Crea sito

ZUPPA ANTICHI CEREALI CON FINOCCHI – video ricetta

Print Friendly, PDF & Email


La zuppa antichi cereali con finocchi è un primo piatto gustoso e nutriente perfetto per le fredde serate invernali. Si tratta di una zuppa che prevede l’utilizzo di molti cereali misti che fanno molto bene al nostro organismo arricchita da una base di odori e dai finocchi.
Mettere i finocchi ad inizio cottura fa sì che si cuoceranno fino a disfarsi, unendosi al resto degli ingredienti, in questo modo potrete farli mangiare anche ai bambini che non vedendoli non sapranno che ci sono.
I cereali sono una base mix già pronta, di quelle secche che si trovano negli scaffali dei legumi dei supermercati, e per questo si presta bene ad essere cotta con le aggiunte che più ci piacciono. Io una volta cotta la lascio così come è ma se a voi piace potete aggiungere più acqua in cottura e cuocervi dentro della pasta creando così una minestra con i cereali.

Qui sotto trovate un breve video per la realizzazione di questa zuppa.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora 30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gdi zuppa antichi cereali secca
  • 1cipolla
  • 1carota
  • 1costa di sedano
  • 1finocchio
  • 5pomodorini
  • q.b.di sale
  • q.b.pepe
  • q.b.di olio extravergine d’oliva
  • 1.5 ldi acqua o brodo vegetale
  • 1 spicchiodi aglio
  • 1 ciuffodi prezzemolo

Strumenti

  • 1 Casseruola
  • 1 Tagliere

Preparazione della zuppa antichi cereali con finocchi

Sbucciate la cipolla e pelate la carota.
Poi tagliate sia la carota, che la cipolla che il sedano a piccoli cubetti.
Tritate finemente il prezzemolo e lo spicchio di aglio.
Inserite tutti gli odori preparati nella casseruola, aggiungete poco olio e a fuoco medio-basso fateli stufare per circa 5 minuti. Se vedete che in questa fase si asciugano troppo aggiungete un filo di acqua.

Nel frattempo tagliate a piccoli pezzi sia il finocchio che i pomodorini, poi uniteli alla base che già sta stufando e cuocete altri 8 – 10 minuti.

Trasferite la zuppa secca in una cola dalle maglie fitte e lavatela bene sotto acqua corrente in modo da eliminare tutte le impurità.
Trasferite i cereali lavati e scolati all’interno della casseruola, aggiungete tanta acqua calda (o brodo vegetale) fino a superare di qualche centimetro i cereali.
Regolate di sale e di pepe e coprendo con un coperchio a fuoco medio lasciate cuocere per il tempo indicato sulla confezione della zuppa. Di solito serve da 1 ora a 1 ora e mezza.
Durante la cottura mescolate di tanto in tanto e controllate che il liquido non diminuisca troppo, essendo una zuppa dovrà risultare brodosa. Nel caso fosse necessario aggiungete altra acqua calda.
Portate a cottura.

Quando la zuppa è cotta servitela ben calda, accompagnandola a piacere con fette di pane croccante o parmigiano grattugiato.
  1. Per realizzare questa ricetta ho utilizzato la zuppa antichi cereali dell’azienda Del Colle.

    La zuppa è composta da segale, avena, grano tenero, orzo perlato, miglio, grano saraceno, farro perlato, azuchi rossi, lenticchie e fave decorticate. Si presenta in confezione sottovuoto in modo tale da mantenerne intatte tutte le proprietà nutrizionali, preservandone l’integrità.

    Come ormai sappiamo legumi e cereali sono alla base della nostra alimentazione al pari di alimenti come carne e pesce, e quindi per una corretta alimentazione vanno integrati nella dieta settimanale. Sono fonte di proteine vegetale e vitamine, inoltre generano un senso di sazietà maggiore rispetto ad un primo piatto asciutto.

  2. SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL PER RIMANERE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’

    – clicca mi piace sulla PAGINA FACEBOOK

    – seguimi su INSTAGRAM

    – seguimi su PINTEREST 

    – iscriviti al canale YOUTUBE per vedere tutti i video

    Per tornare alla HOME clicca QUI

    Per altre RICETTE DI PRIMI PIATTI clicca QUI

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Share this nice post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.