Piatto unico al riso venere

Piatto unico, completo ed equilibrato, vegano, senza glutine e latticini
Il riso venere è un meraviglioso riso integrale che necessita di ammollo e di cottura lenta per assorbimento
Lo accompagnano lenticchie di Rodi, verdure cotte e crude, semi tostati
Buono sia tiepido che freddo

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la preparazione del piatto unico al riso venere

  • 100 griso venere
  • 270 mlacqua
  • 35 glenticchie piccole (di Rodi)
  • 150 gbroccolo romanesco (cimette)
  • 2carote medie
  • 1scalogno
  • Qualche fogliadi lattuga romana (o altra a piacere)
  • Qualche cucchiaiosucco di limone
  • q.b.sale grosso
  • 5 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaiosemi vari (es. zucca, girasole, lino)

Strumenti

  • 2 Pentole
  • 1 Padella

Preparazione

  1. Lavate e mettete in ammollo il riso in acqua fredda per una notte, oppure per una giornata se volete prepararlo alla sera.

  2. Versate il riso nella pentola con 200 ml. di cqua e un pizzico di sale grosso, fatelo cuocere a fiamma bassa con coperchio fino a che non avrà assorbito tutta l’acqua.

    Nel frattempo lavate e cuocete con lo stesso metodo anche le lenticchie con 70 ml. d’acqua e un pizzico di sale grosso.

  3. Cuocete al dente le cimette di cavolo romanensco in acqua salata

    Pulite e grattuggiate le carote

    Lavate la lattuga e spezzettatela

    Condite separatamente ogni verdura con un cucchiaio d’olio e limone.

  4. Tagliate lo scalogno a fettine sottili e fatelo appassire con due cucchiai d’olio aggiungete lenticchie e riso e mescolate a fuoco vivo.

  5. Componete il piatto mettendo al centro riso e lenticchie compattandolo con un coppa pasta, aggiungete le verdure, un filo d’olio e decorate con i semi brevemente tostati in un padellino.

Note

Le lenticchie non necessitano di ammollo

Potete cuocere il riso in anticipo e conservarlo in frigo dentro un contenitore di vetro per alcuni giorni, condito solo con un cucchiaio d’olio.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cucinachetipassa

Ciao sono Oriana , mi piace cucinare da sempre , quando ero bambina , la domenica mattina ,mi sedevo in cucina per guadare la nonna mentre impastava e preparava il ragù... guai a toccare però !!! Quando cucino il tempo vola , passa leggero e mi libera la mente . Prendersi il tempo per cucinare è un modo per aver cura di se . I miei sono piatti semplici con ingredienti di qualità e di stagione .