Polpette con patate in umido

Polpette con patate in umido, un piatto semplice, genuino e nutriente. Quando cucino le polpette a casa mia è sempre una festa perchè ci piacciono davvero tanto. Le polpette di carne sono uno di quei piatti che pur essendo abbastanza facili e veloci da fare, di solito piacciono a tutti. Possiamo prepararle in tanti modi: al forno, al sugo, con patate, con piselli… c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Polpette con patate in umido
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le Polpette con patate in umido

Per le polpette

  • 400 gcarne macinata (bovina oppure mista bovina e suina)
  • 2uova
  • 50 gparmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 50 gpangrattato (circa)
  • 1 ciuffoprezzemolo
  • 1 pizziconoce moscata
  • 1 pizzicoaglio in polvere (oppure 1 spicchio d’aglio tritato)
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Per il sugo

  • 900 gpatate
  • 200 gpolpa di pomodoro
  • 1cipolla
  • 1carota
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.origano secco
  • q.b.sale
  • 1 ciuffoprezzemolo (facoltativo)

Come preparare le POLPETTE CON PATATE IN UMIDO

  1. Polpette con patate in umido

    Ponete in una ciotola la carne macinata, aggiungete le uova leggermente sbattute, il parmigiano grattugiato, il prezzemolo tritato, un pizzico di aglio in polvere e uno di noce moscata; salate e pepate. Aggiungete un po’ di pangrattato e lavorate il composto con le mani in modo che tutti gli ingredienti risultino amalgamati. Se occorre aggiungete altro pangrattato fino a ottenere la giusta consistenza che vi permetterà di formare le polpette.

  2. Con il composto ottenuto formate delle palline grosse, più o meno, come noci. Per facilitarvi il lavoro inumiditevi le mani con un po’ d’acqua, in questo modo le polpette risulteranno più lisce e ben modellate. Man mano che sono pronte adagiatele su un vassoio.

  3. Raschiate la carota e tagliatela a cubetti.

    Spellate la cipolla e tritatela.

    In un largo tegame antiaderente, fate scaldare un filo di olio d’oliva.

  4. Quando l’olio sarà ben caldo, adagiatevi le polpette e rosolatele per 3 – 4 minuti, rigirandole con delicatezza. Unite il trito di carota e cipolla e continuate a rosolare per circa 2 minuti.

  5. Aggiungete circa 2 bicchieri d’acqua, la polpa di pomodoro e qualche pizzico di origano, oppure qualche foglia di basilico. Salate, portate a bollore e lasciate cuocere per circa 15 minuti.

    Intanto sbucciate le patate, sciacquatele e tagliatele a dadi.

  6. Trascorso il tempo necessario, unite le patate nel tegame e continuate la cottura per circa 20 minuti, fino a quando le patate saranno cotte. Se durante la cottura il sugo si dovesse asciugare troppo, allungate con qualche tazzina d’acqua.

  7. Se volete evitare di soffriggere fate così: mettete nel tegame l’acqua, la polpa di pomodoro e il trito di verdure, quindi portate a bollore, poi unite le polpette, fate cuocere per circa 20 minuti e, infine, aggiungete le patate. Continuate la cottura per una ventina di minuti, fino a quando le patate saranno cotte.

  8. A fine cottura potete aggiungere un trito di prezzemolo.

    Servite il vostro piatto di polpette con patate in umido ben caldo.

Note

Quando preparate le polpette se l’impasto dovesse risultare troppo molle aggiungete un po’ di pangrattato o di parmigiano, se invece dovesse essere troppo duro potete ammorbidirlo con un po’ di latte.

Potete sostituire il pangrattato con un po’ di pane raffermo ammollato nel latte e ben strizzato oppure con una patata lessa schiacciata.

Potete sostituire il parmigiano con del grana o pecorino grattugiato.

Se vi è piaciuta questa ricetta forse potrebbero interessarvi anche le Polpette al sugo con piselli o le Polpette e patate al forno oppure le Polpette ripiene di formaggio.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.