Zeppole di San Giuseppe fritte

Zeppole di San Giuseppe buonissime, fritte e farcite con crema pasticcera, come vuole la tradizione. Questi dolci si preparano in tutta Italia il 19 Marzo, in occasione della festa del papà, anche se poi ogni regione ha una sua specialità per ogni ricorrenza. Io ho scelto di fare le mie zeppole un po’ più piccole del solito, ottenendo 13 zeppole con le dosi indicate. Ovviamente potete farle più grandi, ingredienti e procedimento non cambiano.

Zeppole di San Giuseppe fritte
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni13 zeppole piccole
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le Zeppole di San Giuseppe fritte

Per le zeppole

  • 100 gfarina 00
  • 100 mlacqua
  • 60 mllatte
  • 50 gburro
  • 10 gzucchero
  • 2uova (medie)
  • 1 pizzicosale

Per la crema pasticcera

  • 250 mllatte intero
  • 75 gzucchero
  • 20 gamido di mais (maizena)
  • 2tuorli
  • q.b.scorza di limone (1 pezzetto)

Per friggere e guarnire

  • q.b.olio di semi di arachide
  • q.b.zucchero a velo
  • q.b.amarene sciroppate

Strumenti

  • Termometro a sonda da cucina
  • Sac a poche
  • Bocchetta a stella per sac a poche
  • Frusta a mano
  • Carta forno

Come preparare le ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE FRITTE

  1. Zeppole di San Giuseppe fritte

    Iniziate preparando la crema pasticcera: versate il latte in un pentolino, aggiungete una striscia di scorza di limone e scaldatelo fino a sfiorare il bollore.

  2. Intanto ponete i tuorli in una ciotola, aggiungete lo zucchero e amalgamate bene con una frusta. Incorporate l’amido setacciato e amalgamate molto bene, continuando a lavorare con la frusta fino a quando il latte sarà ben caldo.

  3. Non appena il latte sfiorerà il bollore, togliete la scorza di limone e versate il latte bollente a filo nel composto di tuorli, rigirando con la frusta, poi trasferite il tutto nel pentolino. Cuocete a fuoco medio-basso, mescolando, per 5 – 6 minuti, fino a quando la crema risulterà addensata.

  4. Togliete dal fuoco, versate la crema in una larga ciotola e ricopritela con un foglio di pellicola da cucina appoggiandola sulla crema (eviterete così che si formi la crosticina in superficie). Lasciate raffreddare la crema pasticcera in frigorifero.

  5. Passate alla preparazione delle zeppole: versate l’acqua e il latte in un pentolino, unite il burro tagliato a pezzetti e un pizzico di sale; portate a ebollizione.

  6. Non appena il liquido sfiorerà il bollore, unite lo zucchero e mescolate, poi versate la farina tutta in una volta. Mescolate bene e rapidamente con un cucchiaio di legno fino a quando il composto si staccherà dalle pareti del pentolino (occorreranno solo pochi minuti).

    Togliete dal fuoco, versatelo in una ciotola e lasciatelo intiepidire.

  7. In una ciotolina sbattete le uova, poi incorporatele all’impasto, poche alla volta, mescolando energicamente con un cucchiaio di legno. Non aggiungete altre uova se non saranno prima ben assorbite quelle aggiunte precedentemente.

    Quando il composto risulterà omogeneo e cremoso versatelo in una sac a poche con bocchetta a stella.

  8. Mettete un foglio di carta forno sul piano di lavoro e, con la sac a poche, formate dei dischetti di circa 5 cm di diametro, lavorando con movimento a spirale, con bordo alto. Dovete formare dei piccoli “cestini” con un buchino al centro (nelle prime che ho fatto ho dimenticato di fare il buchino, ma non fa niente, bisogna solo fare attenzione a scolarle dall’olio capovolte).

    Ritagliate la carta forno creando dei quadrati attorno alle zeppole.

  9. Scaldate abbondante olio di semi portandolo alla temperatura di 170°.

  10. Friggete le zeppole, poche per volta, immergendole nell’olio caldo capovolte, ancora attaccate alla carta da forno; dopo alcuni secondi i quadrati di carta si staccheranno dalle zeppole, quindi eliminateli con una pinza. Rigirate le zeppole nell’olio caldo fino a quando avranno assunto un colore dorato. Estraetele con un mestolo forato e appoggiatele su carta assorbente da cucina, per asciugare l’olio in eccesso.

  11. Quando tutte le zeppole saranno pronte, estraete la crema pasticcera dal frigorifero e lavoratela rapidamente con i rebbi di una forchetta o con la frusta in modo da ammorbidirla, poi versatela in una sac a poche con bocchetta a stella.

  12. Adagiate le zeppole in un vassoio e spolverizzatele con lo zucchero a velo, quindi farcitele al centro con la crema pasticcera.

  13. Tagliate alcune amarene sciroppate a metà e utilizzatele per guarnire le zeppole, mettendone mezza su ogni zeppola. A questo punto potete spolverizzarle ancora con lo zucchero a velo.

    Le vostre zeppole di San Giuseppe fritte sono pronte per essere servite.

  14. GUARDA IL VIDEO delle Zeppole di San Giuseppe fritte:

  15. Strumenti consigliati per la realizzazione di questa ricetta:

    Sac a poche usa e getta, 100 pezzi

    Termometro da Cucina

Note

Sarebbe opportuno utilizzare un termpometro da cucina. Se al momento non avete il termometro utilizzate il metodo delle nostre nonne: immergete uno stuzzicadenti nell’olio, se inizia a fare le bollicine l’olio è pronto per la frittura.

Con le dosi descritte ho creato 13 zeppole piccoline. Se preferite potete farle più grandi ottenendo 6-7 zeppole.

Potete sostituire le amarene sciroppate con ciliegine candite.

Le zeppole fritte vanno servite subito o al massimo entro qualche ora. Se ve ne avanzano potete conservarle in frigorifero, chiuse in un contenitore, per 1 giorno.

Se vi è piaciuta questa ricetta forse potrebbero interessarvi anche le Zeppole di riso oppure le Crispelle di riso catanesi al miele.

In questo contenuto ci sono uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Zeppole di San Giuseppe fritte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.