Tagliatelle al basilico

Le tagliatelle al basilico sono un pasta fatta in casa, senza uova, preparata con solo semola rimacinata di grano duro integrale e farina tipo due. Per donare sapore e freschezza a questa ottima pasta, ho aggiunto del basilico fresco, frullato con acqua e olio. Io adoro condirle semplicemete saltandole in padella con pomodorini ciliegini, uno spicchio d’aglio, origano e del buon olio extravergine. Perfette come primo piatto estivo.

Tagliatelle al basilico
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo15 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

Tagliatelle al basilico

75 g farina tipo 2
75 g semola rimacinata di grano duro (integrale, più 60gr. per la spianatoia )
35 g basilico
50 g acqua
1/2 cucchiaio olio extravergine d’oliva
1 pizzico sale marino integrale (fino)

Strumenti

Tagliatelle al basilico

1 Ciotola
1 Spianatoia
1 Macchina per pasta
1 Frullatore a immersione

Passaggi

Tagliatelle

Iniziate lavando il basilico, poi scolatelo e asciugatelo, quindi ponetelo in un contenitore dai bordi alti e frullatelo con olio, sale ed acqua.

Tagliatelle

Inoltre, setacciate le farine dentro la ciotola e miscelatele, dopodiché unitevi il basilico frullato e amalgamate bene. Trasferite il composto sulla spianatoia e impastate fino ad ottenere una pasta elastica e liscia, poi copritela con un canovaccio e lasciate riposare per almeno 15 minuti.

Tagliatelle

Trascorso il tempo, dividete l’impasto in due e infarinate la spianatoia.

Successivamente, passate ogni pezzo, più volte, attraverso i rulli della macchina per la pasta alla massima apertura e ad ogni passaggio ripiegate le strisce su se stesse, spolverandole con la semola.

Come ultimo passaggio, spostate la ghiera di regolazione sulla quarta tacca.

Dopo aver ottenuto due rettangoli dello stesso spessore, potete passarli attraverso il rullo per il taglio delle tagliatelle.

Infine, portate a bollore abbondante acqua salata, immergetevi la pasta e fate cuocere per 5 minuti circa, dopodiché scolate e conditele a piacere.

Conservazione

Se conservate coperte con un canovaccio, in un luogo fresco e asciutto, potete cuocerle anche il giorno dopo.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cucinachetipassa

Ciao sono Oriana , mi piace cucinare da sempre , quando ero bambina , la domenica mattina ,mi sedevo in cucina per guadare la nonna mentre impastava e preparava il ragù... guai a toccare però !!! Quando cucino il tempo vola , passa leggero e mi libera la mente . Prendersi il tempo per cucinare è un modo per aver cura di se . I miei sono piatti semplici con ingredienti di qualità e di stagione .