Crea sito

Pizza con stracchino e olive

La pizza con stracchino e olive è una delle tante varianti di questa straordinario piatto che rappresenta l’Italia nel mondo.

In realtà la preparazione è tipica della tradizione indoeuropea (la pita mediterranea ha lo stesso etimo), ma con l’aggiunta degli ingredienti base (pomodoro, mozzarella e origano o basilico) è diventata la pizza che tutti, grandi e piccini, amiamo all’infinito.

Io qui vi propongo la pizza “alta” in teglia rettangolare, più adatta per i forni di casa che cuociono a bassa temperatura. La ricetta napoletana rotonda richiederebbe, invece, una cottura molto breve a temperatura elevatissima.

Come condimento, utilizzo al posto della mozzarella lo stracchino (esistono due scuole di pensiero su questo tema ;-)) e olive denocciolate. Vanno bene quelle che preferite, verdi, nere o anche miste.

Con le dosi proposte si riescono a fare due pizze che potete farcire nello stesso modo o come preferite. Ad esempio una con stracchino e olive e la seconda ai 4 formaggi.

Pizza con stracchino e olive
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore 30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gFarina Manitoba
  • 300 mlAcqua
  • Sale
  • 35 gLievito madre secco
  • 400 mlPassata di pomodoro
  • 350 gStracchino
  • 50 gOlive denocciolate
  • Olio EVO
  • Basilico fresco o origano secco

Strumenti

  • Spianatoia
  • Mattarello
  • Ciotola
  • Pellicola per alimenti
  • 2 Teglie da forno rettangolare

Preparazione

  1. Pizza con stracchino e olive

    Nella spianatoia lavorate farina, acqua, lievito e un pizzico di sale fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

    Metterlo a lievitare in una ciotola coperta da pellicola trasparente in luogo caldo e senza correnti d’aria. Lasciarlo lievitare fino a che non raddoppia il suo volume, potrebbero volerci anche due ore o più.

    Rovesciare l’impasto sulla spianatoia infarinata. Dividerlo a metà e lavorare uno per volta i due pezzi con le mani per allagarli. Usare anche il mattarello per stenderli fino a che non sono della dimensione un po’ più grande della teglia.

    Ungere abbondantemente le due teglie ed adagiare le due sfoglie. Coprire con pellicola trasparente e lasciar lievitare per mezz’ora. Questa fase si chiama puntata!

    Accendere il fuoco a 220° C statico.

    Condire le pizze. Spalmare la passata di pomodoro e salare. Lasciare un bordo di circa 1,5 cm.

    Mettere lo stracchino a pezzettoni e le olive. Poi l’origano o il basilico e ungere il tutto con un filo di olio.

    Cuocere infornando le due pizze una sopra e una sotto per circa 30 minuti o fino a quando il bordo non è ben dorato. Se quella sopra prende troppo colore a metà cottura invertitele. Servite subito calde tagliate a rettangoli.

    Buon appetito!

Potrebbe interessarvi anche la Sardenaira sanremese e la focaccia al formaggio.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su YouTube, Facebook, Instagram, Pinterest, Twitter e Telegram.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.