Crea sito

Onigirazu (Giappone)

I giapponesi si sa, in cucina sono molto creativi. E hanno una spiccata capacità nell’adattamento delle ricette occidentali, alla loro cucina. Ma non viceversa. Tengono molto alle proprie tradizioni.
Così dopo il katsu-sando, sorta di club sandwich alla giapponese, ecco il sushi-sandwich, ovvero l’Onigirazu おにぎらず,, evoluzione gastronomica del famoso Onigiri (la classica polpetta di riso farcita).

Si tratta di un vero e proprio tramezzino nel quale il riso viene usato al posto del pane. All’interno la farcitura può essere di qualsiasi tipo. Per mantenere assieme la struttura si utilizza un foglio di alga nori.

L’onigirazu è apparso per la prima volta nella gastronomia giapponese intorno alla metà degli anni ’80 all’interno di una serie manga dal titolo “Cooking Papa“.

Potete sbizzarrirvi con i ripieni, io ho optato per l’unione di un’altra ricetta giapponese del blog, il tamagoyaki, con petto di pollo grigliato, lattuga e salsa Teriyaki che potete acquistare pronta oppure farla voi seguendo la ricetta QUI.


  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2 porzioni
  • Metodo di cotturaVapore
  • CucinaGiapponese

Ingredienti

  • 2alga nori
  • 200 griso per sushi
  • tamagoyaki
  • 200 gpetto di pollo
  • q.b.lattuga
  • q.b.salsa teriyaki

Preparazione

  1. Preparate il riso da sushi: lavate con cura il riso fino a 10 volte finchè acqua di lavaggio sarà pulita e trasparente. Lasciate asciugare il riso lavato in un colino per 15 minuti.

    Aggiungete acqua, coprite con il coperchio e portate a bollore; appena l’acqua bolle abbassate la fiamma al minimo e, senza mai alzare il coperchio, cuocete per 15 minuti.

    Trasferite il riso in una ciotola ampia, salatelo leggermente e mescolate fino che non risulta tiepido.

    Grigliare il petto di pollo e tagliarlo sottilmente a listarelle.

    Preprare il tamagoyaki seguendo la ricetta qui.

    Ricoprire il piano da lavoro con pellicola trasparente, quindi disporre un’alga nori con il lato ruvido disposto verso l’alto.

    Prendere circa 50 g di riso per sushi e modellarlo per formare un quadrato al centro dell’alga. Bagnarsi le mani prima di manipolare il riso così non si attaccherà alle dita.

    Procedere livello per livello, senza esagerare con le quantità.

    Inserire all’interno il ripieno di tamagoyaki, pollo grigliato, lattuga e salsa Teriyaki, quindi piegare l’alga nori verso il centro e aiutarsi con la pellicola per legarla strettamente.

    Dopo aver lasciato il tutto a riposare per almeno 20 minuti, tagliarlo. Il modo migliore per farlo è con movimenti in avanti e indietro, facendo pochissima pressione con un coltello affilato e non seghettato (possiamo anche bagnare la lama per evitare che il riso vi si appiccichi sopra).

    Si taglia solamente a metà, per orizzontale/verticale o per obliquo, a seconda delle preferenze, meglio se con ancora la pellicola.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da viaggiandomangiando

Classe 1980, ligure, ha pubblicato tre romanzi e altrettante raccolte di poesia, diplomata al Centro Sperimentabile di Cinematografia in sceneggiatura e produzione fiction televisiva, si occupa dell'organizzazione degli eventi artistico/culturali dell'associazione di cui è presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.