Crea sito

La vera ricetta degli spaghetti alla carbonara

La vera ricetta degli spaghetti alla carbonara fa discutere un po’ tutti per le tante versioni spesso contradditorie. Anche per la sua origine esistono diverse leggende, una più interessante dell’altra.

Personalmente sono convinta che il piatto originale sia uno solo e a base di soli 6 ingredienti: pasta, tuorli, guanciale, pecorino romano, sale e pepe.

Niente pancetta, niente olio, niente panna, niente pomodoro! Al massimo un po’ di acqua di cottura della pasta per creare quella deliziosa e inconfondibile cremina. 😉

Qualcuno mette l’uovo intero ma bisogna far attenzione perchè l’albume coagula a temperature bassissime e rischia di farvi strapazzare la carbonara, con un odioso effetto frittata! I tuorli danno meno problemi in quanto solidificano a temperature un po’ più elevate ma ricordate sempre di mantecare fuori dal fuoco.

Il formato di pasta più indicato per questo condimento sono gli spaghetti, possibilmente ruvidi perchè raccolgono meglio la salsa; in seconda battuta i rigatoni, ma vanno bene anche i bucatini e i fusilli.

Siete pronti? Iniziamo subito….

Spaghetti alla carbonara
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 gspaghetti
  • 150 gguanciale
  • 4tuorli (uova grandi)
  • 100 gpecorino romano grattugiato
  • q.b.sale e pepe

Strumenti

  • Padella
  • Pentola e scolapasta
  • Cucchiaio di legno
  • Tagliere e coltello
  • Ciotola e frusta piccola

Preparazione

  1. Spaghetti alla carbonara

    Mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata.

    Nel frattempo eliminare la cotenna dal guanciale e tagliarlo prima a fette e poi a striscioline spesse circa 1 cm.

    Curiosità: la regola vuole che con l’utilizzo di paste lunghe il guanciale vada tagliato a julienne o bastoncino mentre con le paste corte a cubetti. Nel caso della carbonara e dell’amatriciana, invece, è bene che il taglio sia sempre a striscioline allungate in modo che il guanciale si possa infilzare facilmente con i rebbi della forchetta e mangiato insieme alla pasta.

    Versare i pezzetti in una padella antiaderente già calda e rosolare per circa 8/10 minuti a fiamma media fin quando non sarà bello croccante.

    Attenzione a non bruciarlo!

    Buttare gli spaghetti nell’acqua bollente e cuocerli per il tempo indicato sulla confezione.

    Intanto versare i tuorli d’uovo in una ciotola e amalgamarli con la maggior parte del pecorino previsto dalla ricetta (la parte restante servirà per impiattare la pasta). Insaporire con una macinata di pepe e pochissimo sale (si può anche non mettere).

    Consiglio: se le uova non sono abbastanza gradi aggiungere un tuorlo, è il trucco per renderla più cremosa!

    Se il caso, aggiungere anche un cucchiaio di acqua di cottura degli spaghetti per diluire il composto e mescolare.

    Consiglio: utilizzare gli albumi per una buona frittata o per delle deliziose meringhe.

    Scolare la pasta al dente e versarla direttamente nella padella con il guanciale. Farla saltare brevemente per insaporirla. Conservare un po’ di acqua per dopo.

    Fuori dal fuoco (mi raccomando!), aggiungere il composto di uova e pecorino romano. Amalgamare velocemente.

    Per renderla ben cremosa, aggiungere poca acqua di cottura della pasta.

    Servire subito gli spaghetti alla carbonara belli caldi con il pecorino avanzato e il pepe macinato. Buon appetito! 

Altre ricette

Potrebbero interessarvi anche pasta alla gricia e penne all’arrabbiata.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.