Ombrina in crosta di pistacchi e mandorle

A Formia, rientrando dall’Isola di Ponza, prima di raggiungere la nostra tappa successiva, ci simao fermati a pranzo al ristorante “La Villetta” appena fuori dal centro e vicino alla bella spiaggia dei Sassolini. Lì il piatto che ci ha deliziato, nel vero senso della parola, è stata un’ombrina sfilettata cucinata in crosta di pistacchi e mandorle, e accompagnata da mazzancolle e chips di patate. Non so descrivere a parole la bontà del piatto!

L’ombrina, Umbrina cirrosa, è un pesce d’acqua salata della famiglia Sciaenidae. Comune nel mar Mediterraneo e nelle acque italiane, nel mar Nero e nell’Oceano Atlantico. Predilige i fondi molli, soprattutto sabbiosi, a piccole e piccolissime profondità, nei pressi di spiagge. E’ caratterizzata da una carne pregiata, per questo si presta a preparazioni e condimenti delicati che non ne coprano il gusto.
Il nome deriva da una sua colorazione, visto che è caratterizzata da una striatura giallastra sul dorso che va a creare una specie di ombra grazie a dei giochi di colore.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • ombrina (da ricavarne 4 filetti)
  • 80 gmandorle pelate
  • 80 gpistacchi non salati
  • q.b.olio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. La sfilettatura del pesce: incidiamo un taglio sotto la branchia, infiliamo il coltello affilato nel dorso superiore del pesce e tagliamo sino alla coda.

    L’impanatura: in un mixer tritiamo le mandorle e i pistacchi.

    Adagiamo i filetti sulla placca del forno rivestita con la carta da forno, copriamo con il trito, pressando per far aderire, cospargiamo d’olio.

    Infornate a 200°C per 15 minuti.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.