SCHIACCIATA BRIACA – RICETTA DELL’ISOLA D’ELBA

Print Friendly, PDF & Email

La schiacciata briaca – ricetta dell’isola d’elba a differenza del nome che potrebbe ingannare non e’ un lievitato ma un dolce.

Dlce tipico dell’Isola d’Elba si caratterizza per essere un dolce secco fatto con molta frutta secca e Alchermes. Una volta si faceva solo nel periodo natalizio, ma adesso si puo’ trovare tutto l’anno.

Un dolce davvero buono, vi assicuro che se a prima vista potrebbe essere poco invitante per il suo aspetto rosso e asciutto in realta’ e’ davvero buono. Vi consiglio di inzupparlo nel vin santo (o in altro vino dolce), sara’ ancora piu’ buono.

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    40 minuti
  • Porzioni:
    6 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 300 g Farina 00
  • 120 g Zucchero
  • q.b. Rum
  • 80 g Uvetta sultanina
  • 50 g Noci
  • 50 g Pinoli
  • 50 g Mandorle
  • 80 ml Alchermes
  • 80 g Vin santo (o altro vino dolce)
  • 80 ml Olio di semi di girasole
  • 8 g Lievito in polvere per dolci
  • q.b. Zucchero di canna

Preparazione

  1. Mettete l’uvetta in ammollo nel rum per circa 10 minuti.

    Tritate grossolamente le noci e le mandorle.

    In una ciotola mettete la farina, ed unite meta’ dell’uveta sgocciaolata dal rum, le noci, le mandorle, i pinoli. Mescolate.

    Aggiungete lo zucchero, il vin santo, l’olio di semi e meta’ dell’alchermes ed il lievito.

    Con un cucchiaio di legno mescolate il tutto. Inizialmente sara’ un po’ slegato e si formeranno delle grosse briciole, poi piano piano si iniziera’ a compattare, rimanendo comunque un composto asciutto e  rosso.

    Prendete una teglia per dolci del diametro di 24 cm e foderatela con carta forno (in alternativa potete anche imburrare ed infarinare) e versatevi al suo interno l’impasto. Pressatelo bene con il dorso di un cucchiaio per livellarlo e compattarlo.

    Sulla superficie del dolce distribuite la meta’ dell’uvetta lasciata da parte e cospargetelo con zucchero di canna.

    Preriscaldate il forno a 180 gradi C ed infornate il dolce. Laciate cuocere per 20 minuti.

    Trascorso il tempo di cottura estraete il dolce e irroratelo con la meta’ di alchermes che avevate lasciato da parte.

    Infornate di nuovo e lasciate cuocere ancora 20 minuti.

    Una volta cotto togliete il dolce dal forno e lasciatelo intiepidire, poi mettetelo su di un vassoio e servite freddo accompagnato a piacere da un bicchiere di vin santo.

  2. Seguimi anche su FACEBOOK e clicca mi piace, resterai sempre aggiornato sulle ultime novità! Ci conto!! :)

    Per tornare alla HOME clicca QUI

    Per altre RICETTE TOSCANE clicca QUI

Share this nice post:
Precedente SPAGHETTI AI DUE POMODORI E PESTO Successivo FOCACCIA ALL'OLIO CON FARINA MACINATA A PIETRA - RICETTA A LUNGA LIEVITAZIONE

Lascia un commento


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.