Crea sito

Torta spartak (Ucraina)

Non so perchè, ma l’Ucraina in qualche modo mi attrae, forse perchè trovo che sia coraggiosa nella sua strenue lotta per essere indipendente dalla Russia o forse perchè Odessa rievoca il noto massacro e molto spesso se ne racconta in relazione alla Seconda Guerra Mondiale.

In ogni caso ho cerrcato qualche informazione sulla sua cucina, scoprendo che la cucina tradizionale ucraina è basata in gran parte su cibo e prodotti della campagna, ha molteplici punti in comune con la cucina russa e cambia notevolmente di stagione in stagione; cereali, pane, verdure sono ingredienti essenziali nella cucina ucraina, “regina” indiscussa delle zuppe e delle frittelle, nelle sue numerose e deliziose varianti.

Ma la mia scelta è caduta su un dolce, si tratta della torta Spartak, di origini russe, dove è conosciuta come Medovik, ma si è presto diffusa un po’ in tutta l’ex Unione Sovietica entrando a pieno titolo tra le torte della cucina ucraina.

La torta Medovik è una sorta di millefoglie soffice farcita a strati composti da biscotto al miele, intervallati da una crema al mascarpone e latte condensato al miele. Prima di essere consumata va fatta riposare a lungo in frigorifero in modo che gli strati biscottosi, assorbendo la crema, diventino soffici. Diventa “Spartak” quando viene aggiunto il cacao all’impasto e, a scelta, il cioccolato fondente per ricoprirla. Sono ben 9 strati di torta!!

  • DifficoltàMolto difficile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Porzioni10 porzioni
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaRussa

Ingredienti

  • 475 gfarina
  • 90 gzucchero
  • 170 gmiele di castagno
  • 2uova
  • 3 cucchiaicacao amaro in polvere
  • 2 cucchiainibicarbonato
  • 220 mllatte intero
  • 160 gmiele di acacia
  • 500 gmascarpone
  • 1 bustinavanillina

Per la ganache di cioccolato (facoltativa):

  • 150 gcioccolato fondente
  • 100 gpanna fresca liquida da montare

Preparazione

  1. Basi di biscotto:

    in una ciotola di metallo posta su un pentolino con acqua in ebollizione, metti 60 g di burro e fallo fondere completamente, poi unisci 170 g di miele scuro (vanno bene i mieli di castagno oppure una melata di bosco), 2 uova, 3 cucchiai di cacao, quindi mescola bene il tutto con una frusta a mano fino a quando avrai ottenuto un composto liscio e ben amalgamato.

    Versa il composto in una ciotola capiente e aggiungi 2 cucchiaini di bicarbonato, quindi montalo con le fruste elettriche fino a quando avrà raddoppiato il suo volume.

    A questo punto incorpora 240 g di farina 00, unendola poco alla volta e mescolando il tutto con una frusta a mano o una spatola, poi appena avrai ottenuto un impasto troppo denso per essere mescolato, unisci i 235 g di farina rimanente e impastalo con le mani (se vuoi, puoi anche trasferire l’impasto sulla spianatoia ben infarinata) fino ad ottenere un panetto di pasta liscio e che non si appiccica alle mani.

    Avvolgi la palla di impasto nella pellicola trasparente e lasciala raffreddare completamente, tenendola a temperatura ambiente.

    Quando l’impasto per i biscottoni sarà freddo, riprendilo, elimina la pellicola trasparente e dividilo in 9 parti uguali, poi stendi ogni pezzetto di impasto sul piano di lavoro ben infarinato, fino a formare delle sfoglie molto sottili (3 millimetri circa) e circolari, abbastanza larghe da poter ritagliare dei dischi da 20 centimetri di diametro. Per ritagliare i dischi, puoi aiutarti con il fondo di uno stampo a cerniera da 20 centimetri, appoggiandolo sulla sfoglia e ritagliandola con un coltello o una rotella da pizza.

