Caccavella di Gragnano al forno con sorpresa

Caccavella di Gragnano al forno con sorpresa, un primo piatto di pasta per la domenica o per le grandi occasioni.

Preparate queste caccavelle ripiene e i vostri ospiti resteranno a bocca aperta !!

Primo per la bontà del piatto, secondo per la forma originale della pasta e ultimo per la sorpresa del ripieno.  Sembra un piatto complicato da fare, magari pensate che ci voglia una mezza giornata per prepararlo ma non è così. Andiamo alla ricetta, vi svelerò qualche trucchetto per fare più in fretta possibile.

Pasta di Gragnano caccavella ripiena ricetta primi piatti al forno nella cucina di profumo di glicine

Caccavella di Gragnano al forno con sorpresa

 

Ingredienti per 4 persone

 

  • 4 caccavelle di Gragnano La fabbrica della pasta di Gragnano
  • 300 g di pennette rigate
  • 200 g di manzo macinato
  • 2 melanzane
  • 250 g di ricotta
  • 50 g di salame a tocchetti piccoli
  • 60 g di grana grattugiato
  • 1 pizzico di pepe

per il sugo

  • 1 barattolo di passata da 700 g
  • 200 g di pelati
  • olio evo q b
  • 1 cipolla piccola
  • basilico fresco abbondante
  • sale q b

 

 

caccavella di Gragnano ripiena  ricetta primi piatti al forno by profumo di glicine

Preparazione

Per prima cosa prepareremo il sugo e qui scatta il trucchetto: possiamo farlo comodamente la sera e mentre il sugo cuoce ci friggiamo le melanzane e la carne. Ci prepariamo tutti gli ingredienti che servono e al momento non dobbiamo fare altro che lessare la pasta, farcirla e infilarla nel forno.

In una pentola stufate la cipolla in olio extravergine d’oliva, prima che colorisca aggiungete i pelati. Questi vanno prima aperti e tolti i semini, si schiacciano leggermente anche con le mani e poi si aggiungono. Mettere anche la passata e allungate il sugo con  un mestolo di acqua, salate e fate cuocere per circa trenta minuti mescolando di tanto in tanto per evitare che attacchi. Verso fine cottura aggiungete le foglioline di basilico. Per questa preparazione il sugo a fine cottura non deve essere troppo ristretto, quindi regolatevi e se occorre aggiungete ancora un mestolo di acqua calda.

Lavate e spuntate le melanzane, tagliatele a tocchetti  (io non le sbuccio), mettetele sotto sale per un’oretta, poi sciacquatele, strizzatele e friggetele.

Da parte in una padella antiaderente cuocere anche il macinato, aggiungendo il sale e del prezzemolo tritato. A fine cottura, ci vuole poco, 1-2 minuti al massimo, si potrebbe sfumare con del vino io invece aggiungo una bella manciata di grana grattugiato.

Ora bisogna cuocere la pasta in una pentola molto capiente e con abbondante acqua salata. Calate prima le caccavelle che hanno bisogno di più tempo per cuocere. Dopo dieci minuti aggiungete anche le pennette. A cottura avvenuta, prelevate le caccavelle con un mestolo forato e mettetele a scolare su un canovaccio pulito. Scolate anche le pennette al dente e conditele con un mestolo di sugo.

Aggiungete le melanzane, la carne, la ricotta, il salame, il grana, un pizzico di pepe e qualche foglia di basilico. Amalgamate tutti gli ingredienti in modo che la pasta sia condita uniformemente e distribuitela in parti uguali nelle caccavelle.

Mettete un mestolo di sugo in ogni tegamino, adagiate la caccavella ripiena e copritela con altro sugo e  altro formaggio grattugiato.
Coprite i tegamini con carta alluminio e metteteli in forno preriscaldato a 190° per 25-30 minuti.
Servite le caccavelle calde calde direttamente nei tegamini.

 

 

Profumo di glicine © all rights reserved

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Chiara Nappi autrice del blog Profumo di Glicine.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

 

Precedente Calamari e patate in guazzetto - ricetta della nonna Successivo Crespelle con nutella e croccante alle nocciole

7 commenti su “Caccavella di Gragnano al forno con sorpresa

  1. Molto molto carine….e d’effetto! e che bontà assicurata…mi è già ven uta voglia di assaggiarle…anche io quando le preparazioni richiedono un pò più di tempo mi porto avanti la sera prima…la voglio proporre una domenica in famiglia…e anche per una festa più importante è una bella idea!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.