Posts Tagged ‘ricette con verdure’

Crocchette di patate con portulaca e peperoni

By dolcemela

Crocchette di patate con portulaca e peperoni

Oggi ho preparato delle squisite crocchette di patate arricchite da freschi e teneri germogli di una pianta straordinaria, la portulaca.

Si, parlo proprio di lei, la portulaca, la pianta infestante che cresce bella e rigogliosa in qualsiasi terreno anche in periodi di grande siccità, fidatevi, è commestibile.

Ed è buonissima per arricchire fresche insalate, oppure ci si possono fare gustose frittate e avete mai mangiato la portulaca sott’olio? Sfiziosissima, ma anche queste crocchette di patate non sono niente male, provatele e fatemi sapere ! ;)

 

DSCN1120

 Crocchette di patate con portulaca e peperoni

INGREDIENTI

  • 3 patate medie
  • 2 uova
  • germogli teneri di portulaca (una manciata)
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 100 g di mollica di pane raffermo (se troppo duro ammollatelo prima in acqua e latte)
  • 1 peperone rosso
  • sale q b
  • olio di oliva q b
  • pangrattato q b

 

PicMonkey Collage

PREPARAZIONE

Fate cuocere le patate con la buccia in abbondante acqua salata e una volta cotte, sbucciatele e schiacciatele con i rebbi di una forchetta, naturalmente si possono schiacciare anche con l’attrezzo apposito, io preferisco che ci siano dei pezzetti di patate più o meno grandi in modo che le crocchette risulteranno più aerate e soffici.

Sbollentate i germogli di portulaca e strizzateli come fareste per i più comuni spinaci.

Io questa volta, per tempo li ho aggiunti crudi, erano tenerissimi e si sono cotti friggendo.

Anche i peperoni li ho messi crudi ma vanno benissimo anche se li avete cotti, magari avanzati da altre pietanze.

Dunque prepariamo le crocchette: in una ciotola capiente mettete le patate schiacciate, la mollica di pane sbriciolata, le uova, il formaggio grattugiato, 1/2 cucchiaino di sale fino, il peperone tagliato a dadini piccoli e la portulaca.

Amalgamate quindi bene tutti gli ingredienti, se gradite ci sta bene anche un pizzico di pepe.

Prelevate un cucchiaio di composto e modellatelo con le mani per formare delle crocchette, potete farle rotonde o allungate, come preferite.

Quindi passate le crocchette nel pangrattato ed infine friggetele in olio bollente, lasciatele ben dorare rigirandole da una parte e dall’altra. Scolatele su un foglio di carta assorbente e servitele calde.

 

Se ti è piaciuta la ricetta diventa fan della mia pagina su facebook e resta sempre aggiornato….  ti aspetto qui: https://www.facebook.com/ProfumoDiGlicineCheArrivaInCucina

 

Ciaooooooo  !!!!!

 

baci

Insalatona mista alla caprese, ricetta piatti unici estivi

By dolcemela

Insalatona mista alla caprese

Se c’è una cosa a cui non so resistere questa è la mozzarella di bufala, parlo di quella vera, quella buona, non c’è, si, credo non ci sia nulla di più appagante per il mio senso del gusto. Oggi mi hanno portato della mozzarella di bufala veramente speciale, ero indecisa se farla con le uova al tegamino o mangiarla in purezza, alla fine il buon senso mi ha consigliato di accompagnarla a delle fresche verdurine.

E in estate che c’è di più buono di una fresca insalatona mista alla caprese ?

 

insalatona mista alla caprese

Insalatona mista alla caprese

Ingredienti per 4

  • 1 piccolo cespo di lattuga
  • 1 piccolo cespo di insalata iceberg
  • 1 mazzetto di rucola
  • 1 barattolo di mais cotto al vapore
  • 4 pomodori san marzano
  • mozzarella di bufala
  • 2 cipolline
  • sale fino q b
  • olio extravergine d’oliva
  • aceto balsamico

 

Preparazione

Mondate e lavate le insalate, quindi centrifugatele per sgrondarle dall’acqua il più possibile.

Spezzettate con le mani le foglie più grandi della rucola e lasciate intere le più piccole.

Tagliate a listarelle la lattuga e l’iceberg.

Tagliate i pomodori a fette

Tagliate le cipolline e mettetele in ammollo con acqua e sale per dieci minuti.

Raccogliete le verdure in una grande insalatiera, aggiungete il mais, le cipolline, i pomodori e spicchi di mozzarella.

Condite il tutto con olio extravergine d’oliva , sale fino e aceto balsamico.

insalatona mista alla caprese

 

DSCN0298

 
L'ingrediente speciale

La rucola o ruchetta è una pianta erbacea rustica che si adatta ai terreni più diversi.
Cresce lungo i bordi delle strade, negli incolti, nei campi, preferibilmente nei luoghi soleggiati.

