Raclette alla valdostana

La raclette alla valdostana è la mia versione di questa ricetta tradizionale svizzera, e più precisamente del canton Vallese, che si prepara con l’omonimo formaggio svizzero che si fonde e si abbina perfettamente alle patate.

Nella ricetta che vi propongo, utilizzo prodotti locali: la fontina o la toma, le patate quarantine valdostane, la mocetta (un salume antico, riconosciuto come Prodotto Agroalimentare Tradizionale, e insaporito con aglio, alloro, rosmarino, salvia e erbe di montagna), il salamino alla rapa rossa e delle verdure sott’aceto: cetriolini, cipolle e funghetti.

Per preparare la raclette in versione casalinga, è necessario avere a disposizione una macchina da raclette, messa al centro della tavola, con la quale è possibile fondere il formaggio in appositi padellini (almeno uno per commensale). La fontina fusa viene poi colata sulle patate cotte con la buccia al cartoccio o a vapore, come faccio io!

Si tratta di un vero e proprio piatto conviviale da assaporare in famiglia o con gli amici; tutti a chiacchierare intorno al tavolo mentre ognuno fonde la fontina nel proprio padellino e si gusta il tutto con una deliziosa e benefica lentezza!

Raclette alla valdostana
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaAltro
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti

  • 800 gpatate quarantine valdostane
  • 400 gfontina o toma
  • 150 gmocetta
  • 2salamini alla rapa
  • q.b.cipolline sott’aceto
  • q.b.cetriolini sottaceto
  • q.b.funghetti sott’olio
  • 4 fettedi pane nero (facoltativo)

Strumenti

  • Raclette
  • Coltello
  • 3 Piatti da portata
  • Pentola a pressione

Preparazione

Guardate anche la ricetta della raclette in diretta.
  1. Raclette alla valdostana

    Pulire le patate, lavarle sotto l’acqua corrente, togliere tutta la terra spazzolandole e poi lasciarle un po’ a bagno.

    Cuocerle per 10 minuti dal fischio (se sono piccole) in pentola a pressione oppure avvolgerle con tutta la buccia, nella carta stagnola e cuocerle in forno già caldo a 200°C ventilato per circa 40 minuti.

    Preparare il piatto con i salumi da mettere a centrotavola e un altro piatto con i cetriolini, i funghetti e le cipolline sott’aceto.

    Tagliare la fontina o la toma a cubetti e metterli in un piatto.

    Quando le patate saranno pronte, metterle in un piatto da portata tagliate a metà, nel senso della lunghezza.

    Siamo pronti! Accendere la macchina per la raclette e utilizzare la piastra superiore per riscaldare le patate e se volete le fette di pane.

    Sistemare nelle apposite palettine i cubetti di formaggio e sistemarli nella parte inferiore per fondere la raclette.

    Non appena la fontina sarà fusa versarla sulle patate e gustare con i salumi e le verdure sott’aceto e i funghetti sott’olio.

Consigli e altre ricette

Come piastra raclette io utilizzo la Raclette 8 Persone Piastra Raclette Grill in Alluminio, 8 Pentolini da Raclette, Calore Regolabile Continuo Termostato, 1500 Watt.

Scopri la mia recensione sulla piastra raclette ‎HengBO HB-105.

Potrebbero interessarvi anche altre ricette valdostane come la pierrade alla valdostana di carne e verdure con fontina, la Soça di Cogne, i portafogli di pollo alla valdostana, l’insalata valdostana, le crespelle alla valdostana, il mécoulin, e la Tourta di Saint Grat.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto sono presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.