FRISELLE o FRISE fatte in casa

Croccanti crostoni rotonde con il buco al centro, questo sono le FRISELLE o FRISE. Come dei taralli, vengono fatte cuocete, poi tagliate in due e fatte biscottare. Una volta pronte, vengono bagnate nell’acqua e farcite, solitamente con pomodorini e origano.
Una ricetta della tradizione pugliese, facili da preparare anche a casa seguendo pochi e semplici accorgimenti. Tanti i nomi con cui vengono chiamate: friselle, frise, fisedde, freselle, o spaccatelle. Chiamatele come volete, fatto sta che una volta farcite sono così buone che potrete farci un vero e proprio pasto!


LEGGI ANCHE:
ROSE DI PIZZA o pizza di rose con pomodoro e mozzarella
SALTIMBOCCA NAPOLETANI panini di pizza
SCROCCHIARELLE CACIO E PEPE senza lievitazione
SCHIACCIATINE ALLA RICOTTA SENZA LIEVITAZIONE
TRECCINE SOFFICI SENZA BURRO


Seguimi anche sulla mia PAGINA FACEBOOK ogni giorno nuove numerose ricette,  e su INSTAGRAM, RICETTE BUONE E BELLE DA VEDERE.

Come fare le frise
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni6 circa
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina di grano duro
  • 250 gacqua (temperatura ambiente)
  • 10 glievito di birra fresco
  • 40 golio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiainomalto d’orzo
  • 15 gsale
  • 1 cucchiainozucchero

Preparazione

  1. Potrai preparare le friselle sia a manco o con l’aiuto della planetaria. Ci vorrà solo un po’ più di tempo e pazienza per impastare. Io uso la planetaria.

  2. Metti nel cestello la farina, l’olio extravergine d’oliva, lo zucchero ed il malto e con il gancio inizia a miscelare.

  3. Sciogli il lievito di birra nell’acqua a temperatura ambiente, girando con un cucchiaio, poi versa l’acqua mentre il gancio impasta.

  4. Lascia impastare per circa 3-4 minuti, poi aggiungi il sale e impasta ancora a velocità contenuta per altri 10 minuti, ottenendo un impasto omogeneo ed elastico.

  5. Porta l’impasto su una spianatoia leggermente infarinata ed impasta a a mano, facendo roteare l’impasto, per circa 5 minuti.

    Rimetti in una ciotola, copri con la pellicola trasparente o un panno e lascia lievitare al caldo per un paio d’ore.

  6. Riprendi l’impasto, portalo su una spianatoia leggermente infarinata, allungalo a filoncino e taglia in pezzi di circa 120 g.

  7. Allunga i pezzetti formando dei cordoncini lunghi circa 18 cm e poi richiudili su se stessi a cerchio sovrapponendo le estremità.

  8. Metti le ciambelle ottenute su una teglia ricoperta con carta forno e lasciale lievitare per 1 ora circa.

  9. Scalda il forno a 200°C ed inforna le friselle. Falle cuocere per circa 10 minuti.

  10. Sforna le friselle e ancora calde (metti un guanto, per non scottarti) tagliale a metà con un coltello. Tagliarle calde serve per dare la caratteristica increspatura delle friselle.

    Posiziona le metà di nuovo sulla teglia, con la parte tagliata verso l’alto.

  11. Porta il forno a 160°C ed inforna nuovamente facendole cuocere per circa 45 minuti. Dovranno risultare ben dorate e croccanti.

  12. Spegni il forno, lascia lo sportello leggermente aperto (metti un panno o un cucchiaio di legno tra lo sportello e la chiusura) e lascia che raffreddi completamente.

  13. Le friselle saranno pronte una volta fredde. Se riposano qualche ora, ancora di più. Potrai passare dunque al condirle e servirle.

COME CONDIRE LE FRISELLE:

  1. Le friselle possono essere condite in svariati modi. Ora io vi dirò quella più comune. Ad ogni modo, prima di condirle, le friselle vanno bagnate.

  2. C’è chi le immerge nella ciotola d’acqua, chi le passa sotto l’acqua corrente. Il tempo che passano nell’acqua determina la croccantezza finale.

  3. Con l’immersione verranno troppo morbide, mentre passandole sotto l’acqua corrette piuttosto croccanti. Io preferisco bagnarle direttamente versando sopra qualche cucchiaio di acqua a temperatura ambiente.

  4. Dopo averle bagnate, si possono farcire. Il metodo più classico è quello con pomodorini, sale, olio extravergine d’oliva e origano.

  5. Ti consiglio di spremere e “strofinare” i pomodorini sulla frisella piuttosto che metterli sopra tagliati a pezzetti, perchè così le friselle saranno molto più saporite.

Rossella Consiglia:

Non me ne vogliano gli amici pugliesi, ma nella mia versione preferita “sicilianizzata” aggiungo, oltre ai pomodori, olio e origano, acciughe, capperi e formaggio primosale o caciocavallo a pezzetti. Una bontà unica!

Seguimi anche sulla mia PAGINA FACEBOOK ogni giorno nuove numerose ricette,  e su INSTAGRAM, RICETTE BUONE E BELLE DA VEDERE.

Vai alla home E LEGGI TUTTE le altre ricette facili e sfiziose, DOLCI E SALATE 🙂

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.