Si raccolgono, dalla primavera fino ai primi geli, le foglioline più tenere, ben presto la pianta le sostituirà con delle nuove che potremo raccogliere in ciclo.

Per chi non ha la possibilità di coltivare la rucola nell'orto o in giardino no problem, anche in un vaso sul balcone ci regalerà tanti freschi germogli, basta darle acqua e sole !! ;)
 

 

 

 

Se ti è piaciuta la ricetta seguimi anche su facebook….  ti aspetto qui: https://www.facebook.com/ProfumoDiGlicineCheArrivaInCucina

 

Ciaooooooo  !!!!!

 

baci

 

Pasta in crema di spinaci – ricetta primi piatti semplici

By dolcemela

Pasta in crema di spinaci

Oggi vi presento un primo piatto velocissimo, il mio cavallo di battaglia quando avevo i bimbi piccoli e pur di fargli mangiare le verdure me le inventavo tutte.

Con un piatto di pasta in crema di spinaci ci riuscivo alla grande, il tipo di pasta che preferivano erano le farfalle ma anche le pennette ci stanno bene, provate, proponete questo piatto ai vostri bimbi e fatemi sapere !! ;)

pasta in crema di spinaci

 

 

Pasta in crema di spinaci

 

Ingredienti per 2 persone

  • 180 g di farfalle o altra pasta a piacere
  • 1 mazzetto di spinaci
  • 1 patata
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • 1/4 di scalogno
  • 1 noce di burro
  • 2 formaggini

 

 

Procedimento

  1. Fate appassire lo scalogno tritato in una pentola con una piccola noce di burro.
  2. Unite la patata tagliata a dadini, gli spinaci e 2 bicchieri di acqua.
  3. Fate cuocere per 10-15 minuti, aggiustate di sale e poi frullate il composto formando una cremina omogenea a cui aggiungerete i formaggini e 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato.
  4. Lessate la pasta in abbondante acqua giustamente salata, scolatela e mescolatela alla crema di spinaci.
  5. Il piatto è pronto, buon appetito!!

 

 

 

DSCN0601

 

 

 

ps Questo è un piatto che piace anche ai grandi.

Variante : al posto dei formaggini potete mettere panna da cucina e per i grandi aggiungete un pizzico di pepe, all’uomo di casa piace così !! :D

 

 

Profumo di glicine © all rights reserved

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Chiara Nappi autrice del blog Profumo di Glicine.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Quiche al salmone – ricetta torta salata semplice

By dolcemela

Buongiorno e buon sabato a tutti….e un’altra settimana è andata…:D  !! Oggi una quiche al salmone, adatta per essere gustata anche a temperatura ambiente, quindi è perfetta per picnic e buffet o per una cena veloce.

quiche al salmone - ricetta torta salata semplice

 

Quiche al salmone

Ingredienti

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 2 uova
  • 200 g di ricotta vaccina
  • 2 panetti di philadelphia
  • 100 g di salmone affumicato
  • 2 cipollotti
  • 100 g di pisellini
  • 2 cucchiai di formaggio grattugiato ( pecorino o grana)
  • olio extravergine d’oliva
  • sale, pepeQuiche al salmone ricetta semplice da profumo di glicine
  • Tagliate a fettine i cipollotti e fateli appassire in padella con un filo d’olio quindi unite i piselli e lasciate insaporire, salate e portate avanti la cottura per circa 10 minuti.
  • A parte lavorate a crema la ricotta con le uova e il philadelphia, aggiungete il formaggio, i piselli (freddi) e metà del salmone tagliato a striscioline. Se vi piace anche un pizzico di pepe.
  • Con la pasta sfoglia foderate lo stampo, rifilate la pasta sui bordi e dopo aver bucherellato il fondo versate la farcia.
  • Ponete la quiche in forno a 180° per 20-25 minuti.
  • Quando sarà cotta, sfornatela e completate con il salmone messo da parte. Potreste tagliarlo a striscioline, a dadini o magari con delle formine come avrei voluto fare io. L’idea era quella di fare delle stelline ma qualcuno ha pensato che quel salmone in frigo era di troppo e quindi la mia è rimasta soltanto un’idea !!  A questo punto mi è venuta un’altra idea :D e se mettessi un lucchetto al frigo ? Va bè… era buona anche così !!

 

 

Carciofi imbottiti al profumo di finocchietto

By dolcemela

 

Con i carciofi imbottiti al profumo di finocchietto metto in tavola un primo e un secondo. Provate a condire uno scialatiello di pasta fresca e vedrete !! :D I carciofi devono essere possibilmente belli grandi, i più adatti per questa preparazione sono i carciofi romaneschi “le mammole” o il “tondo di Paestum”.

