IL CASTAGNACCIO

Print Friendly, PDF & Email
Chi di voi conosce il castagnaccio?? Molto probabilmente molti, ma ci sarà anche qualcuno che risponderà di no!!
Il castagnaccio è un dolce toscano tipico di questo periodo autunnale, infatti come dice il nome, è a base di farina di castagne.
 
La ricetta originale prevede solo l’utilizzo di farina di castagne, pinoli, uvetta e olio extravergine di oliva, ma come tutte le ricette ogni massaia ci mette del suo… c’è chi mette ad esempio del rosmarino o poco zucchero all’interno. Come al solito io vi do la ricetta di casa mia, quella della mamma e della nonna, una versione ormai più che sperimentata e testata…. sperimentata con gran piacere direi!!
 
Una particolarità della ricetta originaria di questo dolce è che non c’è all’interno lo zucchero proprio perchè la castagna, e quindi la farina che se ne ottiene, è già dolce per conto suo, quindi non c’è bisogno di aggiungerlo di nuovo… anzi si aggiunge un pizzico di sale… no non vi stupite, solo un pizzico che servirà ad esaltare il sapore dolce della castagna. Inoltre non deve essere più alto di 2 centimetri, quindi quando sceglierete lo stampo dove cuocerlo cercatene uno abbastanza grande, anche perchè considerate che non avendo lievito all’interno il suo spessore resterà pressochè uguale a quando vi avrete versato l’impasto dentro.
 
La sua origine come dicevo è antica e nasce nel periodo autunnale nelle zone dell’Appennino, dove le castagne c’erano in gran quantità e erano alla base della cucina di quel tempo. Un piatto povero fatto di poche cose ma davvero buono… sopratutto se accompagnato da un vino dolce, magari proprio da un buon Vin Santo toscano.
 
 
castagnaccio_cucinalaura
 
 
INGREDIENTI  
 
– 500 gr. di farina di castagne
– 650 ml. di acqua
– 100 gr. di pinoli
– 100 gr. di uvetta passa
– 1 rametto si rosmarino
– 1 pizzico di sale
– olio evo q.b.
 
 
Mettete in ammollo in acqua l’uvetta passa per almeno dieci minuti.
 
In una ciotola setacciate la farina di castagne, poi unitevi l’acqua ed il pizzico di sale. Mescolate tutto molto bene con una frusta per dolci in modo che non si formino dei grumi. Scolate l’uvetta e sciacquatela sotto l’acqua corrente, poi strizzatela e mettetene circa 30 gr. all’interno dell’impasto. Mettete anche 30 gr. di pinoli. Mescolate ancora. Dovrà risultare un impasto cremoso nè sodo nè liquido.
 
Prendete la teglia che avete scelto, ungetela con dell’olio di oliva (per praticità. anche se non è la tradizione potete foderarla con della carta da forno). Versatevi all’interno l’impasto, facendo in modo che abbia un’altezza di circa 2 centimetri. Cospargete la superficie con l’uvetta e i pinoli rimasti, gli aghi del rosmarino e un filo di olio.
 
Infornate in forno preriscaldato a 180° – 200° per circa 20 – 30 minuti, quando sarà cotto farà delle crepe in superficie, quello è il segno che è pronto. Servitelo tiepido o freddo tagliato a cubotti.
 
 
castagnaccio_cucinalaura
 
 
[banner corners=”rc:0″]

Share this nice post:

2 Risposte a “IL CASTAGNACCIO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.