    Tieni i ritagli da parte e cuoci i dischi, uno o due alla volta, nel forno preriscaldato in modalità statica a 180 °C per circa 6-7 minuti o comunque fino a quando saranno dorati, mettendoli su una o più teglie foderate con carta da forno. Man mano che sono cotti, sfornali e lasciali raffreddare completamente.

    Alla fine, cuoci anche i ritagli di pasta, senza preoccuparti troppo della forma, perché andranno poi sbriciolati. Una volta cotti, lasciali freddare, poi sbriciolali in maniera grossolana, mettendoli in un sacchetto di plastica e schiacciandoli con un mattarello, così da ottenere un composto bricioloso non uniforme, un po’ polveroso con qualche pezzetto di biscotto più grande.

    Per la crema:

    prepara il latte condensato al miele: in un pentolino posto su fuoco basso metti 220 ml di latte intero, 160 g di miele di acacia, 30 g di burro e un pizzico di vanillina in polvere, quindi mescola bene il tutto e non appena la miscela inizierà a bollire, lascia cuocere il tutto per circa 15-20 minuti mescolando in continuazione con una spatola o una frusta a mano, comunque fino a quando avrai ottenuto una crema densa e di color marroncino chiaro.

    Una volta pronto, spegni il fuoco e lascia raffreddare completamente il latte condensato al miele.

    Non appena il latte condensato sarà freddo, prepara la crema per farcire: in ciotola sbatti 500 g di mascarpone con il latte condensato al miele, fino ad ottenere un composto piuttosto fluido e cremoso, poi tienilo da parte.

    Assemblare:

    disponi su un piatto da portata un foglio di carta da forno, poi appoggiaci sopra un disco di biscotto e spalmalo uniformemente con 2-3 cucchiai abbondanti di crema, poi appoggia sopra il secondo biscotto, premendolo leggermente e spalma anche questo con altri 2-3 cucchiai abbondanti di crema. Non preoccuparti se la crema fuoriesce dai lati.

    Procedi in questo modo con tutti e 9  gli strati, poi spalma la crema rimanente anche sull’ultimo strato, livellando con una spatola la crema fuoriuscita lungo il perimetro del dolce.

    Ricopri con i biscotti sbriciolati, sia sulla parte superiore che sui lati, dopodiché tieni ferma la torre di biscotti aiutandoti con due o tre stecchi di legno infilzandoli direttamente nel dolce e, per maggior sicurezza, poni intorno alla torta il bordo dello stampo a cerniera, senza chiuderlo perché non è necessario che tocchi il dolce perché serve solo per impedire agli strati di slittare.

    Trasferisci la torta nel frigorifero e lasciala riposare una notte intera (meglio ancora 24 ore), in questo modo i biscotti avranno il tempo di ammorbidirsi a contatto con la crema. Una volta pronta, togli gli stecchini e rimuovi il bordo dello stampo.

  2. In alternativa ai biscotti sbriciolati può essere preparata una ganache al cioccolato per ricoprire la torta:

    Ponete in un pentolino la panna e portate a bollore.

    Quando vedete che bolle, spegnete il fuoco, allontanate dal fornello e versate il cioccolato fondente nella panna: girate il composto con una frusta a mano fino ad ottenere un composto omogeneo, liscio, privo di grumi.

    Lasciate a temperatura ambiente la vostra ganache per circa 1 – 2 ore. Ogni tanto controllate la consistenza.

    Non deve indurirsi totalmente, ma deve risultare pastosa e cremosa, deve raccogliersi morbidamente con un cucchiaio per entrare in una sac à poche.

Cosa si beve in Ucraina?

Tra le bevande ucraine, oltre all’immancabile vodka, merita una menzione il Kvas, bevanda dal sapore vagamente dolce e a bassissima gradazione alcolica che viene venduta alla spina da taniche giganti mobili poste nel periodo estivo nelle strade e nelle piazze delle città.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da viaggiandomangiando

Classe 1980, ligure, ha pubblicato tre romanzi e altrettante raccolte di poesia, diplomata al Centro Sperimentabile di Cinematografia in sceneggiatura e produzione fiction televisiva, si occupa dell'organizzazione degli eventi artistico/culturali dell'associazione di cui è presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.