Orecchiette al PesceSpada

Orecchiette al Pescespada

OrecchietteAlPesceSpada_ok

 

 

 

Le orecchiette oggi sono un tipo di pasta tipico della regione Puglia, la cui forma è approssimativamente quella di piccole orecchie, da cui deriva appunto il nome. Vennero diffuse in Puglia tra il XII e il XIII secolo a partire dal Capoluogo Barese ove tutt’oggi resta uno dei primi piatti più prelibati della città. In termine dialettale barese sono “L strasc’nat”, termine che nasce proprio dal metodo di creazione con cui la pasta prende forma quando viene strascinata sul tavolo di lavoro. A Bari le orecchiette vengono cotte principalmente con le cime di rapa (piatto tipico particolare), con i cavolfiori, broccoli e altre verdure, particolari sono anche le orecchiette al ragù rosso. Con i piatti baresi cambia la dimensione delle orecchiette, sono preferibili più grandi quelle cotte con le verdure e molto più piccole quelle cotte con il ragù a sua volta tipico piatto domenicale sulle tavole baresi . Nel tarantino e in Valle d’Itria è ancora in uso il sinonimo “chiancarelle” o “recchjetedd“, “fiaffioli”. A Latiano invece vi è la sagra degli stacchioddi (altro nome per indicare le orecchiette).

Ingredienti per otto persone

1,5 kg di orecchiette fresche
1 kg di broccoli
400 g di pesce spada fresco
due spicchi d’aglio
due peperoncini erotico
un bicchiere di vino bianco
otto cucchiai di olio e.v.o.
sale q.b.

Lavare i  broccoli e sbollentarli in acqua salata per circa cinque minuti.
In una padella antiaderente mettere l’olio e.v.o. e rosolare gli spicchi d’aglio e il peperoncino erotico tagliato finemente.
Unire il pesce spada tagliato a pezzetti e farlo rosolare, quindi aggiungere i broccoletti scolati e fare insaporire il tutto.  Irrorare con il vino, farlo sfumare e regolare di sale, continuare la cottura per circa cinque minuti.
Lessare le orecchiette, scolarle quando saranno al dente e farle saltare nella padella insieme al condimento.
Impiattare e buon appetito.

 

DSCF3775 DSCF3776 DSCF3785 DSCF3788 DSCF3789 DSCF3791

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.