Crea sito

Cotolette di pollo

Lo so che, con le cotolette di pollo, ho scoperto l’acqua calda, ma comunque sono un secondo piatto che di solito piace proprio a tutti, grandi e piccoli. Se dipendesse dai miei figli mangerebbero ogni giorno cotolette di ogni tipo: di pollo, di vitello, carne suina… Devo dire che piacciono tanto anche a me. Pensate che quando ne avanza qualcuna la mangio anche fredda e mi piace anche così. E poi, ma vi ricordate il famoso panino con la cotoletta che mamma ci preparava quando andavamo in gita con la scuola? E chi se lo dimentica! Come per molti altri piatti, anche per le cotolette ognuno ha la propria ricetta e le prepara a modo suo; oggi vi dico come le faccio io.

Cotolette di pollo
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le Cotolette di pollo

  • 4 fettepetto di pollo (di circa 125 g ciascuna)
  • 2uova
  • 150 gpangrattato (circa)
  • 30 gparmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 1 ciuffoprezzemolo
  • q.b.pepe
  • q.b.sale

Per friggere

  • q.b.olio di semi di arachide

Come preparare le COTOLETTE DI POLLO

  1. Cotolette di pollo

    In un piatto mescolate il pangrattato con il parmigiano grattugiato e il prezzemolo tritato.

    In un piatto fondo sbattete le uova con un pizzico di sale e un pizzico di pepe (se volete potete aggiungere anche un pizzico di aglio in polvere e uno di noce moscata).

  2. Passate le fette di petto di pollo nell’uovo e poi nel pangrattato, premendo con le mani per fare aderire bene l’impanatura.

  3. Versate in una padella abbondante olio di semi.

    Quando l’olio sarà ben caldo, friggetevi le cotolette, rigirandole a metà cottura, fino a quando avranno assunto un bel colore dorato, facendo attenzione che non scuriscano molto (risulterebbero secche).

  4. Toglietele dalla padella e appoggiatele su alcuni fogli di carta assorbente da cucina per asciugare l’olio in eccesso.

  5. Servite le cotolette di pollo ben calde, accompagnandole con una fresca insalata di stagione o un altro contorno di vostro gradimento.

Note

Se vi avanzano uova e panatura, mescolate il tutto e fate una frittatina.

Se volete potete fare le cotolette con doppia impanatura: dopo che le avete impanate una prima volta, passatele di nuovo nell’uovo e poi nel pangrattato.

Io chiedo al macellaio di tagliare le fette di pollo un po’ spesse, perchè le preferisco così, ma potete scegliere se farle tagliare più sottili, oppure potete assottigliarle ponendo le fette di carne fra due fogli di carta forno e battendole con il batticarne.

La temperatura ideale dell’olio quando si frigge è intorno ai 170° (comunque compresa tra i 165° e 185° gradi). Per questo motivo è consigliabile utilizzare olio extravergine d’oliva oppure olio di semi di arachide, perché mantengono meglio il punto di fumo (olio extravergine di oliva 210°, olio di semidi arachide 190/200°). Per non sbagliare io controllo sempre la temperatura dell’olio con un TERMOMETRO DA CUCINA.

Se al momento non avete il termometro utilizzate il metodo delle nostre nonne: immergete uno stuzzicadenti nell’olio, se inizia a fare le bollicine l’olio è pronto per la frittura.

Se vi è piaciuta questa ricetta forse potrebbero interessarvi anche le Cotolette di pollo alla birra o il Petto di pollo con pangrattato al forno oppure le Cotolette ripiene con patate e mortadella.

In questo contenuto ci sono uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.