 

Carciofi imbottiti al profumo di finocchietto

Ingredienti per 4 persone

4 carciofi

3 fette di pane raffermo (mollica)

3 uova

50 gr di formaggio pecorino grattugiato

2 salsicce al finocchietto

olio extravergine d’oliva

1 barattolo piccolo di pomodoro pelato

prezzemolo

uva passa

2 spicchi di aglio

sale pepe

Preparazione

Eliminare le brattee più esterne procedendo via via verso le più tenere, senza esagerare però, anche le foglie più dure contribuiranno a dare più sapore al sugo che poi useremo per condire la pasta. Procedere con la pulitura tagliando il gambo, pareggiateli, allargate le foglie centrali e con uno scavino o un semplice cucchiaino cercate di togliere la parte centrale del carciofo, comunemente chiamata barba. Per non farli ossidare man mano che li pulite metteteli in acqua a cui avete aggiunto una tazzina di latte.  Nel frattempo preparate il ripieno mescolando il pane sbriciolato con il formaggio, le salsicce private del  budello, le uova, l’uva passa, il prezzemolo, sale e pepe. Riprendete i carciofi, dategli una leggera sciacquata con acqua fresca e premeteli su un tagliere o sul lavabo dalla parte delle foglie, in modo che  si allarghino il più possibile. Lasciateli a sgocciolare a testa in giù per qualche minuto e riempiteli con il composto.

Metteteli in una pentola dai bordi alti, uno accanto all’altro, ben stretti, in modo che rimangano in piedi. Aggiungete l’olio, i pelati, 2 spicchi di aglio, un bel ciuffo di prezzemolo e acqua quasi a coprirli. Deve uscire fuori solo la calotta del ripieno. Salate e fate cuocere per un 30-40 minuti. Se dovessero asciugarsi troppo aggiungete altra acqua calda, se volete condire la pasta  il sugo deve rimanere piuttosto liquido. Quando la pasta è quasi cotta prendete i carciofi e metteteli da parte, magari in forno caldo. Con un frullatore ad immersione frullate il sugo, se non vi piace il sapore forte dell’aglio eliminatelo prima. Condite la pasta con la cremina formatasi e un’abbondante spolverata di formaggio, io preferisco pecorino, poi decidete voi quale mettere !!

 

Pizza di scarola – ricetta napoletana

By dolcemela

Pizza di scarola – ricetta napoletana

Buongiorno amici, oggi mi sembra una bella giornata ….dopo tutta l’acqua che è venuta giu’ ieri ci voleva…io purtroppo vado col tempo…se è cattivo lo sono anche io…vero divento intrattabile :D  E ieri anche l’impasto per la pizza di scarola ne ha risentito….di solito lo preparo la sera e lo metto a lievitare nella parte bassa del frigo (seguo le dritte di Bonci) ma stavolta qualcosa è andata storta…..è lievitato pochissimo…l’ho dovuto lavorare ancora un pò e messo in forno tiepido, ho fatto un taglio a croce al centro e finalmente nel giro di un’ora ha raddoppiato di volume ed ho potuto procedere con la mia pizza di scarola. Ci tengo a precisare “mia” onde evitare polemiche. In effetti la vera pizza di scarola tipica napoletana prevede anche alici salate e capperi, però a me non piacciono, anche se li uso e li mangio in altre preparazioni nella scarola non li amo. Forse anche perché non andrebbero d’accordo con la salsiccia che ci metto sempre? :D  Allora vediamo come faccio io la pizza di scarola ??

Pizza di scarola

ingredienti per l’impasto                                                                                   

250 g di farina rimacinata di grano duro

250 g di farina 00

250 g di acqua

2 cucchiai d’olio evo

una bustina di lievito di birra secco

10 g di sale

per il ripieno

2 cespi di  scarola

olive verdi e nere snocciolate

olio extravergine d’ oliva 

70 g di salsiccia (meglio se piccante)

uva passa

pinoli

qualche gheriglio di noce

100 g di provola

sale q b

 


In una boule,  mescoliamo le due farine e impastiamo aiutandoci con l’acqua dove avremo sciolto il lievito, aggiungiamo l’olio e  il sale,   impastiamo il tutto fino ad ottenere un panetto morbido e lo  mettiamo, ben coperto,  in frigo a lievitare  per circa 12 ore. Nel frattempo laviamo  e sbollentiamo  solo 2 minuti la scarola, la  scoliamo e la ripassiamo in padella con un soffritto di olio, aglio e peperoncino, saliamo e facciamo insaporire il tutto per 10 minuti ,  lasciamo raffreddare e una volta che la pasta della pizza sarà lievitata la dividiamo in 2 porzioni e  la stendiamo, con una parte un poco più grande foderiamo la teglia precedentemente oliata, adagiamo la scarola, aggiungiamo le olive, la provola, la salsiccia, le noci, l’ uva passa e i pinoli.  Non vi dimenticate di eliminare lo spicchio d’aglio e il peperoncino perché trovarselo fra i denti non è piacevole :D Copriamo il tutto con l’altra parte di pasta, spennelliamo la superficie con un filo d’olio e inforniamo a 190° per circa 30′