Raclette alla valdostana

La raclette alla valdostana è la mia versione di questa ricetta tradizionale svizzera, e più precisamente del canton Vallese, che si prepara con l’omonimo formaggio svizzero che si fonde e si abbina perfettamente alle patate.

Nella ricetta che vi propongo, utilizzo prodotti locali: la fontina o la toma, le patate quarantine valdostane, la mocetta (un salume antico, riconosciuto come Prodotto Agroalimentare Tradizionale, e insaporito con aglio, alloro, rosmarino, salvia e erbe di montagna), il salamino alla rapa rossa e delle verdure sott’aceto: cetriolini, cipolle e funghetti.

Per preparare la raclette in versione casalinga, è necessario avere a disposizione una macchina da raclette, messa al centro della tavola, con la quale è possibile fondere il formaggio in appositi padellini (almeno uno per commensale). La fontina fusa viene poi colata sulle patate cotte con la buccia al cartoccio o a vapore, come faccio io!

Si tratta di un vero e proprio piatto conviviale da assaporare in famiglia o con gli amici; tutti a chiacchierare intorno al tavolo mentre ognuno fonde la fontina nel proprio padellino e si gusta il tutto con una deliziosa e benefica lentezza!

Raclette alla valdostana
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaAltro
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti

  • 800 gpatate quarantine valdostane
  • 400 gfontina o toma
  • 150 gmocetta
  • 2salamini alla rapa
  • q.b.cipolline sott’aceto
  • q.b.cetriolini sottaceto
  • q.b.funghetti sott’olio
  • 4 fettedi pane nero (facoltativo)

Strumenti

  • Raclette
  • Coltello
  • 3 Piatti da portata
  • Pentola a pressione

Preparazione

Guardate anche la ricetta della raclette in diretta.
  1. Raclette alla valdostana

    Pulire le patate, lavarle sotto l’acqua corrente, togliere tutta la terra spazzolandole e poi lasciarle un po’ a bagno.

    Cuocerle per 10 minuti dal fischio (se sono piccole) in pentola a pressione oppure avvolgerle con tutta la buccia, nella carta stagnola e cuocerle in forno già caldo a 200°C ventilato per circa 40 minuti.

    Preparare il piatto con i salumi da mettere a centrotavola e un altro piatto con i cetriolini, i funghetti e le cipolline sott’aceto.

    Tagliare la fontina o la toma a cubetti e metterli in un piatto.

    Quando le patate saranno pronte, metterle in un piatto da portata tagliate a metà, nel senso della lunghezza.

    Siamo pronti! Accendere la macchina per la raclette e utilizzare la piastra superiore per riscaldare le patate e se volete le fette di pane.

    Sistemare nelle apposite palettine i cubetti di formaggio e sistemarli nella parte inferiore per fondere la raclette.

    Non appena la fontina sarà fusa versarla sulle patate e gustare con i salumi e le verdure sott’aceto e i funghetti sott’olio.

Consigli e altre ricette

Come piastra raclette io utilizzo la Raclette 8 Persone Piastra Raclette Grill in Alluminio, 8 Pentolini da Raclette, Calore Regolabile Continuo Termostato, 1500 Watt.

Scopri la mia recensione sulla piastra raclette ‎HengBO HB-105.

Potrebbero interessarvi anche altre ricette valdostane come la pierrade alla valdostana di carne e verdure con fontina, la Soça di Cogne, i portafogli di pollo alla valdostana, l’insalata valdostana, le crespelle alla valdostana e la Tourta di Saint Grat.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto sono presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.