Crea sito

Alette di pollo piccanti e croccanti

Le alette di pollo piccanti e croccanti sono un secondo molto veloce da preparare ma di grande soddisfazione. La loro consistenza e il loro sapore sono così piacevoli che, una volta provate, dovrete rifarle nuovamente… perchè ve lo chiederanno, come è successo a me 😉

Questa versione ha una panatura un po’ diversa da quella che vi ho presentato nella ricetta delle alette di pollo croccanti con patate. A me piacciono entrambe ed è divertente alternare le due ricette.

L’importante è l’attenzione alla materia prima che acquistiamo altrimenti possiamo mettere tutto il massimo impegno ma il piatto non sara soddisfacente!

Quando acquistiamo polli, galli e galline (e le uova) dobbiamo far attenzione all’etichetta che indica il metodo di allevamento: allevati in gabbia, a terra, all’aperto o in agricoltura biologica. Per garantire il benessere animale è sempre meglio preferire polli allevati all’aperto, ai quali viene garantito uno spazio di vita sufficiente per razzolare, la loro attività principale durante la giornata.

Da un punto di vista alimentare, ancora meglio è acquistare animali provenienti da allevamenti biologici che lasciano uno spazio ancora maggiore di quelli all’aperto agli animali ma, soprattutto, garantiscono mangimi biologici e cure che eliminano quasi completamente gli antibiotici.

E adesso passiamo alle istruzioni… sono sicura che renderete felici tutti e procuratevi dei tovaglioli perchè, come prevede il galateo, dovrete mangiarle con le mani 😉

Alette di pollo piccanti
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 12alette di pollo
  • 100 gpangrattato
  • sale
  • erba mediterranee (salvia, rosmarino, timo…)
  • curcuma in polvere
  • paprika affumicata
  • pepe nero
  • peperoncino in polvere
  • olio extravergine d’oliva

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • Tegame
  • Carta forno
  • Cucchiaio
  • Tagliere
  • Tritatutto

Preparazione

  1. Alette di pollo piccanti

    Per facilitare la preparazione, vi consiglio di preparare, come prima cosa, l’occorrente per la panatura.

    Nella ciotola mescolare il pangrattato con le erbe aromatiche tritate, il sale e due cucchiai di spezie miste. Regolate il mix a seconda del vostro gusto personale. Io ho messo in uguale misura peperoncino e curcuma in polvere, paprika affumicata e pepe nero macinato.

    In un tagliere, ungere bene aiutandosi con le mani le alette di pollo con l‘olio extravergine di oliva.

    Passare le alette di pollo nella panatura piccante; quindi adagiarle nel tegame coperto di carta forno,

    Irrorare con un filo di olio e cuocere in forno caldo a 180°C statico per 30 minuti. Se non sono abbastanza dorate, gli ultimi 5 minuti passate alla funzione grill.

    Servitele calde con un contorno di verdure di stagione. Buon appetito!

Altre ricette

Se vi è piaciuta questa ricetta date un’occhiata anche al pollo in agrodolce a cottura lenta, alle alette di pollo croccanti con patate e alle alette di pollo alla cacciatora.

Se vi piacciono le mie ricette mi trovate anche su YouTubeFacebookInstagramPinterestTwitter Telegram.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.