Pasta risottata con porri e patate

La pasta risottata con porri e patate è un primo molto appetitoso, vegetariano, economico, facile da preparare, perfetto anche per chi segue una dieta vegetariana.

Mi piace moltissimo cuocere la pasta come fosse un risotto, inserendola dopo una breve bollitura direttamente in padella con gli altri ingredienti e bagnandola poco per volta con la stessa acqua di cottura della pasta.

Questo tipo di cottura esalta il sapore e la consistenza della pasta, legandola perfettamente con il condimento, creando così un matrimonio perfetto fatto di gusto e cremosità. La presenza delle patate e dei porri è il vero segreto di questa ricetta perchè cuocendo formano una cremina deliziosa.

La pasta risottata prevede un procedimento più lungo rispetto alla classica cottura tramite ebollizione; inoltre, richiede anche un costante monitoraggio, al fine di evitare che si scuocia. Ma vi assicuro che ne vale la pena e il risultato finale saprà soddisfare tutti i palati, persino quello più fine e delicato.

Provatela anche voi con questi ingredienti saporiti che la renderanno indimenticabile! E non dimenticate una macinata di pepe nero e una spolverata di pecorino… 😉

Pasta risottata con porri e patate
Pasta risottata con porri e patate
  • DifficoltàFacile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

320 g pasta secca corta
2 patate (circa 250 g)
1 porro
q.b. olio extravergine d’oliva
60 g pecorino grattugiato
q.b. sale e pepe

Strumenti

Padella
Pentola
Schiumarola
Mestolo
Cucchiaio di legno
Coltello
Tagliere
Pelapatate

Passaggi

Grattuggiare un pecorino stagionato.

Pulire il porro e tagliarlo a rondelle. Pelare anche le patate e farle a piccoli cubetti.

In una grande padella, scaldare un filo di olio extravergine d’oliva e far rosolare per una decina di minuti le verdure preparate precedentemente.

Nel frattempo cuocere la pasta in acqua bollente salata per soli 5 minuti. Scolarla con la schiumarola e buttarla in padella insieme a porri e patate.

Lasciare sul fornello l’acqua della pasta in modo che si mantenga bollente e cominciare a bagnare di acqua la pasta con le verdure, aiutandosi con il mestolo, proprio come fosse un risotto. L’acqua verrà assorbita in cottura dalla pasta che andrà mescolata spesso.

Attenzione: appena si asciuga troppo aggiungere altra acqua come si fa per i risotti.

Le verdure si disferanno piano piano e regaleranno il loro sapore alla pasta, legandosi con l’amido e creando una bella cremina.

Quando la pasta è cotta, aggiustare di sale e macinare un po’ pepe. Spegnere il fuoco, aggiungere il pecorino e servire calda.

Pasta risottata con porri e patate
Pasta risottata con porri e patate

Consigli e altre ricette

Date un’occhiata anche a: pasta risottata con patate, pancetta e provola, pasta risottata con il cavolo trunzu, spaghetti risottati al pomodoro.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,   Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.