Pesto di basilico

Il Pesto è una salsa a crudo, un composto nel quale tutti gli ingredienti vengono amalgamati a freddo, non cucinati. Tradizionalmente il pesto viene prodotto con l’uso di mortaio e pestello, vengono pestati a lungo fino a ridurli in crema, il procedimento è un pò lungo ma oggi la maggior parte delle persone, anche quello che si trova in commercio, per facilitare questa operazione lo preparano usando il frullatore.
Io vi propongo il mio pesto di basilico frullato nel bimby, ma se avete voglia e tempo potete farlo benissimo anche col mortaio e pestello.
Il pesto di basilico si usa per condire i primi piatti di vari tipi di pasta, gnocchi, per crostini, per aromatizzare, si usa tanto in cucina.
Una volta preparato il pesto lo potete conservare in dei vasetti di vetro e congelare e, quando arriva l’inverno e avete voglia di gustarlo basta scongelare un vasetto per ritrovare tutto il profumo e il gusto del basilico fresco come in estate.
Consigli: per ottenere un buon pesto occorrono delle foglie di basilico ben fresche, e che non abbiano sentore di menta, le piccole dicono che sono più profumate, ma io ho usato quello con delle foglie più grandi dell’orto del mio papà e il risultato è stato ottimo, per evitare che diventa scuro, aggiungete un cubetto di ghiaccio, evita di riscaldarsi e ossidarsi.

Pesto di basilico

PESTO DI BASILICO

  • Ingredienti:
  • 200 gr di basilico
  • 70 ml di olio
  • 130 gr di parmigiano o grana o pecorino (misto)
  • 50 gr di pinoli
  • 1 spicchio grosso di aglio
  • sale q.b.
  • 1 cubetto di ghiaccio

Procedimento:
Lavare bene ed asciugare le foglie di basilico, io dopo lavate ho centrifugato e poi asciugato con un tovagliolo da cucina., cercando di non maltrattarle troppo.
Una volta procurato tutto il necessario inserire in un frullatore, mixer ad immersione o bimby tutti gli ingredienti e frullare fino a quando non diventa cremoso, ma non troppo, io preferisco una crema più grossolana e anche il formaggio è a scelta e in base al gusto, io ho usato il grana.
Non lavorare troppo con le lame perchè si ossida subito e diventa nero, se volete un pesto molto brillante e untuoso aggiungere dell’olio in più, io mi sono trattenuta un pò.
Una volta pronto coprire la superficie con dell’olio chiudere con pellicola in attesa che venga usato come condimento per la pasta.
Per la conservazione invece mettere nei vasetti, aggiungere dell’olio in superficie, chiudere e congelare nel freezer.
Il pesto di basilico così si mantiene mesi e può essere gustato anche in inverno.

Pesto di basilico

Note

Se ti è piaciuta la ricetta condividila sul tuo profilo, per gli aggiornamenti diventa fan della mia pagina facebook. Istagram   Pinterest  google +  

Per le altre ricette torna alla HOME

Precedente Focaccine veloci in padella Successivo Spaghetti al pesto fresco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.