Crea sito

Pane ai cereali fatto in casa

Il pane ai cereali fatto in casa è un piccolo gesto di amore. Amore verso la mia famiglia e amore verso le nostre tradizioni e verso quei produttori di farine che ci mettono tutta la loro passione e creatività per offrirci dei prodotti di altissima qualità.

Questa ricetta non è sponsorizzata ma sono io che ho deciso di parlarvi di Viva, la Farina perché sono rimasta molto colpita dalla filosofia che sta dietro questa azienda.

Si tratta di un gruppo di amici, con competenze ed esperienze diverse nel mondo agroalimentare. Innamorati del CIBO, molto meno il FOOD; appassionati le storie VERE, sono innamorati della loro  TERRA e in essa si riconoscono come contadini, mugnai e panificatori.

ViVa nasce così: nei campi tra le province di Torino e Cuneo, dove coltivano grano tenero, segale, mais e monococco, e arriva fino in Basilicata, a Cancellara, dove assieme ad altri agricoltori hanno intrapreso la sfida di coltivare il grano duro Saragolla.

Anche nella molitura non prendono scorciatoie. Nessuna macina artificiale ma una pietra lavica naturale estratta dalle cave dell’Etna.

Qual è il vantaggio? Una rotazione lentissima, che rispetta il chicco e lo trasforma in una farina che profuma davvero di grano.

Io ho comprato le loro farine e proprio oggi… anzi ho iniziato ieri perché la lievitazione deve essere anch’essa senza scorciatoie… ho preparato questo pane con farina di 5 cereali (grano tenero tipo 1, segale integrale, grano duro integrale, farro monococco integrale, riso rosso integrale tostato, granoturco integrale tostato) e tanti semi (chia, papavero, sesamo, lino e girasole).

Il risultato è talmente sorprendente che vi scrivo subito la ricetta…

Pane ai cereali
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo17 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni2 pagnotte da 900 gr
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • Farina molticereali Viva: la nostra farina è
  • 2 gLievito di birra fresco
  • 20 gSale
  • 675 mlAcqua

Preparazione

Ricetta Poolish

  1. Poolish

    Versare in una ciotola 150 g di farina Molticereali, 150 ml di acqua, 2 g di lievito di birra fresco e emscolare tutti gli ingredienti conuna piccola frusta. Lasciare fermentare l’impasto coperto dalla pellicola per 6 ore a circa 20°.

Ricetta pane

  1. Pani molticereali

    Versare 750 g di farina Molticereali, 525 ml di acqua e 20 g di sale in una ciotola grande o nella macchina per il pane o nel Bimby. Mescolare in modo che tutta la farina venga in contatto con l’acqua, senza formare la maglia glutinica. Tostare i semi in una padella per 6/8 minuti. Lasciarli raffreddare.

    Aggiungere il Poolish alla farina e impastare per 15 minuti. L’impasto sarà liscio ed omogeneo.

    Inserire i semi e impastate ancora 2 minuti.

    Fare lievitare in una ciotola unta leggermente di olio e coperta per 6 ore o fino a quando non raddoppia di volume. Oppure in frigo per 12/18 ore.

    Dividere l’impasto in due pagnotte o filoni, adagiateli su una teglia grande (tipo la leccarda) coperta di carta forno e fate lievitare ancora per circa un’ora.

  2. Pane ai cereali

    Preriscaldare il forno a 220° C modalità statica. Mettere i contenitori con l’acqua come descritto nel mio articolo. Appena il forno raggiunge la temperatura praticare dei tagli trasversali e infornate per 30 minuti. Velocemente togliere i contenitori, abbassare il forno a 200°C e cuocere ancora per 30 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare.

Conservazione e altre ricette

Questo pane si conserva per parecchi giorni. Io lo metto in una sacchetto di carta e poi in un’altro sacchetto per il pane di stoffa. Si può anche congelare a fette che da tirare fuori dal freezer mezz’ora prima di consumarlo. Le fette saranno come fresche. Ottime se riscaldate un po’ nel forno perchè ricquistano fragranza.

Potrebbero interessarvi anche: la focaccia genovese, la focaccia marinara di Luigino, i panini alle olive.

Ho scritto anche un articolo su come cuocere il pane e la focaccia nel forno di casa.

Se vi piacciono le mie ricette mi trovate anche su YouTube, Facebook, Instagram, Pinterest, Twitter e Telegram.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.