Sarmale piatto tradizionale Rumeno.

Sarmale piatto tradizionale Rumeno.


Un piatto tipico della cucina tradizionale Rumena e dell’area Balcanica e il Sarmale. Un piatto che viene utilizzato per le grandi occasioni ( Natale, Pasqua, matrimoni, ecc ecc) oserei dire.


Originariamente si faceva con le foglie di vite sobbollite nell’aceto e sale, oggi per comodità a parte qualche nonna, usano le foglie esterne della verza cha vanno anch’esse sobbollite.


Ho avuto il piacere di mangiarle in diversi posti della Romania e sono rimasto piacevolmente sorpreso da questo piatto in apparenza semplice

.

Da food blogger curioso ho stravolto un po’ la procedura per renderla veloce nella  preparazione e nei tempi, inoltre ho aggiunto dei nuovi aromi a quelli soliti. In cucina chi osa ha la possibilità di rendere un piatto con una storia ben radicata di stravolgerlo in meglio.

Io al post del borsch (preparato per le classiche ciorbe rumene) ho utilizzato il brodo vegetale.

Un piatto deve avere sempre la mia impronta senza dimenticare mai le origini. Risultato finale…!!! Provate la ricetta e scoprirete il mio giudizio finale …


Io termino con un Whaooooo…… e voi??????  

Sarmale piatto tradizionale Rumeno.
  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura2 Ore
  • Porzioni4 porzioni
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 gSalsiccia
  • 1Verza (12 foglie esterne)
  • 300 gRiso
  • 1 bicchiereVino bianco
  • 10 gSemi di finocchietto selvatico
  • 2 cucchiaiConcentrato di pomodoro
  • 10 gAneto
  • 5Pomodorini del Vesuvio
  • 1cipolla
  • 10 gPepe
  • 3Carote
  • Costa di sedano
  • 3 cucchiaiOlio di oliva
  • q.b.Sale

Preparazione

  1. Sarmale piatto tradizionale Rumeno. Per questa ricetta inizio a pulire la verza, le foglie esterne sono quelle che ci serviranno (01), le lavo e le metto a sobbollire per qualche minuto, dovranno risultare morbide ma non scotte (02), appena saranno tiepide toglieremo la parte centrale che e più coriacee (03).

  2. Ora  preparo un battuto di sedano, cipolla e carote (04), che farò leggermente soffriggere con un filo d’olio (05), quando tutto e pronto aggiungo il riso per farlo tostare (06).

  3. Taglio a striscioline la verza, questo mi servirà per la base su cui poi adagierò gli involtini (07). Ora che il riso si e raffreddato inizio e preparare la farcia, in una capiente ciotola aggiungo al riso, la salsiccia spellata e fatta a piccoli pezzi, i semi di finocchietto selvatico, il timo, l’aneto, il pepe, il sale e un uovo intero (08). Ora prendo una foglia di verza e la stendo sul palmo della mano e aggiungo un pò di farcia (09).

  4. L’arrotolo dalla punta delle dita verso l’interno del palmo della mano e sigillo bene i lati( questa e la parte più difficoltosa, mà con un pò di attenzione e praticità ci riuscirete anche voi) (10). Sistemo della verza tagliata precedentemente sul fondo di un tegame, sistemo tutti gli involtini e con dell’altra verza copro tutti gli spazi vuoti (11), aggiungo poi dei pomodorini del Vesuvio tagliati a pezzi, un bicchiere di vino, il concentrato di pomodoro e del brodo (12).

  5. Sarmale piatto tradizionale Rumeno.

    Metto a cuocere sul fornello il tutto per circa un’ora a fuoco medio, faccio attenzione che non si asciughi molto e se occorre aggiungo un mestolo di brodo (13). Passato questo tempo termino la cottura nel forno a 180° per un’altra ora o fino a che il sugo si restringerà (14). Questi deliziosi involtini li servo con la polenta ( mamaliga ) e alcune fette di salame di cinghiale (15). In Romania si servono anche con panna acida.

  6. Sarmale piatto tradizionale Rumeno.

    Ragazzi/e io vado a fare il bis e vi auguro buon appetito e alla prossima ricetta. Se questo piatto vi ha incuriosito condividetelo con i vostri amici e parenti.

    Vi e piaciuta la mia ricetta? Allora perche non iscriversi alla mia pagina Facebook “cucina tradizionale napoletana“. Oltre alle ricette di chiaro marchio napoletano c’è spazio anche per la cucina internazionale

    Ci fate cosa gradita se la commenterete. Cosi possiamo darvi indicazioni e chiarire qualche passaggio.

Note

2,3 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.