella croccante

  1. Buongiorno Chiara buon anno!!tantissimi auguri!!un bacione grande!!!!!

    ★*˚°。°*。°*。★*˚°。°*。°˚°★*˚°。°*。°*★*˚°。°*。°*★
    ˛°_██_*˚°。°/♥ \*˚°。°*。°*★*˚°。°*。°*★*˚°。°*。°*★
    ˛. (´• ̮•)*.。*/♫.♫\*˛.*˛_Π_____*˚°。*。°*❤*˚°。°*。°*★
    .°( . • . ) ˛°./• ‘♫ ‘ •\.˛*./______/~\*˚°。°*。°*°*❤ ˚°*★
    *(…’•’.. ) *˛╬╬╬╬╬˛°.|田田❤|門|╬╬╬╬╬*˚°。°*。°* ♥
    ★*˚°。°*。°*。★ HAPPY 2012!

  2. Chiaretta mi hai commosso con le tue parole..grazie mille!!!Ti voglio tanto bene anch’io!!!appena ti acchiappo ti faccio vedere che ti faccio :DD ti lascio questa frase

    Un augurio fatto col cuor per un anno pieno d’amor, ma per un anno con i soldini devi mangiare lenticchie e cotechini. Buon Anno!

    ahhahahahaahhaha ti piace?mangia tanteeeee lenticchie mi raccomando!!!!!!

  3. A Montaione (Fi) i fiori di sambuco e di borragine si friggono. Dopo aver lavato e asciugato i fiori si passano in una pastella di farina, acqua e un pizzico di sale. Si friggono in olio bollente e si spolverano con zucchero semolato. Sul blog Tuscany Holidays Montaione vi è il video con l’esecuzione della ricetta realizzata da Luciana Masi titolare del celebre ristorante Casa Masi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.