Crea sito

COME CONSERVARE I CECI SOTTOVUOTO IN CARAFFA – metodo furbo

Print Friendly, PDF & Email


Come conservare i ceci sottovuoto in caraffa, un metodo furbo per poter cuocere più quantità di ceci e poterli conservare in dispensa per qualche mese.
Quante volte ci capita di cuocere una piccola quantità di ceci secchi in quanto altrimenti dopo qualche giorno andrebbero buttati quelli in eccesso e non consumati. Beh certo, una volta cotti, in frigo possono durare 3-4 giorni, ma poi se non li usiamo non ci resta che buttarli via. In questo modo invece potete cuocerne di più quindi ottimizzare le cotture, ossia farne una sola per una quantità maggiore risparmiando sia acqua che gas. Il trucco è semplice, una volta cotti, ancora bollenti basta metterli in caraffe di vetro coperti dalla loro acqua di cottura e metterli sottovuoto. Vi spiego sotto come fare.

Gli accorgimenti da seguire sono:
– usare caraffe pulite e sterilizzate (io metto sia le caraffe di vetro che i tappi in forno a 100°C e li lascio a questa temperatura per 15 minuti. Dopo di che spengo il forno e ancora quando sono calde le riempio e le tappo)
– usare tappi nuovi, mai usare quelli di recupero, si rischia che il sottovuoto non venga
– chiudere molto bene le caraffe con i loro tappi
– attendere che il sottovuoto sia fatto prima di mettere le caraffe in dispensa (sotto vi spiego come)

In questo modo una volta fatto il sottovuoto potete riporre le vostre caraffe di ceci cotti in dispensa e utilizzarli nel momento in cui vi servono, un pò come quelli già cotti che si trovano al supermercato. Si conserveranno per circa 3-4 mesi.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora 30 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gdi ceci secchi
  • q.b.acqua
  • q.b.sale
  • Mezzo cucchiainodi bicarbonato

Strumenti

  • Caraffa in vetro
  • Tappi nuovi per caraffe
  • 1 Pentola
  • 1 Ciotola

Come conservare i ceci sottovuoto in caraffe

Mettete i ceci in una ciotola capiente, aggiungete metà cucchiaino di bicarbonato e copriteli con acqua fredda.
Lasciateli in ammollo per 10 – 12 ore.

Trascorso il tempo di ammollo scolate i ceci per eliminare l’acqua in cui hanno riposato, poi sciacquateli e trasferiteli in una pentola capiente.
Copriteli abbondantemente di acqua, poi mettete la pentola sul fornello.
Portate a bollore e cuocete i ceci fino a che non saranno cotti, serviranno dai 50 minuti ad un’ora e mezza a seconda della qualità.

A metà cottura dei ceci preparate le caraffe in cui avete deciso di conservarli. La grandezza dipende dalle vostre esigenze, potete utilizzare quelli della dimensione di 500 gr o da 1 kg. Io utilizzo quelli della bormioli in vetro da 1 kg.
Mettete le caraffe, pulite in precedenza, e i relativi tappi (mi raccomando che siano nuovi!!) sulla placca del forno, inseriteli nel forno ed accendetelo a 100°C. Quando avrà raggiunto la temperatura contate 15 minuti. Trascorso questo tempo spegnete il forno e tenendo ancora lo sportello chiuso lasciate le caraffe al suo interno.

Assaggiate i ceci e quando sentite che sono quasi cotti salateli.

A cottura ultimata prendete le caraffe dal forno e quando i ceci sono ancora bollenti riempitele. Io inserisco una quantità di ceci tale da riempire un pò più di metà caraffa, poi li copro con la loro acqua di cottura. I ceci devono essere ben coperti dal loro liquido. Chiudete con il coperchio e stringetelo molto bene, con molta forza in modo da renderlo quasi ermetico (vi consiglio di tenere la caraffa con un panno per non bruciarvi le mani).

Stendete una coperta su di un piano o un canovaccio molto spesso, poi appoggiatevi le caraffe di man di mano che le avrete pienate e chiuse. Poggiatele a testa in giù una vicina all’altra, con il coperchio a contatto del piano della coperta. Quando tutti i ceci saranno incaraffati chiudete la coperta in modo da coprirli tutti sia di lato che sopra, poi coprite di nuovo il pacchetto ottenuto con un canovaccio. Questo servirà a trattenere il calore e a far formare il sottovuoto.

Lasciate le caraffe così ben coperte per almeno 12 ore o comunque fino a quando non saranno a temperatura ambiente. A questo punto scopritele, giratele e controllate che il tappo non faccia clic-clack premendolo. Se non lo fa il sottovuoto è pronto. Ricordatevi che non deve assolutamente fare clic-clack!!

I ceci sottovuoto sono pronti per essere messi in dispensa e consumati al momento che vi serviranno.
Si conservano per 3 – 4 mesi.

Naturalmente la quantità indicata in ricetta è un esempio, voi potete aumentare o diminuire la quantità dei ceci secchi da cuocere.
  1. Per realizzare questa ricetta ho utilizzato i ceci secchi Toscani dell’azienda Del Colle.

    I ceci Toscani vengono coltivati in condizioni particolari del terreno che conferiscono a questi legumi un gusto spiccato ma non eccessivo, ed una consistenza morbida e cremosa. Ideali come semplice contorno conditi con un filo di olio, tipici in minestre e zuppe, ma perfetti per essere accompagnati sia con piatti di carne che di pesce, quindi un legume molto versatile che in più fa bene alla nostra salute con le sue proteine sane.

  2. SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL PER RIMANERE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’

    – clicca mi piace sulla PAGINA FACEBOOK

    – seguimi su INSTAGRAM

    – seguimi su PINTEREST 

    – iscriviti al canale YOUTUBE per vedere tutti i video

    Per tornare alla HOME clicca QUI

    Per altre RICETTE DI CONSERVE E SOTT’OLII clicca QUI

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Share this nice post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.