Focaccia genovese con farina integrale

La focaccia genovese con farina integrale è una ricetta alternativa per preparare un grande classico della cucina ligure, altrettato buona, più leggera e salutare.

Per noi, che abitiamo sotto la lanterna, la focaccia rappresenta un prodotto su cui non si può tanto scherzare in termini di varianti: impasto, ingredienti, croccantezza esterna e morbidezza interna, profumo, eccetera. Però c’è sempre un’eccezione e questa lo è!

La farina integrale ci regala numerosi benefici, rispetto alla farina raffinata, in particolare per il grande apporto di fibra alimentare che aumenta il senso di sazietà e per il minore apporto calorico. Ideale, quindi, per chi segue una dieta dimagrante.

E così ho provato a sostituire metà farina bianca con metà integrale e il risultato è stato quello di una focaccia genovese straordinaria, croccante fuori e soffice all’interno.

Se seguirete i miei consigli rimarrete stupiti da tanta bontà. Potete prepararla con la planetaria oppure a mano in una ciotola seguendo gli stessi step. Corriamo in cucina!

Focaccia ligure con farina integrale
Focaccia ligure con farina integrale
  • DifficoltàFacile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore 30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

300 g farina (W 320 o manitoba)
300 g farina integrale
450 ml acqua
1 cucchiaino malto, miele o zucchero
8 g lievito di birra fresco
10 g sale
50 ml olio extravergine d’oliva

Per completare

q.b. olio extravergine d’oliva
q.b. sale grosso

Strumenti

Ciotola
Pellicola per alimenti
Tazza
Pennello
Contenitore

Passaggi

Versare le farine e il malto nella ciotola della planetaria munita di gancio. Azionare la macchina a velocità media.

Attenzione: se impastate a mano, usate una ciotola e seguite gli stessi passaggi.

In una tazza piccola, sciogliere il lievito di birra in 120 ml di acqua tiepida.

Aggiungerlo alle farine e impastare un pochino.

In una tazza grande mettere 330 ml di acqua con il sale e l’olio extravergine di oliva.

Aggiungere la miscela nella planetaria e mischiare gli ingredienti tra loro. Se serve, spegnere un attimo la planetaria e far cadere la farina attaccata alle pareti con una spatola morbida.

Azionarla di nuovo e aumentare leggermente la velocità per impastare. Io la lascio anche 15 minuti finchè l’impasto non si incorderà al gancio.

Attenzione: non preoccupatevi se all’inizio l’impasto vi sembra troppo molle.

Ungersi le mani e trasferire l’impasto in una grande ciotola unta di olio.

Lasciare lievitare l’impasto, coperto preferibilmente con un canovaccio o da pellicola trasparente, in un luogo riparato da correnti d’aria per circa due ore (l’impasto deve raddoppiare il volume). Vi consiglio il forno spento con la luce accesa.

A questo punto, ungere una teglia da forno da 40×30 cm (oppure tre teglie piccole rotonde) e trasferire l’impasto all’interno.

Allargarlo tirandolo con le mani unte da sotto. Non schiacciarlo! Se si ritira, far riposare qualche secondo e continuare a stirarlo, sempre da sotto, fino a coprire tutta la teglia.

Lasciare lievitare in teglia un’altra mezz’ora al riparo da correnti d’aria.

Trascorso questo tempo se l’impasto si è ritirato, stenderlo ulteriormente e delicatamente con la punta delle dita (ma senza schiacciare troppo) sino a ricoprire l’intera superficie della teglia. Formare anche un bordino.

Condire con sale e abbondante olio evo.

Cuocere in forno statico preriscaldato a 200°C per 30 minuti. Vi consiglio di mettere in forno un piccolo contenitore in alluminio pieno di acqua in modo da creare un po’ di umidità in cottura.

Sfornare, lasciare riposare qualche minuto e la focaccia è pronta da servire tagliata a quadrotti!

Focaccia ligure con farina integrale
Focaccia ligure con farina integrale

Consigli e altre ricette

Come planetaria, io uso la Kenwood KVC7300S Impastatrice Planetaria Chef Titanium SYSTEM PRO.

Si possono preparare alcune varianti di quella base, tutte altrettanto buone: con le cipolle, con le olive, con la salvia o il rosmarino, ecc.

Grazie a Olio ROI per i suoi eccezionali prodotti.

Se vi è piaciuta questa ricetta, potrebbero interessarvi anche tutte le mie focacce della tradizione ligure.

Ho scritto anche un articolo su come cuocere il pane e la focaccia nel forno di casa.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube Facebook,  Instagram,   Pinterest,   Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.