Crea sito

Candele lunghe alla scarpariello.

Candele lunghe alla scarpariello.
Lo “scarpariello”, e il nome di un piatto popolarissimo della cucina napoletana e io aggiungerei di tutta la campania. Esso risale a tanti anni fà. E dove poteva nascere questo succulento piatto, se non nei quartieri di Napoli tra calzolai(scarpari) , orlatrici di pellame per scarpe e donne abili rivettatrici….??? Le donne nell’intervallo del mezzodì preparavano un “pasto fugace”. Il lunedi oltre ad essere il giorno di riposo dei calzolai era anche il giorno in cui si raccoglievano le “regalie” che spesse volte erano formaggi e altre delizie della terra data dai quei clienti che non potevano pagare. Oggi lo “scarpariello” è diventato un piatto “etnico”, cosi ho pensato di riproporlo utilizzando gli stessi ingredienti di una volta.
Le candele lunghe allo scarpariello vi condurranno indietro nel tempo tra i vicoli e i profumi di Napoli.

Candele lunghe alla scarpariello.
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 Persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 350 gCandele lunghe
  • 250 gPomodorini piennolo del Vesuvio
  • 1 spicchioAglio
  • 80 gParmigiano Reggiano DOP
  • 5 cucchiaiOlio di oliva
  • Una noce di burro
  • q.b.Sale
  • q.b.Peperoncino
  • Una manciata di foglie di basilico

Preparazione

  1. Candele lunghe alla scarpariello.

    Per questo piatto tradizionale delle candele lunghe alla scarpariello e meglio prepararsi gli ingredienti in anticipo (01) visto la velocità di esecuzione del piatto. In una capiente padella metto a soffriggere l’aglio, il peperoncino e i semi di finocchietto (02). Aggiungo i pomodori tagliati a filetto (03) e lascio insaporire il tutto.

  1. Aggiungo poi una bella manciata di basilico (04). Verso le candele tagliate (05) nell’acqua che bolle e le lascio cuocere per circa 12 minuti. Una volta cotta la pasta la scolo e l’aggiungo al sughetto (06).

  1. Candele lunghe alla scarpariello.

    Verso una buona manciata di parmigiano e amalgamo il tutto (07). Aggiungo anche una noce di burro (08) e servo il tutto con altro parmigiano (09).

  1. Io vi consiglio di farlo, se volete fare un tuffo nel passato e riassaporare i vecchi gusti della cucina napoletana. Buon Appetito e alla prossima ricetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

UA-107773005-1