IMPASTO LIEVITATO BASE CON FARINA DI SEMOLA – per pane, pizza e focacce

Print Friendly, PDF & Email


L’ impasto lievitato base con farina di semola è un impasto molto idratato ed impastato a mano che prevede l’utilizzo di una percentuale di farina di semola rimacinata di grano duro per essere realizzato.
La sua preparazione richiede vari passaggi di pieghe ma non è difficile da realizzare.
Una volta preparato e fatto lievitare è perfetto per preparare vari lievitati, quali pane, pizze o focacce. Vi basterà dare la forma in caso di pane o focacce, far lievitare di nuovo e poi cuocere, oppure realizzare la pizza a vostra gusto.
Un impasto versatile e comodo per molte preparazioni. Inoltre la presenza della semola lo renderà anche saporito.
Vi lascio sotto nel procedimento il link al mio video su come realizzare le pieghe.

  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione4 Ore
  • Tempo di riposo2 Ore
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gdi farina 0 (meglio se con un valore di proteine non inferiore a 11-12)
  • 200 gdi farina di semola rimacinata (più q.b. per il piano di lavoro)
  • 400 mldi acqua
  • 150 gdi lievito madre rinfrescato (o 10 g di lievito di birra fresco)
  • 10 gdi sale
  • 20 mldi olio extravergine d’oliva

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • 1 Spianatoia

Preparazione dell’impasto lievitato base con farina di semola

In una ciotola mettete la farina 0, la farina di semola ed il lievito madre (se utilizzate quello di birra sbriciolatelo all’interno della ciotola o scioglietelo in poca acqua presa dal totale).
Versate poi poca acqua ed iniziate ad impastare con un mestolo.
Aggiungete poca acqua alla volta mescolando sempre fino ad inserirla tutta.

Quando la farina avrà inglobato tutta l’acqua aggiungete il sale e lavorate ancora, poi solo in ultimo mettete l’olio e lavorate sempre con il mestolo fino a che non sarà del tutto assorbito.

Alla fine avrete ottenuto un impasto molto appiccicoso, se ci fossero dei grumi non importa, non è necessario che si presenti liscio in questa fase.
Lavorandolo con il mestolo cercate di dargli una forma rotonda a palla, poi lasciandolo sempre nella ciotola copritelo con pellicola e lasciatelo riposare per 30 minuti.

Trascorso il tempo di riposo infarinate la spianatoia con abbondante farina di semola di grano duro rimacinata e su di essa rovesciate l’impasto.
Aiutandovi con una spatola prendete i lembi dell’impasto da sotto e cercate di allargarlo per ottenere una sorta di rettangolo.
A questo punto dovrete dare la prima piega a 3 (vedi il video cliccando QUI).
Partendo dal lato lungo piegatelo verso il centro, poi piegate verso il centro anche il secondo lato lungo ottenendo un rettangolo più piccolo.
Piegate verso il centro un lato corto, poi fate lo stesso anche con l’altro lato corto. Avrete ottenuto un cubo.
Con le mani infarinate cercate di chiudere bene i lati esterni dell’impasto, poi giratelo sotto sopra (la chiusura finirà sotto) e date una forma rotonda facendolo roteare sotto le mani. Fate questa operazione aiutandovi con le mani infarinate, in quanto l’impasto è molto appiccicoso.
Lasciate la palla ottenuta sulla spianatoia infarinata e copritela con la ciotola rovesciandola sopra di esso.
Lasciate riposare 30 minuti.

Trascorsi i 30 minuti scoprite l’impasto, ed infarinando di nuovo la spianatoia date un secondo giro di pieghe nello stesso modo fatto in precedenza.
Una volta ottenuta la palla lasciatelo di nuovo sulla spianatoia coperta dalla ciotola.
Lasciate riposare ancora 30 minuti.

Trascorso il secondo riposo fate di nuovo un giro di pieghe, il terzo ed ultimo.
Vedrete che tra una piega e l’altra l’impasto diventerà sempre meno appiccicoso e più elastico e anche la lievitazione inizierà a partire, potrebbero già formarsi delle piccole bollicine di aria.

Fatto l’ultimo giro di pieghe lavate la ciotola in cui lo avete impastato (deve essere molto capiente), poi dopo averla asciugata ungetela con dell’olio e mettete al suo interno l’impasto. Coprite con pellicola o con il suo coperchio se ce l’ha.

Mettete l’impasto in un luogo caldo a lievitare, dovrà più che raddoppiare di volume e alla fine si presenterà con delle belle bolle in superficie.
Serviranno 4-6 ore con il lievito madre, 2-3 ore con quello di birra.

A questo punto procedete nella preparazione del lievitato che avete scelto, ossia pane, pizza o focaccia.
Per il pane o la focaccia sarà necessaria, dopo aver dato la forma, una seconda lievitazione prima di procedere con la cottura, mentre per la pizza non sarà necessaria, basterà stendere, farcire e cuocere.
  1. SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL PER RIMANERE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’

    – clicca mi piace sulla PAGINA FACEBOOK

    – seguimi su INSTAGRAM

    – seguimi su PINTEREST 

    – iscriviti al canale YOUTUBE per vedere tutti i video

    Per tornare alla HOME clicca QUI

    Per altre RICETTE DI LIEVITATI clicca QUI

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Share this nice post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.