Pane incamiciato al profumo di basilico

Pane incamiciato al profumo di basilico è un pane particolare sia per la forma che per il gusto, è foderato da uno strato sottile esterno avvolto da una sfoglia, una tecnica del maestro Josep Pascual,  farcito e insaporito con del pesto di basilico fresco e pinoli.
Un pane soffice, molto buono e profumato, che sa di estate, che ha intrappolato tutto il sapore del basilico fresco, rendendo questo pane davvero speciale. Ottimo da consumare caldo e fumante, ma se vi avanza qualche fetta buona anche il giorno dopo, si conserva ancora morbida, basta riscaldare in forno per ottenere un effetto fragrante, oppure anche affettato e abbrustolito per delle semplice bruschette.
Per la preparazione di questo pane incamiciato ho usato la farina Bio Electa Semola di grano duro CAPPELLI dell’azienda Progeo Molini.  Una semola dal profumo intenso d’erba appena tagliata e ricca dei sapori delle verdi terre della Basilicata. Le sue inimitabili caratteristiche organolettiche e l’ottima lavorabilità la rendono perfetta per produrre pasta di qualità superiore, superlativa per preparare pane e pizza.
La farina la trovate in vendita online sul loro sito alla pagina ECOMMERCE basta entrare e inserire nel carrello.

Pane incamiciato al profumo di basilico

Pane incamiciato al profumo di basilico

Procedimento:

Iniziate a preparare l’impasto al mattino presto, vista la stagione più calda, bastano pochi grammi di lievito, col calore la lievitazione si accelera.

In una ciotola a mano o nel contenitore della planetaria iniziate a sciogliere il lievito con l’acqua a temperatura ambiente, fate scendere pian piano la farina, sempre mescolando, aggiungete il sale, 3 cucchiaiate di pesto, impastate ancora fino ad ottenere un impasto compatto e incordato, se serve usate altra farina.
Mettete a lievitare l’impasto coperto per circa 4 ore.

Pane incamiciato al profumo di basilico

Quando risulta raddoppiato di volume riprendete l’impasto, lavoratelo formando delle pieghe, allungate e piegate un paio di volte.
Prelevate un pò d’impasto come una pallina e mettete da parte.
Stendete e allargate il panetto rimasto, distribuite al centro un pò di pesto,( vedi qui come prepararlo )spalmate con il dorso di un cucchiaio, chiudete ed arrotondate a palla.
Spennellate la superficie con un pò di pesto, dell’olio o albume sbattuto e cospargete di pinoli, con l’albume non si staccano durante la cottura.
Prendete il pezzettino di impasto prelevato e stendetelo col matterello in una sfoglia sottile, adagiatelo e coprite la superficie con i pinoli e tutto il panetto nascondendo i lembi sotto, arrotondate e schiacciate un pò con le mani.

Appoggiate il panetto su una teglia spolverizzata di farina e fate lievitare ancora per circa 1 ora, deve raddoppiare di volume.

Pane incamiciato al profumo di basilico

Prendete un coltello ben affilato e praticate dei tagli a croce in superficie, potete anche spennellare di olio prima, incidete solo la copertura della sfoglia, fate attenzione a non tagliare anche la pagnotta e sollevate leggermente i lembi.

Pane incamiciato al profumo di basilicoPane incamiciato al profumo di basilico

Cuocete in forno preriscaldato a 250° per circa 20 minuti con la teglia nel ripiano basso, abbassate la temperatura del forno a 200° e continuate la cottura nel ripiano più alto per altri 20 minuti, vi regolate in base alla potenza del vostro forno, se togliere prima  continuare la cottura, coprite la superficie con un foglio di alluminio se notate che i pinoli si colorano troppo.

Sfornate, lasciate intiepidire un pò, affettate e servite il pane incamiciato al profumo di basilico.

Se vuoi  ricevere le mie ricette iscriviti alla mia newsletter è gratuita, riceverai tramite mail ogni ricetta pubblicata.

Visita anche la mia pagina Anna e la sua cucina su facebook per essere sempre aggiornati su tutte le novità!

Precedente Strudel di mele senza burro Successivo Polpette di carne gusto pizzaiola

4 commenti su “Pane incamiciato al profumo di basilico

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.